ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  Naufragio
Codice: [4] 208pp
Rating:
scheda di Riccardo Panichi

    Soggetto e Sceneggiatura:
    Sho Fumimura
    Disegni e copertina:
    Ryoichi Ikegami

    POINT BREAK - EDIZIONI STAR COMICS
    n.13 - Sanctuary 4 "Naufragio" - 208pp - 00.12
    (6k)

    Traduzioni / Adattamento testi:
    Rieko Fukuda / Massimo Semerano
    Lettering:
    Alcadia s.n.c.

    Z Star - EDIZIONI GRANATA PRESS
    n.31 - Sanctuary 2 "Il trono" - 94pp - 94.07
    n.32 - Sanctuary 3 "Nemici" - 86pp - 94.08
    n.33 - Sanctuary 4 "Parola in codice" - 94pp - 94.09
    (6k)(6k)(6k)

    Traduzioni:
    Sandra Murer
    Lettering:
    Andrea Accardi


In due parole. . .

Asami riesce a farsi eleggere nella sua circoscrizione, entrando così a far parte del parlamento giapponese. Durante le prime sedute conosce due giovani neodeputati, con i quali comprende di avere affinità di vedute. Nel frattempo Tokai, partito con Kou alla conquista di Okinawa, è costretto a dovere prendere una delle tre teste più importanti di Kanto: nel mirino, ovviamente, c'è Hojo.


Perchè è da ricordare

    Pur non rappresentando l'episodio cruciale della saga, questo quarto volume tocca forse il punto più alto dell'intera serie: Fumimura e Ikegami confezionano dialoghi e disegni che dal punto di vista tecnico possono fungere da esempio di come vada prodotto un fumetto. Un ritmo infernale attraversa come una scarica elettrica la narrazione: gli eventi si susseguono impetuosi, alternando sapientemente brucianti episodi d'azione a mistici momenti di riflessione. Tutti i personaggi hanno qualcosa da dire e cercano di imporre il loro punto di vista: essi si muovono in un mondo dove non c'è spazio per i deboli e gli indecisi. Chi aspetta si imputridisce, sembrano suggerire gli autori, e, se non è poi in grado di scrollarsi il marcio di dosso, può solo soccombere. Ecco il senso della missione di Asami e Hojo: in un Giappone che ha fatto della tattica attendista il proprio credo, in un paese che sa ormai soltanto subire passivamente le decisioni di pochi, la missione è proprio quella di risvegliare la vita in ogni singolo soggetto politico (e dunque in ogni singolo cittadino). E il primo a risvegliarsi, ecco la sua importanza nell'economia dell'opera, sarà proprio quel deputato Kariya che tanto ha contribuito al marciume.
Note e citazioni
  • Con la vittoria di Asami nel distretto di Tokio, anche Isaoka è costretto a riconoscere la grande abilità del giovane. Molto bello il confronto tra i due all'ingresso del parlamento: un incrocio di sguardi che lascia presagire l'aspra battaglia che si scatenerà tra i due.
  • Conosciamo altri due neodeputati: Sengoku è un giovane energico e risoluto, nemico della attuale politica giapponese e in particolare di Isaoka, che sospetta inoltre essere il responsabile della morte del padre. Yoshikawa invece, sebbene sia di carattere più mite, è un ometto smaliziato e ambizioso, che conosce perfettamente gli sporchi meccanismi del potere. I due si troveranno presto a loro agio con il vulcanico Asami.
  • Durissimo il confronto tra Asami e Kariya, leader della corrente Anni'70. Asami accusa l'ex-sessantottino di avere svenduto le proprie idee giovanili arrendendosi al sistema vigente: una volta raggiunta la possibilità di cambiare le cose dall'interno, Kariya ha lasciato che i bollenti spiriti di Anni '70 fossero incanalati nelle tradizionali gerarchie e nei rapporti di forza. Le parole di Asami sortiranno i primi effetti già nel n.5.
  • Significativo che Tokai non avverta Hojo del pericolo che incombe sulla sua testa: in primo luogo lo yakuza ritiene il giovane presidente abile abbastanza da cavarsela da solo; in secondo luogo cerca probabilmente la prova definitiva dell'effettivo valore di Hojo, al quale ha affidato la propria vita.
  • La morte del presidente della lega Takeyama è solo l'incipit della complessa e avvincente guerra tra clan che sconvolgerà Kanto nei numeri 5 e 6. Mattatore, neanche a dirlo, sarà naturalmente Hojo.
  • Gli episodi presenti in questo volumetto sono stati pubblicati per la prima volta sul mensile Z Star edito dalle Edizioni Granata Press, dal numero 31 (Sanctuary 2) di luglio 1994 al numero 33 (Sanctuary 4) di settembre 1994.
Incongruenze

Frase

(51k)
Isaoka riconosce l'abilità di Asami (c) 2000 Star Comics


Personaggi

Chiaki Asami deputato al parlamento giapponese Akira Hojo yakuza, ora presidente della lega Sagara Tokai yakuza amico di Hojo Kioko Ishihara vicecommissario di polizia, si occupa della yakuza Ozaki poliziotto Shinichiro Sengoku giovane neodeputato Hidemaru Yoshikawa giovane neodeputato Isaoka segretario del partito liberale Ichijima anziano yakuza, sostenitore di Hojo Shiyou Kou delle triadi di Hong Kong Aoki manager finanziario ventottenne, amico di Hojo e Asami Hisao Kariya capogruppo di Anni'70 Kozu presidente della lega Domon Imai presidente della lega Takeyama Mochizuki primo ministro giapponese

Locations

Tokyo Giappone Sede della lega Sagara Sede della lega Domon Okinawa Parlamento

Elementi

Violenza Scalata al potere Manovre politiche Conflittualità vecchi/giovani Rapporti tra mafie Sesso Attentato politico Anni'70 Alleanza Okinawa-Kanto


Riassunto

Capitolo 1 - Naufragio
Shinichiro Sengoku
Asami viene ferito ad una gamba durante un comizio elettorale. L'attentato viene attribuito ad un giovane delinquentello, ma dietro di lui c'è l'ombra di Hojo, deciso a gettare una luce di eroismo sull'amico Asami.

Capitolo 2 - La vigilia della battaglia
Asami, la cui figura è ora popolare nel proprio distretto elettorale, tiene un discorso molto convincente, che gli frutta la vittoria nelle elezioni. Il commissario Ichihara, intanto, scopre il doppio gioco di Hojo e i motivi del finto attentato: lo yakuza reagisce confessandole di voler conquistare il Giappone.

Capitolo 3 - I nemici
Durante una riunione tra i capi delle tre leghe più importanti, viene chiesto ad Hojo di mettere un freno a Tokai, che da Hong Kong è partito alla conquista di Okinawa. Nel frattempo Asami fa la conoscenza di un altro neodeputato: Shinichiro Sengoku, un ragazzo che si dimostra subito assai determinato.

Capitolo 4 - Tensioni
Sengoku si rivela subito poco incline a rispettare le gerarchie politiche: appena giunto in aula, colpisce violentemente un politico che gli aveva intimato di inchinarsi al passaggio del segretario Isaoka. Asami lo osserva compiaciuto, sfidandolo. Nel frattempo, ad Okinawa, Tokai si incontra con il capo dell'organizzazione locale, proponendogli di collaborare: l'uomo accetta, ma in cambio richiede la testa di uno dei tre presidenti; la scelta cade su Hojo.

Capitolo 5 - La lotta
Asami e Sengoku si affrontano a suon di pugni, ma i loro animi sono raffreddati dall'arrivo di un terzo neodeputato, Hidemaru Yoshikawa, che si rivela anch'egli molto ambizioso. I tre, superate le prime diffidenze, acquistano una stima reciproca. Intanto Tokai, indeciso se avvertire o meno Hojo del pericolo, decide di non farlo, confidando nelle risorse dell'amico.

Capitolo 6 - Parola d'ordine
Hidemaru Yoshikawa
Tre uomini di Okinawa tendono un agguato a Hojo, ma lo yakuza, grazie ad una parola d'ordine precedentemente concordata, intuisce il pericolo e capovolge la situazione. Nel frattempo i tre neodeputati vengono invitati ad una riunione segreta dal ministro Mochizuki e da Kariya, leader della corrente politica Anni 70.

Capitolo 7 - Il primo ministro
Hojo decide di offrire al presidente di Okinawa la testa promessagli da Tokai e Kou: la scelta ricade su quella di Imai della lega Takeyama. Gli equilibri di potere vengono così scombussolati, e Hojo propone a Kozu della lega Domon di inglobare insieme a lui i resti della lega Takeyama. Nel frattempo il primo ministro Mochizuki chiede ai tre giovani deputati di aiutarlo nel suo progetto politico: i tre tuttavia rifiutano, e Asami ha parole durissime per il deputato Kariya, nel quale aveva riposto molte speranze.

Capitolo 8 - La testa
Kozu
Kou non è affatto contento dell'evolversi della situazione; tuttavia, per il momento, fa buon viso a cattivo gioco e si accontenta del raggiungimento di un'alleanza con Okinawa. I deputati di Anni '70, intanto, si incontrano in un bar, invitando a partecipare anche Asami e i suoi due nuovi amici. Il giovane politico, tuttavia, sale nuovamente in cattedra, accusando apertamente gli ex-sessantottini di essere i principali responsabili del degrado della politica giapponese.

 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §