ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineSpecial ReportPrecedenteSuccessiva




BERARDI & MILAZZO



Berardi e Milazzo: cronaca di un incontro
di Julio Schneider
con l'aiuto di Marco Gremignai

In occasione della Fiera del Libro di Torino, tenutasi a maggio, Daniele Alfonso ci ha fornito alcune notizie riguardanti il "divorzio artistico" di Berardi e Milazzo (vedi articolo). Ne aggiungiamo altre provenienti, indirettamente, dal Brasile per fare il punto della situazione.

A gennaio 1998, all'uscita del quarto Albo Speciale di Ken Parker, Faccia di rame, soggetto e sceneggiatura di Giancarlo Berardi e disegni di Ivo Milazzo e Luca Vannini, i lettori appresero che quell'edizione poneva fine a una delle più importanti serie di fumetti italiani. Molti di essi, tutt'oggi, non credono ad una fine vera e propria e preferiscono invece pensare all'ennesima sospensione della pubblicazione. Era inoltre difficile capire i motivi che avevano portato la geniale coppia allo scioglimento, proprio loro che avevano lavorato insieme per più di vent'anni. La stampa specializzata ha trattato il caso come un vero e proprio "divorzio artistico", né sono mancate speculazioni e versioni di tutti i tipi, cercando di trovare i veri motivi di questa "rottura".
Un particolare, soprattutto, aveva fuorviato lettori e giornalisti, ovvero il fatto di presentarsi agli eventi fumettistici separatamente. In verità, secondo la versione più "ottimista", era solo una combinazione del destino, poiché Berardi e Milazzo avevano ricevuto nuovi - ma distinti - incarichi all'interno della Sergio Bonelli Editore.
Berardi si impegnava a tempo pieno con la sua nuova creazione, Julia. Come si legge in una sua recente intervista al giornale brasiliano "Estado de São Paulo", Berardi afferma che "Julia è l'unico progetto a cui sto lavorando e non potrebbe essere altrimenti, perché mi impegna una media di dodici ore al giorno per cinque giorni alla settimana. Un ritmo pesantissimo che spero di poter allentare con il passare del tempo e il consolidamento della serie".
Da parte sua, Milazzo era alle prese con il tredicesimo Texone, un lavoro di grande responsabilità data l'importanza della pubblicazione, alla quale gli invitati a partecipare sono sempre artisti di prim'ordine. Si era inoltre impegnato con Shado, un'avventura della recente serie Magico Vento.

Gli appassionati di Lungo Fucile, intanto, si chiedevano quale avrebbe potuto essere l'occasione per rivedere insieme la famosa coppia, ma apparentemente senza speranza. Forse perché non sapevano che a Rapallo, il 28 ottobre dello scorso anno, questo incontro c'è stato davvero :-) grazie ad una fortunata concomitanza di particolari… Rapallo, infatti, è vicina sia a Genova (da dove veniva Berardi), sia a Chiavari (Milazzo): e a Rapallo si trova il Ristorante U Giancu del simpatico appassionato Fausto Oneto (già citato in passato sulle pagine di uBC). E qual è stato il pretesto per tale incontro, alla presenza dell'editore brasiliano Wagner Augusto della CLUQ? Beh, più d'uno: innanzitutto il lancio ufficiale della miniserie brasiliana di Ken Parker (Onde morrem os titãs, 1000 esemplari numerati) e anche la consegna ufficiale ai due autori dei trofei HQMix, ovvero il più grande premio fumettistico in Brasile. La "laurea" attendeva di essere consegnata dal 1994, e addirittura per tre categorie: disegnatore, albo d'avventura e progetto grafico, tutti per l'albo speciale dell'Editora Ensaio pubblicato in quell'anno, con le storie Cuccioli e Un alito di ghiaccio.
I trofei erano stati consegnati a Wagner Augusto nel 1995, durante le cerimonie ufficiali del HQMix, poiché rappresentava gli autori in quell'occasione. Qui serve una spiegazione: la consegna dei dovuti premi a chi di diritto, nel caso di autori internazionali (internazionali riguardo al Brasile, naturalmente), è un'occasione quasi inedita, poiché di solito i trofei finiscono ai rappresentanti oppure agli editori degli autori stranieri, che ne fanno un oggetto di feticcio - eh sì, a quale fan non farebbe piacere tenere un trofeo che, invece, dovrebbe essere consegnato al suo grande idolo? Anni prima, nel 1988, a Ken Parker era stato assegnato il premio di Rivista di Far-west dell'anno, ma gli autori non hanno mai ricevuto il trofeo, anzi hanno saputo di averlo vinto solo di recente :-) (e infatti, negli ultimi undici anni del Premio HQMix pochi sono stati gli autori europei che hanno effettivamente ricevuto il proprio trofeo…).
Chiusa la parentesi, a conferma dell'atmosfera festosa nella quale Berardi e Milazzo hanno ricevuto i premi, ecco qui una foto - scattata da Rosana van Langendonck, fotografa "ufficiale" della CLUQ nonché moglie di Wagner - che riunisce assieme i protagonisti della serata, Berardi e Milazzo, con Wagner e Oneto, in un'atmosfera di amicizia, gioia e cordialità.

Berardi & Milazzo, di nuovo insieme 
Fausto Oneto, Milazzo, Berardi e Wagner Augusto

D'altronde, nell'intervista precedentemente ricordata, Berardi ha affermato: "Lavorare con Ivo Milazzo è stato un privilegio, perché si tratta di un grande disegnatore. In questo senso, sono stato molto fortunato: in trent'anni di carriera ho collaborato con alcuni tra i migliori narratori grafici italiani e internazionali. Al momento, la strada di Milazzo e la mia si sono divise. Per quanto riguarda il futuro, non escludo nulla; se ci sarà un'occasione interessante, sarò ben lieto di ritrovare il mio vecchio compagno di avventure". Solo semplici frasi di circostanza? Il tempo risponderà…
Per finire, un'ultima notizia a proposito di premi, il 19 luglio 2000, in occasione della dodicesima edizione del Trofeo HQMix-I migliori del 1999, tra tanti premiati ce ne sono tre da segnalare: Graphic Novel Straniera (Tex, l'uomo di Atlanta, dell'Editora Mythos), Miniserie Straniera (Ken Parker, Dove muoiono i titani, dell'Editora CLUQ) e Valorizzazione dei fumetti (ancora la CLUQ). La consegna dei premi è avvenuta il 26 settembre, al Teatro São Pedro, nella città di São Paulo. Un'altra occasione per vedere Berardi e Milazzo di nuovo insieme, magari in Brasile? Beh, stavolta il sogno è rimasto sogno :-) e ancora una volta è toccato a Wagner rappresentare i due autori e ricevere il premio loro destinato. Berardi ha commentato così la notizia di questo nuovo premio: "Carissimo Wagner, sono felice per questo riconoscimento; felice soprattutto perché va a premiare la tua costanza, la tua fiducia e la tua intraprendenza! Quando lo ritirerai, ti prego di esprimere la mia simpatia e il mio affetto per i nostri lettori brasiliani".

 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §