ubcfumetti.com
Indice del SitoNovitÓ !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




"Il prezzo della vendetta"


Pagine correlate:

E' sacrilego chiamare "Tex" e "Carson" i protagonisti delle storie scritte da Nizzi. I loro autentici nomi sono...

Tordo della Notte e Capelli Bianchi
recensione di Fernando Congedo



TESTI
Sog. e Sce. Claudio Nizzi    

Gli abiti non fanno Tex.

Nel nizziano teatrino del giÓ visto e sentito, sgambettano sgraziate le malriuscite imitazioni dei personaggi creati nel 1948 da G. L. Bonelli. Disarticolate e ottuse, obbediscono alle mani di un mangiafuoco spietato e senza idee. Uno dei burattini indossa la sacra fascia di Wampum: trucchetto sufficiente a ingannare gli spettatori seduti e ipnotizzati dai movimenti lenti e annosi dei fantocci che, sfiorando le assi scricchiolanti del palco, si affannano nel confezionare la storia risaputa.
Chi, in piedi e per dovere di cronaca, ha assistito all'orrenda rappresentazione, se ne allontana in fretta, nauseato e disgustato dall'ennesimo, patetico tentativo di far passare per Aquila della Notte e Capelli d'Argento spente marionette i cui autentici nomi sono Tordo della Notte e Capelli Bianchi.

(13k)
Capelli Bianchi e Tordo della Notte
Disegno di Carlo Ambrosini
(c) 2005 SBE
   
 
Strutture narrative, scene, dialoghi, termini, definizioni, metafore lisi, stantii, buoni a ogni evenienza - segno, si badi bene, non di un linguaggio costruito al fine di significare secondo una precisa traiettoria l'universo texiano, ma di un apparato linguistico derivato dalla cristallizzazione in categorie stereotipate dei topoi creati dalla fertile fantasia del papÓ di Tex - scendono come fili a manovrare primattori dal cuore di comparsa, figure bidimensionali, personaggi a tempo.

leggi la scheda della storia



DISEGNI
Carlo Ambrosini    

Intervistato, Ambrosini si Ŕ detto lusingato per aver avuto la possibilitÓ, disegnando Tex, di "contribuire a fargli fare almeno un passo lungo la strada che lega il suo lungo passato al futuro".
Se passo c'Ŕ stato, Ŕ stato compiuto non in avanti ma fuori dalla suddetta strada.
Figlia di una volontÓ costantemente tesa all'indagine, all'esplorazione, all'analisi dello scenario da tradurre in immagini, la linea densa, ruvida, plastica dell'illustratore lombardo ben poteva confluire in un'interpretazione nuova e ricca di suggestioni del mondo di Aquila della Notte.
Niente di tutto questo.
L'alibi costituito da una sceneggiatura inanimata pu˛ reggere fino a un punto determinato: oltre il quale emergono nitide le responsabilitÓ del creatore di Napoleone, autore di una prova inguardabile.

Del tutto assente la cura del dettaglio, infinite le vignette prodotte frettolosamente - si avverte, netta, la sensazione di essere di fronte a un lavoro eseguito controvoglia -; personaggi incapaci di offrire una recitazione credibile, inespressivi; in alcuni punti, volti appena abbozzati, caricaturali, anatomie imperfette: grossolani coaguli di inchiostro ad arredare tavole realizzate con freddo distacco.



GLOBALE
 

Gradevole la copertina. Unico aspetto positivo di un albo da condannare a un eterno oblio.
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §