ubcfumetti.com
Indice del SitoNovit !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineSpecial Report





Pagine correlate:
uBC @ Lucca Comics 2001

Lucca Comics 2002
uBC @ Lucca Comics 2002
Report di Cristian Di Clemente, Daniele J. Farah Mauro Dollari, Riccardo Panichi e Pierfilippo Dionisio
con la collaborazione dell'intero Staff
Pagina 1 di 2

Dal 31 Ottobre al 3 Novembre 2002 (ma gi� dal 26 Ottobre per le mostre), come � ormai consuetudine Lucca � stata la citt� sede della mostra mercato Lucca Comics & Games 2002, rinomato e storico incontro per gli appassionati del fumetto e non solo.
La fiera si � tenuta nell'ampia area del Palazzetto dello Sport che per questa edizione � stata aumentata con nuove tensostrutture, capaci di inglobare le migliaia di visitatori e di suddividere i diversi settori: case editrici, multimedia, espositori, mostre, conferenze, proiezioni, giochi, giochi di ruolo, aree di gioco, workshop e punti di ristoro.

(21k)
Uno scorcio della Mostra Mercato

Dal punto di vista dei fumetti, quest'edizione non si � distinta particolarmente per aver offerto l'opportunit� di presentare in anteprima nuove pubblicazioni - pochissime le eccezioni - ma gli incontri con gli autori, invitati alla fiera o "portati" dai propri editori, si sono rivelati degni di attenzione.
Tra questi, una gradita sorpresa � stata la presenza di Vittorio Giardino, ospite presso lo stand della Lizard Edizioni e disponibilissimo con il pubblico che lo avvicinava, con quel savoir-faire tipico del suo personaggio pi� famoso: Max Fridman (e la somiglianza - anche fisica - � notevole!).

(??k)
Vittorio Giardino mentre dedica un suo volume

Se da una parte il fumetto italiano - o comunque di autori italiani - si � difeso bene con colonne portanti come la Disney, l'Astorina, la Bonelli ed i suoi autori anche in altre produzioni come Stefano Casini con la seconda parte del secondo numero di "Digitus Dei", e pure con nuovi gruppi emergenti come il gruppo di Indypress; il manga ha uno zoccolo duro di appassionati, complici le animazioni ed il merchandising indotto; mentre i comics, a parte autori sacri tipo Miller, McFarlane o pochi altri, sono da tempo in decadenza. Pochi gli stand che vendevano materiale americano e, nella maggior parte dei casi, imperavano Spawn o l'Uomo Ragno, protagonisti di recenti film. Per il primo, la Panini Comics aveva addirittura organizzato una mini-mostra di action figures. Neanche gli X-Men, dei quali � in lavorazione il seguito negli States, erano particolarmente messi in evidenza. La disponibilit� di materiale - anche recente - pubblicato in italiano era bassa e questo favoriva il levitamento dei prezzi ai danni degli aficionados.
Inoltre sembrano finiti anche i tempi in cui le Case Editrici invitavano grossi autori americani come Jim Lee o J. Scott Campbell.
La Bande Dessin�e - il fumetto franco-belga - ha fatto bella mostra di s� con svariati titoli. Ma per questi nasce il timore che il mercato venga ben presto saturato, colpevoli le troppe pubblicazioni a prezzi talvolta troppo alti, soprattutto per l'esigenza che queste debbano essere in formato cartonato.
Da notare la presenza di alcuni autori italiani che lavorano anche per il mercato francese come Stefano Tamiazzo, autore de "La Mandiguerre", presente per conto dei tipo delle Edizioni BD (quelli di Kogaratsu, Sillage, 7 Secondi, Troll, Piccolo Babbo Natale e altri), e di Giancarlo Alessandrini e Vincenzo Beretta con l'attesisimo "Oltremare" (vedi pure anteprima uBC), tradotto in lingua italiana e pubblicato da Alessandro Editore.
Tra gli eventi di contorno all'ambiente dei fumetti ci sono stati il videogioco di Pk presentato dalla Disney che aveva allestito alcune postazioni a chi era interessato a provarlo, e l'incontro con Artematica, la software-house sviluppatrice del videogioco in 3D di Martin Myst�re. Inoltre Castelli ha presentato con la sua solita verve, il possibile cartone animato ispirato al suo personaggio. Decisamente un Martin molto diverso da quello attuale, studiato per il mercato dei cartoni.

Ma Lucca Comics � anche Games e cos� non sono mancati ampi spazi ed iniziative legate ai giochi, ai gichi di ruolo (anche dal vivo), a quelli di carte collezionabili, come non sono mancati visitatori che vestivano i costumi di personaggi legati al mondo del fumetto, dell'animazione, del cinema e dei videogiochi.

(21k)
Cosplayers ispirati a "Il Signore degli Anelli"
> (21k)
Cosplayers ispirati a "Inu Yasha"

Museo Italiano del Fumetto

In coincidenza con l'apertura dela manifestazione, � stato inaugurato il Museo Italiano del Fumetto che si prefigge di diventare, oltre che sede espositiva, il principale centro italiano di documentazione legato al fumetto, sotto la direzione di Gianni Bono, storico del fumetto e giornalista.

(16k)
All'entrata del Museo

Accanto ad "Agor�", la cittadella della cultura di Lucca, ed in pieno centro storico, l'ex convento dei Serviti - in piazza dei Servi - ne � la sede, offrendo un intero piano al museo.
Purtroppo il Museo non � ancora concluso - viene definito dagli organizzatori come "cantiere aperto" - per� gi� organizza la sua prima mostra di inaugurazione, scegliendo Tex Willer come testimonial e dedicandogli una galleria di tavole (fotocopiate) aventi oggetto per lo pi� il Texone di Magnus e accostando una sezione con teche ripiene di originali d'epoca che ripercorrono la lunga avventura di oltre 500 numeri.

(25k)
La galleria

L'apertura del Museo � stata occasione di incontro nelle giornate di fiera tra Gianni Bono e gli altri direttori dei musei del fumetto esistenti oggi in Europa: Gaby Scaon del Museo di Angouleme e Charles Dierick del "Centre Belgie de La Bande D�ssin�e" di Bruxelles. All'incontro era presenti pure Michele Ginevra del "Centro Fumetto Andrea Pazienza" e l'editore Francesco Coniglio. Aldil� delle polemiche, pare di capire che si intenda perlopi� il museo come sede permanente di mostre temporanee dedicate di volta in volta a specifici argomenti.
www.museoitalianodelfumetto.com

Le Mostre

Le mostre espositive - gi� aperte dal 26 Ottobre fino al 3 Novembre - erano, come di consueto, dislocate esternamente all'area fieristica.

Al Foro Boario una triplice mostra, "Guardie e Ladri", dedicata agli eroi della legge e ai grandi criminali.
Diabolik, il famoso ladro criminale inventato da Angela e Luciana Giussani nell'autunno 1962, festeggia 40 anni e cos� viene celebrato il lavoro della Casa Editrice Astorina e di tutti gli autori, i disegnatori, i collaboratori e gli amici che vi hanno dedicato talento, ingegno e passione. Una parte � dedicata ad Eva Kant, la compagna del Re del Terrore. David Fedi ha elaborato una serie di quadri sul mondo di Diabolik per omaggiare le imprese della coppia.
Il Commissario Spada, eroe di una serie gialla realizzata da Gian Lugi Gonano e Gianni De Luca e pubblicato su Il Giornalino dal 1970 al 1982, � stato il protagonista della seconda area. Le tematiche sempre attuali di questo poliziesco ne favoriranno un'uscita in libreria di 4 volumi (di cui il primo � uscito proprio a Lucca) contenenti l'intera avventura editoriale.
Terzo protagonista � stato Lupin III, il noto ladro creato da Monkey Punch sulla rivista "Action" nel 1967. Tema della mostra sono state le storie realizzate in questi anni da autori italiani per i tipi delle Kappa Edizioni.

Sempre al Foro era dedicata una mostra a Bruno Angoletta, caricaturista, illustratore e creatore di personaggi legati al Corriere dei Piccoli degli anni Venti e Trenta.

(36k)
Magico Vento di Mastantuono

A Villa Bottini, i bellissimi saloni hanno offerto i loro spazi a varie mostre e personali.

Il posto d'onore era giustamente occupato dai lavori e dalle tavole di Corrado Mastantuono, autore mirabile ed eclettico, capace di modulare il suo segno grafico adattandolo al comico, al Disney, a quello di Nick Raider e di Magico Vento. I risultati sono veramente fenomenali.
Le altre sale erano dedicate a: Danijel zezelj, Igort, a Mezzo&Pirus e David B..
Al piano pi� basso le sale erano dedicate a Roberto Baldazzini con le tavole di Fixtown con protagonista Ines, e a Groucho Marx a cui, in occasione del 25� anniversario dalla scomparsa, erano state dedicate circa 200 illustrazioni da grandi maestri del fumetto come Mignola, Darrow, Moebius, M�zi�res e molti altri.

(31k)
Flash Gordon di Alex Raymond

Ma la parte principale del sotterraneo era tutta per Alex Raymond, il pap� di Flash Gordon e autore di Rip Kirby, Jungle Jim e Agente X9. Molte tavole originali e di grande formato adornavano i pannelli allestiti e conducevano il visitatore in un percorso pi� unico che raro

(9k)
Parte dello staff di uBC
presente alla mostra
dedicata ad Alex Raymond


Pagina successiva  pagina successiva:
  Gli Incontri



 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §