ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabasePersonaggiSchede




Scheda personaggio
Primo Piano
Index
Biografia

  Donovan
Creato da Guido Nolitta
Prima apparizione: 1977
scheda di Salvatore Bellopede

Primo Piano

Il sergente Donovan è un traditore: dopo aver prestato servizio per anni nell'esercito di Sua Maestà Britannica, organizza la ribellione contro "l'oppressore inglese". Anche se non è sanguinario come il suo complice Big Bear, ha la responsabilità del massacro di Fort Brooks, dove partecipa al tiro al bersaglio sui suoi ex commilitoni, disarmati per la pausa pranzo. E' il primo a rendersi conto che l'uccisione di Roger Goudret da parte di suo cugino (Pierre Goudret alias Big Bear) sarà disastrosa per l'esito finale e cerca, senza successo, di convincere i capi indiani a rimanere.

(13k)
disegno di Fusco
(c) 1977 SBE
   

Donovan è un po' il trait d'union tra i cugini Goudret: mite ma carismatico Roger, violento e attivo Pierre. Ma è proprio questo suo essere che gli fa perdere il comando delle operazioni, che passa al deciso Big Bear. Probabilmente, se ciò non fosse avvenuto, se cioè al comando ci fossero stati lui e Roger Goudret, la causa sarebbe stata portata avanti con buone possibilità di successo. Dei tre è comunque lui il più impegnato: questa è la "sua" rivoluzione, Big Bear ed il Profeta non sono interessati a questa specifica rivolta: ogni regione sarebbe stata buona per loro, pur di andare contro il potere costituito.

Jim Brandon sente questo ragazzo quasi come un fratello ed il suo tradimento è, a detta del "mountie", più doloroso della ferita infertagli da Big Bear nella prigione di Great Falls.

Nella battaglia finale, Donovan si riscatta salvando Tex ed il suo ex capitano dalla morte e provocando la propria nel duello con Big Bear.


Index Personale

Tex 1977| 203/207 Missione a Great Falls (Nolitta/Fusco)

 



Biografia

1977| Il capitano della "Mounted police" Jim Brandon è in missione in territorio americano con un giovane commilitone, il sergente Donovan. Lo scopo del loro viaggio è la traduzione in territorio canadese di un pericoloso fomentatore di odio: il fascinoso Roger Goudret, rinchiuso nelle celle della prigione di Great Falls. Non sono però gli unici a cercare il Profeta: anche Tex è in paese per portarlo a Winslow, dove lo attende un processo.

Durante la discussione nell'ufficio dello sceriffo, irrompono Big Bear ed i suoi scagnozzi, che riescono in un primo tempo ad immobilizzare (addirittura uccidono lo sceriffo) il gruppo. Ma, con Brandon privo di sensi, Tex riesce a sorprendere tutti. Quando dà le spalle a Donovan, però, commette un errore: il "mountie" è complice di Big Bear. Egli colpisce alla nuca il ranger e si dà alla fuga coi cugini Goudret ed i loro complici.

Donovan è responsabile del massacro della guarnigione di Fort Brooks, dove Tex e Brandon capitano dopo aver rischiato la pelle nel Red Canyon, in cui sono caduti il tenente Pembroke e la sua compagnia. Al forte c'è un solo superstite: la guida Soublette, con la quale i due si recano ad Elbow, per arruolarsi nelle file ribelli. Qui però sono smascherati dai due uomini che avevano fatto irruzione con Big Bear nell'ufficio dello sceriffo di Great Falls. Tex e Brandon fuggono in canoa seguiti dagli uomini comandati da Donovan. Il quale, una volta catturatili, confida loro di non avere simpatia per Big Bear e che, fatta trionfare la propria causa, cercherà di liberarsene.

Al villaggio segreto dei ribelli, Donovan, Tex e Brandon vengono accolti da uno spettacolo inatteso: Roger Goudret sta catechizzando i suoi seguaci, che risultano più numerosi del previsto. Ma se fino ad ora tutto è girato storto per i due uomini di legge, un errore di Big Bear fa crollare i sogni dei ribelli: Roger Goudret minaccia il cugino di togliergli il comando delle operazioni, disgustato dai metodi sanguinari coi quali la ribellione cerca di imporsi. Big Bear lo uccide provocando l'abbandono del campo da parte delle le tribù alleate. Tutto questo poco prima dell'arrivo di un imponente contingente di Giubbe Rosse che spazza via le difese dei pochi seguaci di Big Bear.

Il precipitare degli eventi spinge Big Bear ad abbandonare la battaglia e di darsi alla fuga, non senza cercare prima di chiudere definitivamente i conti con Tex e Brandon, legati al palo della tortura. Donovan però lo blocca: gli intima di abbassare il fucile, ma Big Bear reagisce. Dalla sparatoria il grosso ribelle rimane ferito ad una mano, Donovan invece, morente, riesce a tagliare le corde di Tex. Il ranger promette di vendicarlo e, raggiunto Big Bear, lo cattura per condurlo a Great Falls.
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §