ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




" L'odore dei soldi"

TESTI
Stefano Piani
DISEGNI
Luigi Siniscalchi

Pagine correlate:

Un agente di polizia non riesce ad avere giustizia e si ribella all'arroganza della legge asservita ai potenti. E muore. Un copione a cui Nick ha assistito più volte, ma questo giro a morire è un suo amico. L'indagine esce dalla fredda routine e...

Nick Raider odia!
recensione di Emanuele De Sandre


Non siamo purtroppo ancora ai livelli dei leggendari personaggi messi in scena da Maurizio Merli ("Roma a mano armata") e da Luc Merenda ("Milano trema, la polizia vuole giustizia") nei grandi classici del poliziesco all'italiana, ma ci avviciniamo.
Piace la grinta che Piani infonde a Nick Raider, apprezziamo la sequenza di ingiustizie e piccole grandi violenze a cui scopriamo essere stato sottoposto l'amico agente Weber prima di essere freddato. Cresce la rabbia nel lettore e, grazieadio cresce anche l'incazzatura del solitamente algido agente Raider.
"Cresce la rabbia nel lettore e, cresce l'ira del solitamente freddo agente Raider..."
   
Apprezziamo ancor più che finalmente Nick si dimostri partecipe e vivo nell'azione, non scalcinato raccoglitore di cadaveri già freddi, ma concreto e preciso attore nelle sparatorie e negli inseguimenti. Ancora poco, ma un po' più del solito.
Spledido "Ciaocara" Vance, bieco e laido come solo un capo può essere, odioso come i boss della mafia e i loro avvocati.
Precisissimi i meccanismi delle indagini: sia i movimenti dei cattivi, che quelli dei buoni sono ottimamente coordinati e improntati a una logica decisamente ferrea. Inoppugnabili le scelte degli attori, sia dalla parte dei buoni che da quella dei cattivi. Il meccanismo fila liscio, conservando per il finale quel briciolo di originalità che permette di apprezzare al meglio qualsiasi albo costretto ad uscire con cadenza mensile.

Consueto standard elevato per Siniscalchi, buona la cover di Mastantuono, titolo un po' così, visto che di soldi da odorare non se n'è visti poi molti.

Ah, già che ci siamo: vedetevi i due film sopra citati e leggetevi "Il maestro dei nodi" di Massimo Carlotto, che oltre ad essere citato nella Posta gialla, ha soprattutto il merito di aver vinto il concorso letterario Noir in Festival appena conclusosi a Courmayeur.
'Notte.
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §