Salta direttamente al contenuto

Grande sete, La

Tex e Carson coinvolti in una guerra per l'acqua
Scheda di  |   | tex/


Grande sete, La
IT-TX-585-586


uBCode: ubcdbIT-TX-585-586

Grande sete, La
- Trama

Phoenix, Arizona. L'imponente speculazione architettata da Bill Lansdale ha sottratto, tanto agli indiani Pima quanto agli agricoltori bianchi, l'acqua necessaria a irrigare campi e speranze, schierando gli uni contro gli altri in una ignobile guerra tra poveri. Tex e Carson sono pronti a intervenire...

Valutazione

ideazione/soggetto
 5/7 
sceneggiatura/dialoghi
 6/7 
disegni/colori/lettering
 6/7 
 81

Recensione

data pubblicazione Lug 2009 - Ago 2009
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbGianfranco Manfredi
copertina di ubcdbClaudio Villa
disegni (matite e chine) di ubcdbFabio Civitelli
copertine
Tex 585<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2009 Sergio Bonelli Editore</i> Tex 586<br>copertina di Claudio Villa<br><i>(c) 2009 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
Come ordinare al ristorante<br>Tex 585, pag.42 - Tavola di Fabio Civitelli<br><i>(c) 2009 Sergio Bonelli Editore</i> Tex, Carson e Jack Swilling<br>Tex 586, pag.28 - tavola di Fabio Civitelli<br><i>(c) 2009 Sergio Bonelli Editore</i>
tavole o vignette
Tex Willer!<br>Tex 586, pag.60 - Disegno di Fabio Civitelli<br><i>(c) 2009 Sergio Bonelli Editore</i>

Annotazioni

Note e citazioni

  • Prima storia di Gianfranco Manfredi per la serie regolare, dopo il Maxi Tex del 2005, "La pista degli agguati.
  • Assenti dall'albo celebrativo dei sessanta anni di Tex (n.575, "Sul sentiero dei ricordi ), tornano gli splendidi disegni del maestro aretino Fabio Civitelli.
  • Pag.40, n.585, vign.1: da questo momento e fino al termine della storia, Tex e Carson hanno sul petto i distintivi che il Vecchio Cammello chiama "patacche da rangers".
  • Pag.50, n.585, vign.3: "Dì piuttosto che gli anni ti hanno reso troppo paziente. Un tempo certi pezzi grossi convinti di poter fare il buono e il cattivo tempo non li lasciavi neanche fiatare!". Queste parole, pronunciate da Kit Carson, hanno i connotati di una critica rivolta da Manfredi nei confronti degli sceneggiatori che, scrivendone le storie, hanno snaturato e continuano a snaturare il grande Tex Willer.
  • Pagg.58-59, n.585: la speculazione di Bill Lansdale, nelle parole di Jack Swilling, Tex Willer e Kit Carson:
    Jack: "Lansdale fa da intermediario con le imprese che costruiscono le dighe e i canali, stando sempre bene attento a muoversi nell'apparente rispetto delle leggi. Ora: c'è una legge in Arizona secondo cui i proprietari di terreni aridi hanno diritto di procurarsi l'accesso all'acqua. Lansdale ha trovato il modo di approfittarne..."
    Tex: "Lasciami indovinare... Le compagnie sbarrano gli affluenti del Gila con le dighe. Di conseguenza i terreni inaridiscono e si spopolano... A quel punto, Lansdale li acquista per quattro soldi e ottiene l'autorizzazione a commissionare alle stesse compagnie dei canali di irrigazione. E' esatto?"
    Jack: "Proprio così. Solo che Lansdale non usa i canali per irrigare le terre aride. Si limita ad attraversarle per portare altra acqua a Phoenix! I suoi veri interessi sono in città... Più Phoenix si amplia, più Lansdale si arricchisce. Anche perché continuando a crescere, la città ha sempre più bisogno d'acqua... Capito il giro?"
    Kit: "Cioè Lansdale, prosciugando il territorio come una dannata spugna, ci guadagna due volte: procurando affari alle imprese di canalizzazione e speculando sui terreni in città!"
  • Jack Swilling, nell'avventura alleato di Tex e Carson, è un personaggio storicamente esistito. Il suo vero nome era John William Swilling. Nacque nel primo giorno dell'aprile del 1830 a Red House Plantation, Anderson (Carolina del Sud); morì per cause naturali il 12 agosto del 1878 nella prigione di Yuma, dove era detenuto in quanto ingiustamente accusato di aver rapinato una diligenza. La sua innocenza fu stabilita subito dopo la sua morte. Jack Swilling fu un esploratore, imprenditore e pioniere statunitense, celebre soprattutto per essere stato il fondatore della città di Phoenix, in Arizona, nel 1867. In realtà, altri avevano visto e descritto i canali hohokam abbandonati della regione, ma fu Jack Swilling che ebbe la visione per organizzare e creare il primo riuscito, moderno progetto di irrigazione nella Valle del Salt River in Arizona. La "Swilling Irrigating and Canal Company" diede avvio alla piccola comunità agricola di Phoenix, che da allora si è sviluppata in una importante area metropolitana. Swilling in precedenza ebbe un importante, ma per lo più dimenticato, ruolo nell'apertura alla colonizzazione delle zone montuose, prima inesplorate, dell'Arizona centrale. Le sue scoperte ebbero come risultato una grande corsa all'oro nella nuova area, e questo condusse a sua volta alla fondazione della prima Capitale Territoriale dell'Arizona nella città, nuova di zecca, di Prescott.
  • La "guerra per l'acqua" narrata nella storia fu realmente combattuta nell'Arizona della seconda metà del diciannovesimo secolo.
  • Pagg.10-19, n.585: nel flashback in cui narra dell'alluvione che colpì Salt Creek, Tex, in compagnia di un giovanissimo Kit Willer, indossa i guanti e una camicia gialla senza tasche sul petto: la prima copertina della serie regolare in cui Tex appare con questo look è quella dell'albo n.3, "Fuorilegge", pubblicato nel febbraio del 1959.
  • Pag.57, n.585: Jack Swilling spiega l'origine del nome dato alla città da lui fondata: "Quando arrivai in questa zona, le uniche tracce di presenza umana erano queste: le rovine di un pueblo, un antico insediamento di una popolazione indiana ormai scomparsa... Sono noti come Hohokam, cioè: 'il popolo che se n'è andato'. Furono loro a scavare i primi canali. Alla fine però devono essersi arresi al deserto... Furono i Pima a raccontarci questa storia. Io e i miei compagni di viaggio eravamo un pugno di sbandati. Decidemmo di fermarci qui e di edificare una città tutta nostra... La battezzammo Phoenix, in ricordo degli Hohokam. Come la fenice rinasce dalla cenere, la nostra città sarebbe risorta dalle rovine...".
  • pag.96, n.585, vign.3: il personaggio di Grissom ha il volto dell'attore italiano Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer.

Incongruenze

  • Pagg.72-77, n.586: Tex e Carson, lanciati all'inseguimento di Lansdale tra le rovine di Casa Grande, sfuggono grazie a una consistente dose di buona sorte a un attentato dinamitardo; sorprende che i ranger, pur sapendo della possibile presenza di Hawks nella zona, non abbiano effettuato un sopralluogo del posto prima di entrarvi.

La frase

    Tex"A proposito di età... Tu non hai mai pensato di tingerti i capelli?"
    Carson"Figurati! Li sbianco apposta, per non sembrare un poppante!"
    n.585, pag.50

Personaggi

Tex Willer Kit Carson Kit Willer compare in un flashback Penna di Corvo Capo dei Pima Keli-Hi Indiano Pima Hanam Indiano Pima Nonno di Hanam, indiano Pima Swilling, Jack Fondatore di Phoenix e direttore dell'ufficio postale Kid Cowboy Marcel Cameriere del City Restaurant Paco [+] Contadino ucciso da Bold per essersi opposto ai suoi progetti Williams Proprietario del negozio di armi Mark Cameriere dello Star Hotel Restaurant Bruce Contadino Grissom Contadino Sarah Moglie di Grissom Archibald Maggiordomo al servizio di Lansdale Garrick Governatore dell'Arizona Thompson Ingegnere responsabile dei lavori di costruzione della diga Lansdale, Bill [+] Speculatore, padrone di Phoenix Bones, Basil [+] Aiutante di Bill Lansdale Haley Sceriffo di Phoenix al soldo di Lansdale Bold [+] Zac Jay Contadini autori di una duplice aggressione ai danni dei Pima Hawks [+] Guardiano della diga e sicario al soldo di Lansdale Larkin [+l Abe Jones [+] Uomini al servizio di Lansdale

Locations

Arizona Phoenix Ufficio postale Barber shop Sala bagni City Restaurant Grand Palace Hotel Saloon Casa di Bill Lansdale Star Hotel Restaurant Ranch Double G Diga Salt Creek Ghost town Riserva degli indiani Pima Villaggio di Penna di Corvo Rovine di un antico pueblo Casa Grande Antica costruzione in rovina

Elementi

Guerra per l'acqua Speculazione Indiani Pima Diga Contadini bianchi Esplosione Resa dei conti



Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...