Salta direttamente al contenuto

Dieci anni di uBC

per una volta parliamo di noi
Articolo di  |   | staff/


Dieci anni di uBC
 


Dieci anni di uBC

Articolo

Cosa è cambiato negli ultimi dieci anni della vostra vita? In dieci anni cambiano tante cose nella vita di una persona, e a maggior ragione dieci anni sono tanti per un sito internet come uBC Fumetti. Dal 1996 al 2006 è cambiata la percezione stessa della rete internet che da frontiera sperimentale è ormai diventata strumento quotidiano per molti e presenza quasi scontata nella vita di tutti.

In questi dieci anni abbiamo parlato pochissimo di noi, abbiamo preferito occuparci e scrivere di fumetti (la passione su cui è fondata uBC Fumetti) però, in occasione del decennale del nostro sito, vogliamo evidenziare qualche caratteristica del nostro sito che sentiamo importante nella piccola storia di uBC Fumetti.

  1. Indipendenza

    La prima caratteristica è che uBC Fumetti è una realtà indipendente ovvero non ha interessi economici legati al fumetto o al mondo editoriale. Il 95% dei membri dello staff non ha mai collaborato o cercato di collaborare con case editrici.

    Non lo scriviamo come vanto, in alcuni casi si tratta di un punto di forza che ci permette di esprimerci come vogliamo, in altri casi può essere un limite.

    Questo siamo. Le opinioni espresse in questi dieci anni dai membri dello staff possono avere valore o meno, possono essere condivise o meno, ma sicuramente sono personali, autentiche e dettate solo dalla passione.

    Da sempre poniamo molta attenzione a quello che internamente è chiamato "bias" ovvero al non farci influenzare, né positivamente né negativamente, dai rapporti personali, buoni o cattivi che siano, che si possono instaurare con gli autori.

  2. Realtà collaborativa

    uBC Fumetti è una realtà nata e sviluppatasi in internet, basata sulla collaborazione volontaria.

    In uBC c'è un coordinamento e cerchiamo di far uscire pezzi il più possibile vari, ma non viene deciso in maniera preordinata cosa recensire o schedare. Ognuno si occupa di ciò che lo interessa maggiormente, anche se, poi, ogni pezzo è sottoposto ad un controllo qualità attraverso due figure chiamate internamente "curatore" e "coordinatore".

    Molti nel tempo ci hanno chiesto perchè non recensiamo una certa testata oppure perchè un'altra testata ha ricevuto solo stroncature.

    Ci sono albi o testate su cui a volte nessuno dello staff di uBC ha niente da dire, oppure su cui dopo aver scritto una serie di recensioni negative o positive sentiamo di non avere nulla da aggiungere. Ci sono anche fumetti dei quali ci piacerebbe parlare, ma di cui magari non troviamo (e ce ne dispiace) il tempo di parlare. Naturalmente, la scelta avviene a nostro soggettivissimo parere.

    Se siete un autore di un fumetto e questo non viene recensito, vi invitiamo a non pretenderla: è vero che in Italia siamo immersi in una mentalità assistenzialistica, ma ci spiace comunicarvi che uBC non è la mutua e una recensione non è dovuta :-).

    Se invece siete un lettore di uBC e pensate che un certo albo debba essere senz'altro recensito perchè vi ha detto molto, beh... una possibilità c'è: scrivete una recensione ed inviatecela, cerchiamo sempre nuovi collaboratori!

  3. Longevità

    A fronte di tanti siti che nascono, muoiono, cambiano natura oppure obiettivi, è davvero strano che uBC sia ancora online, fondamentalmente uguale a se stessa. I primi a stupircene siamo noi :-).

    uBC compie dieci anni di presenza continua in rete e ci rende orgogliosi il fatto che questo ci accomuna a longeve riviste online come Punto Informatico, Cnet, Wired che hanno festeggiato da poco il decennale.

    Una cosa è cambiata spesso: il significato dell'acronimo uBC e lo slogan del sito. In occasione del decennale il nuovo slogan che ci accompagnerà è "dal 1996 la vostra guida nel fumetto" e per l'acronimo lanciamo un inedito significato latino:
    unicuique Bonum Comicum.

  4. Laboratorio

    Negli anni è cresciuto lo spettro dei fumetti di cui ci occupiamo, sono cambiate le modalità, i ritmi e la forma delle recensioni, delle voci dell'Enciclopedia online del fumetto e dei dati nell'uBCdatabase.

    uBC resta, tuttavia, un laboratorio basato fondamentalmente su due idee portanti: sperimentare la critica sul web (con recensioni e analisi non sempre canoniche, approfondendo i contenuti dell'opera e non solo la forma) e portare avanti un progetto di catalogazione strutturata e semantica del fumetto (di cui l'uBCdatabase è l'eterna "beta").

    Google conta ad oggi su uBC più di 22.500 pagine, di cui 2.100 tra recensioni ed articoli. Sta a voi giudicare quanto valgano: per noi è stato importante e divertente scriverle, non abbiamo scritto articoli rincorrendo gli argomenti che facevano più accessi, non abbiamo cercato di compiacere i lettori o gli autori. Con spirito di servizio abbiamo cercato nel nostro piccolo di essere strumento di promozione per gli stranieri che non conoscono il fumetto italiano (grazie anche a traduzioni in molte lingue, utili sia agli appassionati all'estero che ad alcuni editori stranieri che sono arrivati a pubblicare testate nel loro paese scoprendole sul nostro sito). E abbiamo cercato di essere una guida per coloro che magari non si sono mai avvicinati ad un fumetto.

    Come ogni creatura, uBC vive un pò di vita propria, quindi non sappiamo dirvi esattamente in che direzione andrà :-).

  5. Senza costi

    Le pagine di uBC sono sempre state a disposizione di tutti, accessibili in ogni momento della giornata ed in ogni parte del mondo... gratis. Non date questa cosa per scontata solo perchè siamo un sito internet, perchè in dieci anni potevamo fare scelte diverse: sezioni ad accesso riservato agli iscritti oppure costole cartacee. Abbiamo scelto internet nel 1996, continueremo ad essere aperti e in rete. Per scelta.

    E per rafforzare questa nostra scelta, a partire da oggi le pagine di uBC sono pubblicate sotto licenza Creative Commons. Creative Commons è un'associazione no profit nata nel 2001 (fondata dal prof. Lawrence Lessig di Stanford) che si è data la missione di studiare una forma flessibile di licenza che tuteli la proprietà intellettuale (che nella forma tradizionale è messa sempre più in crisi dalle nuove tecnologie e dalla percezione degli utenti), una forma di tutela che allo stesso tempo renda possibile la massima diffusione del frutto della creatività.

Come fondatore non posso che ringraziare tutti coloro a cui va il merito di ciò che uBC è oggi, ovvero i tanti staffer che hanno collaborato negli anni con uBC.

Una menzione e un ringraziamento particolare per Marco Migliori, che si è unito a me fin dalla prima ora di uBC e che nell'ultimo anno ha preso il mio posto alla guida di uBC come Direttore.

Un altro ringraziamento particolare va a Simone Martelli, che ospita uBC ormai da molti anni sui server della [x]con.

Grazie infine a tutti quei "naviganti" (termine ormai desueto con cui negli anni '90 si definivano i lettori dei siti web) che negli anni ci hanno letto e sostenuto con le loro email.

Scriveteci.... fateci sapere cosa pensate di uBC oggi e cosa pensate possa fare in futuro.

Vedere anche...

Articolo

Condividi questa pagina...