Salta direttamente al contenuto

Mondego il killer

Nessuno è veramente innocente, tranne Tex e Carson
Scheda di  |   | tex/


Mondego il killer
IT-TX-613-615


uBCode: ubcdbIT-TX-613-615

Mondego il killer
- Trama

Durante un viaggio che li avrebbe riportati a casa, Tex e Carson rimangono coinvolti nella guerra tra due compagnie ferroviarie, la "Denver & Rio Grande Railroad" e la "Atchinson, Topeka & Santa Fe", quest'ultima guidata da Bethanie Marsh, vedova di Alexander, a sua volta ucciso dal killer Xavier Mondego. I due pards scoprono che gli scaltri detectives dell’ATSF, che si occupano, con metodi assai discutibili, della protezione di Bethanie Marsh, si sono resi colpevoli di crimini efferati nell’atto di acquisire diversi terreni a favore della compagnia. Grazie anche all’aiuto dello sceriffo di Leadville Henry Price e dei suoi uomini, che in precedenza avevano cercato di sabotare i lavori dell’ATSF, Tex e Carson sgominano la banda di criminali. Sul treno personale di Bethanie Marsh ha luogo uno scontro che porterà il treno a finire nell’Arkansas River, lasciando vivo solo l’inafferrabile Mondego, che Tex affronterà nel duello finale.

Valutazione

ideazione/soggetto
 6/7 
sceneggiatura/dialoghi
 6/7 
disegni/colori/lettering
 5/7 
 82

Recensione

  • Solo un uomo
    un'avventura con tanta carne al fuoco... in tutti i sensi

data pubblicazione Nov 2011 - Gen 2012
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbMauro Boselli
copertina di ubcdbClaudio Villa
disegni (matite e chine) di ubcdbMassimiliano Leonardo (LeoMacs)
copertine
Tex 613<br>Copertina di Claudio Villa<br><i>(c) (C) 2011 Sergio Bonelli Editore</i> Tex 614<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2011 Sergio Bonelli Editore</i> Tex 615<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
Un tranquillo pranzo al ristorante<br>Tex 614, pag.28 - Tavola di Leomacs<br><i>(c) 2011 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
Il codice di Xavier Mondego<br>Tex 615, pag.109 - Disegno di Leomacs<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i> La "vittoria" di Bethanie Marsh<br>Tex 615, pag.104 - Disegno di Leomacs<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli Editore</i>

Annotazioni

Note e citazioni

  • Mondego Il killer inizia a pag.74 dell'albo n.613 La terra delle pietre fumanti.
  • Questa storia segna l’esordio sulla serie regolare di Leomacs nome d’arte di Massimiliano Leonardo, già disegnatore della Sergio Bonelli Editore per testate quali Nick Raider, Magico Vento, Volto Nascosto e copertinista del "Paradiso" (albi n.1-8) di Detective Dante. In precedenza Leomacs aveva completato le ultime venti pagine di Capitan Blanco Almanacco del West 2009, lasciate incompiute dal disegnatore spagnolo Manfred Sommer, venuto a mancare nel 2007.
  • A pag.2 del n.613 vi è un editoriale della redazione dedicato a Sergio Bonelli, scomparso lo scorso 26 settembre 2011. Nel riquadro a sinistra Davide Bonelli, figlio di Sergio, compare come Direttore generale della Sergio Bonelli Editore.
  • I diritti di attraversamento del Royal Gorge furono effettivamente oggetto di contrasto tra la "Denver & Rio Grande Railroad" e la "Atchinson, Topeka & Santa Fe" (cfr. Rotaie e Royal Gorge). La guerriglia durò per circa due anni prima di essere composta per intervento federale.
  • Per alcuni cenni sulla guerra tra ferrovie si veda I regolatori di conti a cura di Renato Genovese (Speciale Tex n.12 Gli assassini, 1998, pagg.11-15). Dell’"era delle ferrovie" si parla inoltre nel cap.5 di C. N. Glaab, A. T. Brown, Le città nella storia degli Stati Uniti (Napoli, Giannini Editore, 1970, pag.151-187).
  • Il quartier generale di Bethanie Marsh è composto di una locomotiva e tre vagoni, e si sposta lungo la linea ferroviaria in costruzione. E' la stessa situazione vista nel film C'era una volta il West di Sergio Leone, con l'industriale Morton al posto della Marsh, al quale Mauro Boselli si è certamente ispirato (segnalazione di G.Loi).
  • A pag.10 n.614 viene citato il giudice Ben Strooge, definito il "giudice capestro". Considerando la descrizione che ne dà Tex («Quando non è impegnato a far tirare il collo a qualche pellegrino, passa il tempo attaccato a una bottiglia!»), che pure accenna alla sua popolarità («Chi non ne ha sentito parlare?»), il personaggio pare ispirato al giudice Roy Bean (cfr. ad es. Roy Bean e Roy Bean), apparso in una storia di Tex, alla quale dà anche il nome (La legge di Roy Bean n.117-120, pag.97-114 del n.117 e pag.4-16 del n.118).
  • A pag.27-28 del n.614 la scena in cui il detective dell'ATSF fa cadere la bistecca destinata a Carson e questi gli intima di raccoglierla è una citazione da L’uomo che uccise Liberty Valance (The Man Who Shot Liberty Valance, 1962, regia di John Ford) con Lee Marvin nel ruolo di Liberty Valance e John Wayne in quello di Tom Doniphon. È quindi Carson, e non Tex, ad "interpretare" Wayne, attore che G. L. Bonelli aveva in mente per il ruolo di Tex in un ipotetico film a lui dedicato [cfr. M. Paganelli, S. Valzania (a cura di), Gianluigi Bonelli - Aurelio Galleppini, Montepulciano (Si), Editori del Grifo, 1982, pag.21].
  • Da pag.97 del n.614, il personaggio di Henry Price ricorda, per fattezze e abbigliamento (in particolare il cilindro un po' sformato), il reverendo Clayton di Sentieri Selvaggi (The Searchers, 1956, regia di John Ford) interpretato da Ward Bond.
  • A pag.41 del n.615, con una semplice frase dal tono scherzoso pronunciata da Tex circa il russare di Carson («Tu non lo puoi sapere... e Norton nemmeno... ma io so per esperienza diretta che, quando dormi davvero, russi molto più forte!»), Mauro Boselli fotografa un momento di intimità tra i vecchi amici e compagni di avventure.
  • Quello che Carson dice in fatto di donne («...io le dame le preferisco dolci, gentili e remissive!», pag.112 del n.614; «Le donne dovrebbero essere morbide e dolci, non dure come...», pag.66 del n.615) non trova molto riscontro nelle donne da lui frequentate, tutte (beh, perlomeno quelle che conosciamo :-)) donne di carattere e per nulla remissive, seppur non dure, da Lena Parker (Il passato di Carson n.407-409 e I sette assassini n.463-465) a Lulù Darling (Piombo rovente n.g4) a Mamie Smith (Golden Pass n.466-469).
  • Il modo in cui Xavier Mondego sorprende Carlos Torres, il suo guardaspalle Addison e il pistolero Aguirre, spuntando da sotto il terreno (pag.84 del n.613), successivamente riproposto nel tentativo di eliminare Bethanie Marsh (pag.50 del n.615), ricorda quello degli Hualpai di Mefisto ne La mesa degli scheletri n.39-40. Lo stesso sistema viene usato anche dagli indiani Dogrib nel numero seicento di Tex I demoni del nord n.600.
  • Nella saga di Tex si sono viste parecchie donne discinte, soprattutto nelle prime storie, e in qualche occasione ci sono anche state mostrate delle signore coperte solo da un lenzuolo nel momento in cui Tex faceva irruzione nella stanza in cui si trovavano con il cattivo di turno (cfr. ad es. la biondina a pag.69-70 del n.345 La tana del killer in Morte sul fiume n.343-346). Tuttavia è una vera novità la scena di seduzione e sesso a pag.29-31 del n.615 tra Bethanie e Bill Norton, scena molto ben congegnata (e disegnata), pur (o proprio perché) non essendovi nulla di esplicito (la scena di sesso diventa oggetto di ellissi narrativa). Mentre trafuga i documenti la camicia lo copre, ma Bill Norton è il primo uomo nudo ad apparire sulle pagine di Tex!
  • Una trentina di pagine dopo, Bethanie si abbranca a Tex, dopo essere stata salvata dall’agguato predisposto da Mondego (pag.60 del n.615). Si noti la finezza della mano sinistra di Tex che rimane staccata dalla schiena di Bethanie, a indicare che l’abbraccio non viene ricambiato. «Ti stava appiccicata addosso come una piovra!» fa notare a Tex il vecchio Carson (pag.66), alle cui affermazioni successive crediamo ben poco, in particolare quando quasi ringrazia il Cielo per non essersi trovato al posto del suo pard!
  • Il corpo di Bethanie Marsh non viene recuperato e comunque non viene detto nulla a tale proposito. Chissà che Boselli non decida un giorno di ricondurla in scena!?

Incongruenze

  • A pag.52 del n.615, durante la sparatoria tra Mondego e i detectives dell'ATSF che scortavano la signora Marsh, uno di essi pensa: «Aveva un altro fucile nascosto sotto la sabbia!» La sparatoria si svolge però nella prateria, quindi più che di sabbia si sarà trattato di terra.

Frase

  • Tex: «In questa storia siamo operatori liberi... come sempre, d’altronde!»
    Henry Price: «Già! Mai saputo che voi due aveste appiccicato addosso il cartellino del prezzo!»
    n.614, pag.99

Personaggi

Tex, Carson Carlos Torres [+] ricco proprietario terriero Fidencio [+] conducente del calesse Addison [+] guardaspalle di Torres Rafael Aguirre [+] pistolero rivale di Mondego Xavier Mondego [+] pistolero assoldato per uccidere I coniugi Marsh Raul Gomez [+] complice di Mondego Hector [+] complice di Mondego Tom macchinista Dugan sceriffo di Gila Bend Sonny vicesceriffo di Gila Bend Jeff vicesceriffo corrotto di Gila Bend Luther Wagoman detective privato della Atchinson, Topeka & Santa Fe Security Agency Wolsom, Ned, Jeff [+] uomini di Wagoman Walt, Jack uomini di Wagoman interrogati da Tex Wilkes capo del cantiere avanzato sul Royal Gorge Jonas operaio Jack cameriere del ristorante di Canyon City Mike Benton ingegnere capo ATSF Bill Norton [+] assistente di Benton e amante di Bethanie Marsh Bethanie Marsh [+] principale azionista della ATSF Alexander Marsh [+] marito di Bethanie Turner [+] braccio destro di Alexander Marsh Sam [+] domestico negro di Bethanie Henry Price sceriffo di Leadville Pat Desmond vicesceriffo di Leadville Jimmy fuochista

Locations

Fronteras villaggio della Sonora in Messico cimitero di Fronteras treno della Southern Pacific territorio a venti miglia da Gila Bend Gila Bend cittadina dell’Arizona "Hot baths and barber" locale di Gila Bend ristorante di Gila Bend ufficio dello sceriffo di Gila Bend Gila Mountains Canyon City cittadina del Colorado cantiere dell’ATSF ristorante di Canyon City hotel di Canyon City appartamento viaggiante di Bethanie su vagone cantiere ATSF di Buena Vista Royal Gorge Pass corso dell’Arkansas River avamposto avanzato della Denver & Rio Grande Railroad Green Plains villaggio fantasma stalla di Green Plains ranch a nordest di Canyon City affluente dell’Arkansas River

Elementi

guerra tra compagnie ferroviarie detectives criminali massacro di innocenti killer assoldato dalle vittime una donna a capo della ATSF sabotaggi scontri a fuoco duello finale

Vedere anche...

Recensione

  • Solo un uomo
    un'avventura con tanta carne al fuoco... in tutti i sensi

Condividi questa pagina...