Salta direttamente al contenuto

Spider-Man & X-Men...

...i teenager più strani di tutti i tempi!
Anteprima di  |   | preview/


Spider-Man & X-Men...
 


Spider-Man & X-Men...

Anteprima

IT-Alberti, Mario

Pubblicata negli Stati Uniti nel periodo novembre 2008/marzo 2009, il team-up tra Spider-Man & X-Men, scritto da Christos Cage e disegnato dal triestino Mario Alberti, è ambientato tra l'inizio dell'Era Marvel e i giorni nostri.

Ognuno dei quattro albi che compongono la miniserie, è ambientato in un momento diverso e ben preciso della timeline del Marvel Universo.
Si passerà così dal loro primo incontro negli esordi da supereroi, con indosso i costumi originari, fino ad arrivare ai giorni nostri, passando attraverso l'epoca dark dello Spidey dal nero costume, della presenza in scena di Ben Scarlet Spider Reilly e di Wolverine privo di adamantio.

In giro per la rete:
Mario Alberti: il sito
Panini Comics
Marvel Comics
L'edizione italiana, edita in unico volume da Panini Comics all'interno della collana 100% Marvel, sarà disponibile in anteprima a Lucca Comics e dal 5 novembre prossimo in tutte le fumetterie.

Ringraziamo Mario Alberti, che ci ha fornito oltre alle immagini anche un più che corposo dietro le quinte, per la disponibilità mostrata.
Cliccate sulle immagini per vederle ingrandite.
Buona lettura.

Storyboard<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Studi Personaggi: XRaven<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Studi Personaggi: XRaven<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i>

Kick Off

Per primo mi ha contattato Francesco Meo, girando la mia mail a Andy Schmidt che ora non è più in Marvel.
Andy era editor degli X-Men e io ho buttato lì che da piccolo ero un lettore fanatico dell'Uomo Ragno e mi sarebbe piaciuto fare quello... da qui nasce l'idea di unire X-Men e Spider-Man, passata poi in gestione a Steve Wacker.
Steve mi ha proposto il soggetto per la mini scritto da Chris Gage e da lì è partito tutto.
Cover Albo Numero 1 USA - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Cover Albo Numero 1 USA<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - matite<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - matite<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i>

Difficoltà

Ogni numero della mini è ambientato in un epoca diversa e quindi mi sono dovuto documentare sulle evoluzioni negli anni dei costumi di tutti.
Il primo numero, in particolare (il mio preferito, ambientato negli anni '70, con Gwen e compagnia al Coffee Bean) si svolge a New York e ho cercato di riprodurre anche la città com'era allora; Times Square, per esempio, era sede di peep show, frequentata da papponi e prostitute... mi sono rivisto tanti film come "Taxi Driver" o "Midnight Cowboy".
Anche per la Las Vegas della prima pagina ho trovato su youtube un filmato amatoriale dell'epoca.
Ho fatto ricerche per le armi e le divise, la moda, le automobili... insomma, ho cercato di rendere il mondo in cui si muovono i supereroi un po' più reale, cosa che fa parte per me del lavoro ma a cui mi sembra non siano tanto abituati oltreoceano.
A tal punto da sorprendere tutti che non si aspettavano tanta pignoleria! Poi ci sono le cose "tecniche", tipo: come escono gli artigli a Wolverine, le ragnatele sul costume di Spidey (mi sono reso conto che è un'idea geniale per dare profondità all'anatomia ma c'è da diventar matti) o la maledetta visiera di Ciclope, non chiedetemi perchè ma non riesco mai a disegnarla bene!
Cover Albo Numero 2 USA - sketchbook<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Cover Albo Numero 2 USA - matite<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Cover Albo Numero 2 USA - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Cover Albo Numero 2 USA<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - matite<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - matite<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i>

Campo d'azione

Avevo paura che mi lasciassero troppa "mano libera" e che il mio stile sia di disegno che di impaginato potessero non piacere al pubblico.
Per fortuna le critiche sono quasi sempre state molto positive.
L'unico limite è dettato dalla censura, è un fumetto per tutti e si devono evitare sangue e pose troppo provocanti.
Un aneddoto: nella copertina del primo numero si intravedono le mutande di Jean Gray e mi chiesero di allungarle la gonna.
Poi qualcuno ha preso il file sbagliato e ha mandato in stampa la versione meno casta.
Ma non ci sono state lamentele, a quanto ne so!
Tavola doppia tratta dalla miniserie - matite<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i>

Realizzazione

La fase "studi" l'ho saltata proprio!
Ho preferito che i personaggi mi crescessero dentro lavorando... mi sembrava avesse senso visto che raccontiamo della loro "crescita" professionale.
Anche il layout delle pagine cerca di mostrare un'evoluzione in questo senso: più impostato all'inizio e via via più libero, sempre rispettando i limiti di leggibilità.
Ho iniziato subito con lo storyboard, un po' più rifinito dei miei soliti e illegibili sgorbi, e da lì sono passato a matite, chine e colore.
Il colore era la cosa che mi preoccupava di più: i miei non sono decisamente i colori abituali nei comics e io stesso mi domando se non tendo troppo all'effetto "vecchia crosta impolverata" che a me però piace tanto.
Ho cercato di salire un po' di saturazione ma rimango lontano dalle vistose colorazioni digitali, di solito più apprezzate dai lettori.
Cover Albo Numero 4 USA - sketchbook<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Cover Albo Numero 4 USA - matite<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Cover Albo Numero 4 USA - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Cover Albo Numero 4 USA<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Marvel Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - matite<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie - chine<br>disegni di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i> Tavola doppia tratta dalla miniserie<br>disegni e colori di Mario Alberti<br><i>(c) 2009 Panini Comics</i>


Vedere anche...

Anteprima

IT-Alberti, Mario

Condividi questa pagina...