Salta direttamente al contenuto

Supremo, El

Tex & pards sventano i piani dell’ennesimo invasato che vuole fondare un impero
Scheda di  |   | tex/


Supremo, El
Tex 637-640


uBCode: ubcdbIT-TX-637-640

Supremo, El
- Trama

Un ex Generale dell’esercito messicano, ribattezzatosi El Supremo, ha costituito un piccolo esercito per tentare di fondare lo Stato libero di Sonora e Baja California. Tale esercito può contare sulla complicità di militari e mercenari statunitensi e perfino di un senatore della California. Su richiesta di Montales, Tex e i suoi pards intervengono per liberare un agente messicano infiltratosi in una delle compagnie del Supremo. Le lunghe e complesse indagini condurranno i nostri fino a San Francisco e, alfine, sulla Isla de la niebla, dove El Supremo trama la congiura, nascosto nella sua fortezza.

Valutazione

ideazione/soggetto
 6/7 
sceneggiatura/dialoghi
 5/7 
disegni/colori/lettering
 5/7 
 78
data pubblicazione Nov 2013 - Feb 2014
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbMauro Boselli
copertina di ubcdbClaudio Villa
disegni (matite e chine) di ubcdbMaurizio Dotti
copertine
Tex 637<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2013 Sergio Bonelli Editore</i> Tex 638<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2013 Sergio Bonelli Editore</i> Tex 639<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2014 Sergio Bonelli Editore</i> Tex 640<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2014 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
L'isla de la niebla<br>Tex 638, pag.80 - Tavola di Maurizio Dotti<br><i>(c) 2014 Sergio Bonelli Editore</i>

Annotazioni

Il ritorno della Grande Avventura

I quattro pards al gran completo e comprimari di lusso per una lunga e appassionante avventura che si svolge tra Messico e California e che rinverdisce i fasti delle storie dal respiro epico. Ovviamente un'occasione del genere non poteva accontentarsi di un rubagalline qualsiasi come antagonista, e così abbiamo un nuovo pazzoide emulo di Napoleone Bonaparte che vuole fondare un impero ai danni del Messico con l'aiuto di mercenari nordamericani. Tex & pards sono perfettamente in parte, così come tutti i personaggi, compresi quelli apparentemente minori cui viene sempre data la giusta attenzione. Bravo il disegnatore, che riesce a destreggiarsi fra deserti polverosi, vicoli cittadini, isole vulcaniche e velieri, risultando sempre convincente e adeguato alla trama ricca e articolata degli albi (meglio le ambientazioni dei personaggi). Peccato per qualche lungaggine di troppo in alcuni dialoghi e il finale un po' tirato via. La storia è complessivamente molto bella, di quelle che si vorrebbero leggere più spesso, ma anche "di maniera" e a tratti un po' fredda. Lungi da noi l'idea di lamentarci, ma tra questa e i migliori lavori di Mauro Boselli c'è ancora uno scalino. (commento di G.Loi)

Note e citazioni

  • Questa è la quarantatreesima storia scritta da Mauro Boselli per la serie regolare di Tex, a cui vanno aggiunti sette Almanacchi del West, cinque Texoni, due Maxi Tex, due Color Tex e la storia breve dal titolo La valle sacra pubblicata nel recente Color Tex 4.
  • È invece la prima storia di Maurizio Dotti per la serie regolare di Tex, dopo avere esordito con Glorieta Pass Almanacco del West 1998 per il quale aveva realizzato le matite, mentre le chine erano a cura di Alarico Gattia. Per la Sergio Bonelli Editore il disegnatore lombardo ha realizzato anche Zagor e Dampyr.
  • Ritornano alcuni degli amici storici di Tex ossia il Governatore messicano Montales, il Capo della polizia di San Francisco Tom Devlin, l’ex poliziotto e proprietario dell’Hotel Alameda Mike Tracy (che in questa storia scopriamo essere un bravo scassinatore, cfr. pag.33-38 del n.639) e i forzuti della palestra Hercules Gymnasium, capitanati da Lefty Potrero e dai suoi aiutanti Bingo e Angelo.
  • Un riferimento per il nomignolo di El Supremo potrebbe essere il personaggio omonimo di The Happy Return (Il felice ritorno, 1937, di Cecil Scott Forrester), primo romanzo della serie avente come protagonista l’ufficiale britannico della Royal Navy Horatio Hornblower.
  • Il riferimento storico al progetto del Supremo di fondare lo Stato libero di Sonora e Baja California è invece costituito dalle imprese dell’avventuriero statunitense William Walker, di cui Escudero parla con Nick Castle a pag.96-98 del n.637.
  • Nella scena di apertura, a pag.5-15 del n.637, l’agente governativo messicano Lozano, scoperto dagli uomini del Supremo, compare appeso ad una corda, con i piedi instabilmente posati su una sedia. L’intervento di Tiger, che colpisce con una freccia la corda mentre infuria la sparatoria, salva Lozano da una morte certa. Si confronti questa scena con scene simili ne, ad es., Il passato di Carson n.407-409, Morte nella nebbia n.556-557, Gli assassini n.g12 e Salt River n.627-628 (pag.111 del n.628), con i relativi protagonisti (salvatori e salvati).
  • Nella stessa scena, Tex indossa i guanti mentre impugna il winchester e Tiger fa uso di arco e frecce (incendiarie).
  • A pag.59 del n.638, dopo essere stato battuto da Tex nel corso di una sfida di tiro con le colt, Donen si rivolge al ranger definendolo una "leggenda della frontiera". È già accaduto che dei comprimari si riferissero a Tex e/o a Carson usando il termine "leggenda" (cfr. recentemente Salt River, cit., pag.68), tuttavia ci permettiamo di far presente che i due non sono ancora morti (segnalazione di Giorgio Loi).
  • A pag.101 del n.638 i soldati di Fort Miller si rivolgono a Carson chiamandolo "Maggiore", grado che egli aveva raggiunto tra i Rangers del Texas prima di entrare nel "Servizio speciale" (cfr. L’enigma dell’ippocampo n.16-17, pag.154-161 del n.16 Il fuoco!).
  • A pag.113 del n.638 Tex dà la sveglia al Colonnello Hunting infilandogli un cerino acceso nel piede destro.
  • A pag.88-91 del n.638 vediamo El Supremo divertirsi mentre fa divorare un suo prigioniero dagli squali tenuti in una piccola vasca nei sotterranei della sua fortezza, situazione che ricorda un po’ i sotterranei e le torture di Quartiere cinese n.171-175, anche se là i protagonisti erano i topi.
  • A pag.34 del n.639 i locali seminterrati vengono definiti "basement" mentre a pag.12 del n.640 apprendiamo che il veliero sul quale stanno viaggiando Tex, Carson e Tiger è precisamente uno schooner.
  • A pag.9 del n.640 la giovane Helen, figlia del senatore Aldergate, diventa una specie di trofeo in palio nella sfida tra i due galletti, Kit e Donen: ostentando un atteggiamento da consumato seduttore, Kit se ne esce con: «Tranquillo! Te la lascio!», per poi proseguire con un’informazione decisamente prematura, avendo scambiato con lei poche frasi: «Non credo che la figlia di un senatore accetterebbe di vivere alla riserva Navajo!». Lo scambio termina con un «Hai ancora molto da imparare, Donen!» rivolto da Kit al compagno, che si chiede come lui "riesca a dormire in una situazione del genere", frase che tuttavia sarebbe stata meglio in bocca ad un veterano come Tex o Carson.

Incongruenze

  • A pag.109 del n.638 il Capitano Collins viene colpito da Donen mentre entrambi si trovano nell’infermeria di Fort Miller; nonostante Collins sia un pericoloso traditore, nessuno pensa a disarmarlo, tanto che, quando viene interrogato da Carson, a pag.6-8 del n.639, ha ancora la pistola nella fondina e la spada nel fodero.
  • A pag.31 del n.639 Lefty tranquillizza Bingo sul fatto che manterrà il silenzio circa i suoi approcci amichevoli con la fioraia del negozio all’angolo: «Pensi forse che ti venderei a quell’arpia in sottana che ti ha portato all’altare quand’eri sbronzo perso?» Tutto quello che sappiamo circa il matrimonio di Bingo lo si deve al Lefty di Gianluigi Bonelli («Due anni fa, Bingo è andato a sbattere contro una donna che in quattro e quattr’otto lo ha trascinato all’altare rovinandolo per tutta la vita.», cfr. pag.102 del n.154 Una campana per Lucero), ma non crediamo affatto che "una gran brava donna" (ancora il Lefty di Bonelli, pag.102) equivalga ad un’"arpia in sottana" e nemmeno che dietro l’immaginifica espressione "trascinato all’altare" si celasse un Bingo "sbronzo perso". Tra l’altro, l’idea di un Bingo "sbronzo perso" non collima assolutamente con i requisiti base di un pugile o di un lottatore (seppure a riposo), indipendentemente dal fatto che fosse un frequentatore dei "bar della città", elemento che aveva indotto "quella specie di vichinga col cappello" (pag.108) a considerarlo un "peccatore", da lei successivamente "convertito".;-)

Frase

  • Carson: «E se quello spuntone di roccia dovesse spezzarsi?»
    Tex: «Sarebbe colpa delle quattro tortillas che hai trangugiato ieri sera!»
    n.640, pag.20

Personaggi

Tex, Carson, Kit, Tiger Montales Governatore dello Stato del Chihuahua e amico storico di Tex Tom Devlin capo della polizia di San Francisco e amico storico di Tex Mike Tracy ex poliziotto, proprietario dell’Alameda Hotel e amico storico di Tex Lefty Potrero titolare della palestra Hercules e amico storico di Tex Bingo, Angelo aiutanti storici di Lefty Rudy, Archie pugili della palestra Hercules Lozano capitano, agente infiltrato del Governo messicano Reynaldo Casamayor detto El Supremo, ex generale dell’esercito messicano Escudero braccio destro del Supremo Alonso Aguilar [+] comandante di una delle compagnie del Supremo Jaramillo, Lugo [+] uomini agli ordini di Aguilar Miguel [+] uomo al soldo di Aguilar Taglito, Mohan [+] guide Mimbre Apache Juan Fanez [+] luogotenente del Supremo, ucciso da Kit Nick Caste complice americano del Supremo Muggs braccio destro di Castle Bardém [+] complice di Castle Joe Simpson [+] ranger torturato e poi divorato dagli squali del Supremo Walt [+] ranger ucciso da Castle Ramon barman del Coronado Hotel Shawcross senatore della California, complice del Supremo Joshua Aldergate senatore della California, oppositore di Shawcross Helen figlia di Aldergate James domestico del senatore Aldergate Robbins [+] Tenente al comando del convoglio che scorta le armi Clegg [+] Sergente Todd [+] soldato Curt Larsen guida del convoglio, complice del Supremo Jaime fa parte del gruppo che recupera le armi, catturato da Kit e Tiger Paco barista della cantina di Cerro Colorado Travers Sergente di Fort Cerro Osborne soldato ubriaco Keegan Maggiore di Fort Cerro, traditore Collins Capitano di Fort Cerro, traditore Flip Philips giovane soldato, disertore, viene lasciato libero dai pards Zack Donen soldato scelto, disertore pentito Hunting Colonnello di Fort Miller, traditore, consegnato da Tex a Tom Devlin dottore di Fort Miller Damiàn marinaio della "Minerva", pestato da Angelo Millie fioraia di San Francisco Dork barman del "Barbary Coast" Ling aiutante cinese del "Barbary Coast" Juan Campos detto "il Guercio", custode della mappa per l’Isla de la niebla Capitano del battello che porta Tex alla Isla de la niebla Capitano [+] della "Minerva", ucciso dal Supremo

Locations

Baja California vecchia missione abbandonata di San Francisco Baja Negra porto di San Diego, California Ensenada veliero del Supremo Minerva veliero del Supremo San Diego Coronado Hotel a San Diego Territorio dell’Arizona, poche miglia a Nord della California stazione di cambio a Mendocino Springs Deserto di Altar, Messico Cerro Colorado, Sud Arizona cantina a Cerro Colorado Fort Cerro ufficio del Maggiore Keegan a Fort Cerro Camp Lowett avamposto dell’esercito in territorio Chiricahua Isla Cedros detta anche Isla de la niebla fortezza di El Supremo sotterranei nella fortezza Fort Miller ufficio del Colonnello Hunting a Fort Miller ambulatorio medico di Fort Miller foresta nei pressi di Fort Miller San Francisco Hotel Alameda Hercules Gymnasium palestra di Lefty ufficio di Lefty casa del Senatore Shawcross casa del Senatore Aldergate Barbary Coast locale del porto di San Francisco casa della donna del Guercio Baja degli annegati

Condividi questa pagina...