ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
InteractiveDopolavoro




SONDAGGIO TEX

Il Sondaggio
Invia un commento


Continuano i commenti dei naviganti in seguito al Sondaggio su Tex. Partecipate con un vostro commento

Tex vive?


Villa eccezionale
intervento di Simone Baruffi

In riferimento alla saga del ritorno di Mefisto direi che i disegni di Villa sono ECCEZIONALI! Il "Suo" Mefisto e' superiore a quello di Galep (non me ne vogliano i puristi). Per i testi: ottimo il primo numero, scialbi e sciatti gli altri. Perche'liquidare Yama con un semplice "esaurimento"? Perche'non utilizzare una "location" (sotterranei, castelli,passaggi segreti) piu'adatta? Loa meritava un approfondimento psicologico: si salva dal naufragio, odia Yama e non fa niente per vendicarsi? Naaahhhh! Perche'invece non farla passare dalla parte di Tex magari per contrastare l'accoppiata Mefisto-Yama dal punto di vista della magia? Non dimentichiamoci che avra'imparato qualcosa dalla collaborazione con Yama e dal padre Otami. Possibile che serva solo e ancora una volta come "portiera" del passaggio segreto? Buona invece l'operazione recupero di Lily Dickart.


La più grande delusione dell'anno
intervento di Marco Friello

La piu grande delusione dell'anno, compreso cinema e letteratura. "Il ritorno di mefisto"... una storia senza verve, piatta e soporifera... I disegni esageratamente raffinati e con personaggi statici... Manca quella "cattiveria" che si ritrova nelle storie americane di Mister NO.
Una cocente delusione...


Ritorna Giancarlo!
intervento di Gianni Solazzo

Tex raramente è in difficoltà vera, manca approfondimento psicologico. perchè non farlo scrivere a Berardi?


Tanto lavoro per nulla
intervento di Filippo Costalli

La storia parte molto bene, il recupero della sorella di Mefisto era un'ottima idea, peccato che la vena creativa di Nizzi si sia esaurita con questo, e il resto della storia è un rimescolamento delle storie di Bonelli padre e rivela una totale mancanza di idee da parte di Nizzi (che articola una trama banale e prevedibilissima) con un finale che fa cadere le braccia.
Oltre a ciò la storia si caratterizza per:

  • per una assoluta mancanza di a-t-m-o-s-f-e-r-a rispetto alle storie di Bonelli Padre (ricordate le bellissime storie 78/80 "Il Drago Rosso" o 125/128 "Il figlio di Mefisto" ?).
  • una quantomeno carente caratterizzazione psicologica dei personaggi
  • la totale inutilità dei tre pards, evidenziando ancora una volta l'incapacità di Nizzi di strutturare una trama non Tex-centrica: stavolta Kit non rimane a contare le vacche che arrivano alla riserva, ma appena percorre due miglia a cavallo viene steso e rimane sdraiato su un tavolaccio per due mesi (pardon: due numeri)
E' per questo che Tex l'ha fatto studiare ? Così può rimanere sempre alla riserva a controllare le quantità di rifornimenti che manda il governo, mentre Tex e Carson fanno gli affari loro in giro per il Nordamerica.
Probabilmente tiene anche la cassa del Trading-Post di Cayenta.
In conclusione: c'era bisogno di fare questo triplo salto mortale per riportare in vita(!!!) Mefisto, vanificando così il terrificante incipit della prima storia di Yama, se poi la cosa viene gestita in maniera così deludente?


Donne!
intervento di Alberto Di Luisa

Il Tex inserito nel suo mondo, sempre protagonista insieme ai suoi pards, ecco il segreto della sua eterna longevita'.
Il non creare sottoserie, il non dare vita autonoma a suoi comprimari (vedi Legs, Hulk, X-men-Wolverine, ecc...), e specialmente non creare mondi paralleli o universi bizzarri dove si incontrano o scontrano personaggi di serie o epoche lontane.
Quello che manca sono sicuramente l'inserimento di donne amanti e di una buona dose di sana sensualita', forse troppo abbondante in Dylan Dog.


Amare Tex
intervento di Michela Feltrin

In un sondaggio che si interroga, e interroga noi lettori, circa la 'vita' di Tex, speravo di non dover leggere un intervento in cui si auspica la morte di uno dei pards.
Per me Tex (fumetto) è, e sempre sarà, Tex + Carson + Kit + Tiger.
Non credo che Tex abbia bisogno di scossoni, quanto di una squadra compatta (editore, curatore, redattori, sceneggiatori, disegnatori ecc.) che lo ami più di quanto lo tema, e che possa restituirci, almeno in parte, la grande avventura e i grandi personaggi creati da G.L.Bonelli.
Quanto a noi lettori, credo che l'affetto e la dedizione non manchino; riguardo poi alla 'sincerità' di tali sentimenti, questo è un altro discorso.


Nostalgia
intervento di Corrado Lenzu

Certo non smetterò mai di leggere, collezionare ed acquistare Tex, ma mi manca da morire il mitico Ranger... Quello (purtroppo) diverso da questo troppo "politicamente corretto".


Serve una sferzata
intervento di Marco Ponzo

Il ritorno di Mefisto: ottimi i disegni, ma la storia mi ha deluso profondamente. Il caro e malefico stregone mi sembra sia stato descritto come un povero "rimbambito" pauroso di affrontare Tex. Francamente con 4 albi poteva uscire fuori sicuramente qualcosa di meglio. Il buon Nizzi ultimamente mi sembra un po' ripetivo nella stesura dei testi anche se cerca di inserire nella storia gli intermezzi "umoristici" come i battibecchi fra Tex ed il vecchio Carson. Nel mentre, sono stati declassati a personaggi di contorno il giovane Kit ed il valoroso Tiger. Secondo me ci vuole una sferzata nella serie, con qualche nuova idea.


Mefisto sprecato
intervento di Piero Colombo

L'ultimo episodio con Mefisto (n.502/504) e' veramente modesto. Un personaggio come Mefisto, che ha fatto la storia di Tex, dovrebbe essere utilizzato solo in presenza di storie all'altezza.


Tex deve vivere!
intervento di Angelo Spelta

Ho già segnalato qualche mio commento, ma vorrei aggiungere ancora un contributo.
Tralasciando il legame sentimentale verso il personaggio (ho 45 anni e, pur con discontinuità, ma con una forte ripresa negli ultimi anni, lo "frequento" da sempre) ritengo che Tex debba vivere ancora per i seguenti motivi "pratici":

  • è un personaggio cresciuto nel mondo dei bianchi e maturato nel mondo dei Navajos, pertanto è l'ideale giunzione tra culture "antica" e "moderna": la moda di rileggere e scoprire il passato troverebbe in lui una miniera di soggetti da sviluppare;
  • è sempre stato guidato da senso di giustizia, spirito pratico e capacità di collaborare (i pards!): sono elementi che, oggi come oggi, avrebbero bisogno di essere maggiormente valorizzati, a scapito della sterile ricerca di individualismo e regole per tutto e per tutti (... viva il buonsenso!);
  • i mass-media stanno riscoprendo l'epopea western e lo spirito di "survival" tipico dell'epoca: qualche serial televisivo, qualche pubblicità radiofonica, ecc. sono sintomi di un filone che potrebbe ricominciare a "tirare".
Avrei ancora numerosi argomenti, ma tutti di carattere meno "venale" e rischierei di ripetermi con i già numerosi e preziosi contributi che ho potuto leggere in questa bacheca virtuale.


In discesa
intervento di Domenico Contestabile

Il ritorno di Mefisto all'inizio mi ha entusiasmato poi piano piano è diventato molto scadente per non parlare della fine veramente deludente.


Tex vegeta
intervento di Paolo Aquila

Tex vive? piuttosto direi che vegeta; e non è difficile constatarlo: basta andare in edicola l'inizio di ogni mese. La proverbiale goccia, questa volta è caduta con l'arrivo dell'ultra pubblicizzato ed osannato ritorno di Mefisto, che doveva segnare una pietra miliare nella saga Texiana. Invece ha provocato una ferita indelebile nei cuori dei Texiani: una sceneggiaturra a tratti forzata che dava la chiara sensazione di "minestra riscaldata", un fardello che Nizzi non ha saputo mantenere sulle sue spalle. Un ritorno di Mefisto allietato solo dagli splendidi disegni di un Villa sempre più in forma. Una cosa positiva che è emersa leggendo i numeri post 400 è la convinzione che GLB era davvero il "PADRE DI TEX" e che storie del calibro delle prime duecento è difficile ripeterle, come spesso accade con le cose più belle.
Boselli con le sue storie riesce almeno a non annoiare, ma come spesso accade le sue sceneggiature sono affiancate a disegni che non reggono la leggibilità dell'albo. Quindi per risolvere il problema è bene rimboccarsi le maniche e provare con nuove leve, che almeno portino una nuova spinta alla macchina texiana ormai "ingolfata" da un bel pò!

 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §