Salta direttamente al contenuto

Les Enfants du crepuscule - Tomo 1

di Semeraro & Nizzoli
Anteprima di  |   | preview/


Les Enfants du crepuscule - Tomo 1
 


Les Enfants du crepuscule - Tomo 1

Anteprima

L'esplorazione del mercato della BD continua a riservarci gradite sorprese, soprattutto nell'ambito della produzione di nuove serie da parte di autori italiani pubblicati da importanti case editrici d'Oltralpe.
Ad aprile, infatti, è stato pubblicato, da Les Humanoïdes Associés, il primo volume de Les enfants du crepuscule, realizzato da Massimo Semeraro ai testi e Marco Nizzoli ai disegni.
Ed è proprio uno dei due autori, nella fattispecie Massimo Semeraro, a raccontarci la...

Genesi

Marco e io avevamo già collaborato per una serie intitolata Fondazione Babele. Era un fumetto piuttosto anarcoide, e con un taglio "underground". Avevamo voglia di tornare a lavorare assieme, forse perché quando lo facciamo sembra che in tutti e due scatti una "scintilla" particolare, ma volevamo anche fare un'esperienza su di una base differente. Ci piaceva l'idea di dare vita a una saga di largo respiro, con una progressione drammatica precisa. Abbiamo deciso di attingere al largo serbatoio del genere perché i generi contengono per definizione una struttura, un'ossatura solida che indirizza lo sviluppo degli eventi. Detto questo, non abbiamo delle pretese di "ortodossia" e quando ci sembra il caso, ci prendiamo tutte le libertà che ci servono.

In giro per la rete


Les Humanoïdes Associés
sito ufficiale della case editrice
Les enfants du crepuscule
promo sito della casa editrice
Abbiamo deciso di muoverci a partire da un'ambientazione steam punk perché ci sentiamo a nostro agio con gli elementi obsoleti, le crepe e la ruggine e anche perché il fantastico porta con sé la possibilità di spaziare molto con l'immaginazione. Per certi versi Les Enfants du Crepuscule è una sorta di Alice nel paese delle meraviglie al contrario. La nostra Alice aveva sempre vissuto come "confinata" in un luogo sperduto. Quando "attraversa lo specchio" e arriva a Croma, vale a dire nel mondo vero, si ritrova coinvolta suo malgrado in una realtà cruda, drammatica e contraddittoria. Una realtà che non le piace affatto e che cambierà per sempre il suo modo di essere e il suo modo di vedere il mondo.

Ricordandovi di cliccare sulle immagini per vederle ingrandite, non dimentichiamo certo di ringraziare Massimo Semeraro & Marco Nizzoli per la disponibilità mostrata.

Ambientazione

La storia ha un'ambientazione simil ottocentesca e allo stesso tempo fantascientifica. Il presupposto alla base è che in questa realtà i mostri esistono realmente! Differenti tra loro, in qualche caso selvatici e sanguinari, a volte fortissimi, più spesso semplicemente repellenti. Sono tanti e diffusi nel mondo, ma pur sempre una minoranza. Quelli piegati a vivere nelle città degli uomini vivono relegati ai gradini più bassi della scala sociale e la politica corrotta non fa che peggiorare le cose.

Quarta di Copertina<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i>
Qualsiasi storia, per quanto fantastica, diventa interessante quando a qualche livello trova dei parallelismi con il mondo reale di chi racconta e chi legge. Una storia che non ha nulla a che fare con l'esperienza reale rischia di essere semplicemente noiosa.
Massimo Semeraro

L'odio razziale è il motore che muove la vicenda. La politica degradata è il detonatore che dà fuoco alla miccia della tensione sociale. Il ricorso alla violenza e al sotterfugio è una costante nelle relazioni interpersonali. In questo contesto si muove la vicenda umana di tre fratelli, una volta uniti da un ambiente familiare confortevole e, da certo momento in poi della loro esistenza, destinati ad allontanarsi tra loro.

Croma è solo una parte dell'universo in cui si colloca la storia. E' la capitale di una regione facente parte di una grande federazione. Croma è un luogo fantastico. Contiene elementi che derivano dalla realtà e una visione della politica non certo idilliaca, ma non è la metafora di una nazione piuttosto che un'altra.

Personaggi

La vicenda ruota intorno a tre fratelli, Alice, Caleb e il piccolo Polo, provenienti da un piccolo borgo sperduto.
I tre ragazzi devono fare i conti con la perdita della loro identità originaria, la famiglia, e con la difficoltà di trovarne una nuova e stabile. Caleb è il personaggio emblematico di questa difficoltà, ma anche Polo e infine Alice, in modo più sfumato, dovranno farci i conti pesantemente.

Cops<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i> Trimarkos<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i>

Caleb vive a Croma, la grande città in pieno conflitto sociale, già da un anno. Vorrebbe affermarsi come poeta, ma i suoi progetti sembrano fallire e deve arrangiarsi come può per riuscire a sopravvivere. Frequenta compagnie artistoidi e consuma abitualmente assenzio.

Tavola 01 - storyboard<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i> Tavola 01<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i> Tavola 12 - storyboard<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i> Tavola 12<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i>

Il racconto inizia con Alice e Polo che giungono in città alla ricerca di una cura per il piccolo che essendo stato morso (così pare) da un licantropo, ha iniziato a manifestare segni di mutazione. Naturalmente cercano immediatamente di contattare Caleb... Poi la loro strada incrocia quella di Trimarkos, un fabbricante di zombi deciso a sfruttare la difficile situazione cittadina per i suoi innominabili scopi...

Tavola 41 - storyboard<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i> Tavola 41<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i> Tavola 49 - storyboard<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i> Tavola 49<br>disegni di Marco Nizzoli<br><i>(c) 2006 Les Humanoïdes Associés</i>

Vedere anche...

Anteprima

Condividi questa pagina...