Salta direttamente al contenuto

Ribelli di Cuba, I

Tex e Montales a Cuba, fra guerra e magia
Scheda di  |   | tex/


Ribelli di Cuba, I
IT-TX-G24


uBCode: ubcdbIT-TX-G24

Ribelli di Cuba, I
- Trama

Il figlio di Henri Picard, un funzionario del ministero della guerra americano, è rapito da una misteriosa organizzazione che vuole costringere il padre ad appoggiare la causa degli insurrezionalisti cubani. Montales, grande amico di Picard, e Tex dovranno salpare alla volta dell'isola caraibica, dove affronteranno le insidie della guerriglia e della magia nera per riportare il ragazzo alla sua famiglia.

Valutazione

ideazione/soggetto
 5/7 
sceneggiatura/dialoghi
 6/7 
disegni/colori/lettering
 6/7 
 80

Recensione

data pubblicazione Giu 2010
soggetto di ubcdbSergio Bonelli (Guido Nolitta)
sceneggiatura di ubcdbMauro Boselli
copertina di ubcdbOrestes Suarez
disegni (matite e chine) di ubcdbOrestes Suarez
copertine
Tex Gigante 24<br>copertina di Orestes Suarez<br><i>(c) 2010 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
Cattura texana in terra di Cuba<br>Tex Gigante 24, pag.234, disegni di Orestes Suarez<br><i>(c) 2010 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
Rayado!<br>Tex Gigante 24, pagg.182-204, disegni di Orestes Suarez<br><i>(c) 2010 Sergio Bonelli Editore</i> Un Tex molto "villiano"<br>Tex Gigante 24, pag.158, disegni di Orestes Suarez<br><i>(c) 2010 Sergio Bonelli Editore</i> Montales in azione<br>Tex Gigante 24, pag.140, disegni di Orestes Suarez<br><i>(c) 2010 Sergio Bonelli Editore</i>
tag
, , , , , , , , , ,

Annotazioni

Note e citazioni

  • Il titolo di lavorazione della storia era "Cuba libre", ma alla fine si è optato per una scelta più convenzionale.
  • Orestes Suarez è al suo esordio su Tex, ma ha collaborato per lungo tempo con la Sergio Bonelli Editore su Mister No. Al momento pare che sia già al lavoro su un nuovo soggetto di Tito Faraci destinato alla serie regolare.
  • Anche il precedente albo gigante, "Patagonia" (Albo gigante n.23), era ambientato al di fuori degli Stati Uniti in un paese dell'America Latina, l'Argentina. Il fatto è particolarmente degno di nota perché pare che sia stato proprio Sergio Bonelli a imporre il vincolo di non ambientare storie di Tex al di fuori del Nordamerica, con il Canada quale unica eccezione ammessa agli Stati Uniti.
  • La storia è ambientata durante la Guerra dei Dieci Anni (1868-1879) di Cuba, come ci informa lo stesso Mauro Boselli nell'intervista da lui rilasciata nella sezione "news" del sito della Sergio Bonelli Editore.
  • Sergio Bonelli ha avuto una parte attiva nella gestazione sia di "Patagonia" sia de "I ribelli di Cuba"; in quest'ultimo caso la sua partecipazione è stata più attiva di un semplice spunto iniziale, tanto da essere accreditato quale autore del soggetto.
  • Tex e Montales non vivevano un'avventura da soli, ossia senza gli altri pards, dai tempi del loro primo incontro ("L'eroe del Messico", n.4), e anche in quel caso, sia pure molto più giovani, combattevano per la libertà di un popolo dal dominatore spagnolo, come lo stesso Montales fa notare a pag.110.
  • Tex ha avuto a che fare diverse volte con i seguaci del Vudù di New Orleans; stavolta si aggiunge l'inedito "gemellaggio" con la Santeria cubana, con la quale condivide l'ibridazione fra animismo africano e religione cattolica. Il modo nel quale l'elemento magico viene rappresentato in questa storia, dall'apparizione dei serpenti alla visualizzazione a distanza nel fumo di un braciere, ricorda molto da vicino le storie che hanno avuto come antagonisti Mefisto e suo figlio Yama. La citazione non è esplicita, ma molto chiara per bocca dello stesso Tex (6a vignetta, pag. 194).
  • Rayado con la corona e il mantello non può non ricordare il Grande Re (nn.53-55), pittoresco antagonista degli albori della saga texiana. A differenza di quest'ultimo, tuttavia, Rayado non si fa problemi nell'affrontare i suoi nemici di persona.
  • Tutto lascerebbe intendere che il giovane Matt Picard sia stato rapito nel sonno. Il rapimento è infatti avvenuto durante la notte (pag.47) e i rapitori hanno lasciato un biglietto "sul suo letto" (pag.42). Però, quando fa la sua comparsa in scena nel campo di Rayado, il giovane indossa un elegante vestito scuro (sotto la giacca s'intravvede anche un panciotto), che mal si accorda con l'ipotesi di partenza, e dubitiamo fortemente che siano stati i suoi rapitori a rivestirlo in quel modo. Non possiamo rubricare la segnalazione come incongruenza perché non viene detto esplicitamente che il ragazzo è stato strappato dal suo letto, ma qualche perplessità rimane.
  • A ben riflettere, la scena-madre dove don Serrano libera tutti i suoi schiavi e passa definitivamente dalla parte degli insurrectos ha un che di peloso. Infatti il "bel gesto" avviene dopo che la sua proprietà è stata distrutta, la moglie uccisa e lui stesso caduto in disgrazia presso le autorità cubane, con una probabile condanna a morte addosso. Per usare una locuzione dei giorni nostri, si potrebbe dire che la liberazione dei suoi schiavi a quel punto fosse un atto dovuto, essendosi ormai trovato nella stessa condizione dei proprietari dell'est di non poterli più mantenere economicamente, come egli stesso aveva rudemente rinfacciato a Julio durante uno dei loro battibecchi. Insomma, se almeno il suddetto Julio lo avesse fatto notare, anche solo tra sé e sé, invece di sciogliersi in improbabili lacrime, avrebbe stemperato l'enfasi di una scena fuori posto.
  • La grassa domestica di colore di nome Mamie è un'evidente citazione dell'omonimo personaggio del film "Via col vento" ("Gone with the wind", 1939), di Victor Fleming.
  • A quanto pare, Tex annoda il suo celebre fazzoletto nero prima ancora di indossare la camicia (v. 4a vignetta di pag.109). :-)

Incongruenze

  • Possiamo capire la segretezza iniziale circa le reali motivazioni della missione di Tex, ma non si capisce quella sull'identità del vero mittente del telegramma, o meglio, del suo ispiratore. Va bene che Tex è un ranger, sia pure sui generis, e che teoricamente (molto teoricamente) non dovrebbe ignorare la chiamata di un importante funzionario governativo, ma parliamoci chiaro: fra una richiesta che giunge da un vecchio compagno d'arme e una di un anonimo "scaldasedie di Washington", a quale è più probabile che Tex dia retta? Oltretutto, data la delicatezza della missione, immaginiamo che in caso di caduta del telegramma in mani sbagliate sarebbe stato meno compromettente un riferimento a Montales rispetto al Ministero della Guerra degli Stati Uniti d'America.
  • Durante l'attraversamento della Trocha Rafael Serrano affida al suo machetero Julio il compito di fare da guida a Tex e Montales e, dopo la morte di Julio, si offre lui stesso di sostituirlo, rinunciando addirittura a tornare dalla moglie. Tuttavia, ancor prima di giungere sulla sponda opposta del fossato, il gruppetto è accolto dagli insurrectos loro alleati. Al che non si capisce quale fosse la necessità di avere una guida e perché Serrano sia rimasto con Tex e compagni invece di tornare a casa sua (e salvare, probabilmente, la moglie).

Frase

    Tex: "Dimmi dove hai nascosto Matt Picard, sottospecie di babbuino... o ti mando a raggiungere i tuoi demoniaci feticci nell'aldilà del Vudù!" pag.95

    Tex: "Le sue idee sono sbagliate, ma don Rafael ha il cuore al posto giusto!"
    pag.162

Personaggi

Tex Montales Francisco Corrientes falso nome di Montales a Cuba Tex Weldon falso nome di Tex a Cuba Henri PIcard funzionario del ministero della guerra degli USA Matt Picard figlio di Henri Etienne [+] anziano maggiordomo di Picard, che avrà un ruolo determinante nel rapimento del figlio Mamie corpulenta domestica di casa Picard Zachary contrabbandiere, uno dei rapitori di Matt Picard Lame Joseph [+] contrabbandiere, uno dei rapitori di Matt Picard Zambo guardaspalle di Maitre André, uno dei rapitori di Matt Picard (?) Maitre André [+] stregone Vudù, commissiona il rapimento di Henri Picard per conto di Rayado Eduardo de Zuniga [+] tenente degli Ussari spagnoli Horacio Agreda [+] colonnello del Terzo Tattaglione Volontari delle Asturie Alonso giovane e idealista rivoluzionario cubano che affiancherà Tex e Montales nella liberazione di Matt Picard Rafael Serrano proprietario terriero cubano, schiavista ma simpatizzante della causa insurrezionalista Alicia Serrano [+] moglie di Rafael Rayado [+] mayombero cubano e capo di una banda di insurrectos, più dedito al banditismo e al perseguimento del proprio interesse che alla causa della rivoluzione Dada [+] fratello di Rayado

Locations

Lousiana vicino a New Orelans Vieux Lavoir bettola nei pressi della palude Santuario Vudù nella foresta Avana Cuba Accampamento dei mambises vicino a Cienfuegos Tenuta di Rafael Serrano vicino a Cienfuegos La Trocha grande fossato militarizzato che divide l'oriente dall'occidente cubano Accampamento di Rayado sulle montagne orientali di Cuba

Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...