ubcfumetti.com
Indice del SitoNovitÓ !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  Il gioco della verit´┐Ż
Codice: [45] 94pp
Rating:
scheda di Pasquale Laricchia

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Paolo Bacilieri
    Disegni/Copertina:
    Paolo Bacilieri / Carlo Ambrosini
    Lettering:
    Cristina Bozzi

    SERIE REGOLARE
    n.45 "Il gioco della verit´┐Ż" - 94pp - 05.01/02
    (5k)


In due parole. .

Che accade se Allegra si invaghisce del giovane rampollo dei Tenenbaum, una tra le pi´┐Ż importanti famiglie aristocratiche della Svizzera? Semplice: si imbosca nella vita di questi, spacciandosi per nobile aristocratica anch´┐Żessa! Fin qui di problemi veri e propri non ce ne sarebbero, si sa, son ragazzi, cosa c´┐Ż´┐Ż di male, si divertono cos´┐Ż...
Solo che spesso una bugia necessita di un´┐Żaltra pi´┐Ż grossa che la sostenga´┐Że poi di un´┐Żaltra, e un'altra ancora´┐Że a suon di bugie ci ritroviamo Napoleone che s´┐Żimprovvisa Conte e padre di Allegra (e non so a chi dei due va peggio!). Tutto questo sarebbe anche divertente se non fosse che anche i Tenenbaum hanno in archivio una discreta dose di bugie. Cos´┐Ż facendo la situazione pu´┐Ż velocemente sfuggire di mano rendendo impossibile discernere il vero dal falso, facendo perdere la cognizione della realt´┐Ż, anche se, presto o tardi, tutte le bugie che si creano crollano come un castello di carte e rimane solo la parte pi´┐Ż triste: la verit´┐Ż, e per quanto le si potr´┐Ż ancora sfuggire?


Note e citazioni

  • Il titolo dell´┐Żalbo ´┐Ż lo stesso del film di Michele Massa del 1974, ´┐ŻIl Gioco della verit´┐Ż´┐Ż appunto, con Ugo D´┐ŻAlessio (interprete, tra gli altri de ´┐ŻIl giorno della civetta´┐Ż e ´┐ŻPane e Cioccolata´┐Ż) e Carla Gravina (´┐ŻI soliti ignoti´┐Ż), ma in comune con l´┐Żalbo ha solo il titolo.
  • Pierre, l´┐Żamico di Marc Antoine, ´┐Ż affetto da una 'dislalia infantile', la erre moscia.
  • Napoleone si presenta allo Chateau de Dardigny modificando il suo nome in Napoleone di Carlowitz, come l´┐Żomonimo trattato che sancisce definitivamente la fine della guerra tra l'Impero Asburgico e l'Impero Ottomano (26 gennaio 1699).
  • L'espediente di Napoleone che si finge nobile ricorda da vicino quello analogo nella commedia "Miseria e Nobilt´┐Ż" di Eduardo Scarpetta. (segnalazione di Guido Del Duca).
  • Il film che Napoleone doveva vedere con Allegra ´┐Ż ´┐ŻL´┐Żappartamento´┐Ż di Billy Wilder (USA 1960), con Jack Lemmon e Shirley Maclaine, stupenda commedia dolceamara vincitrice di cinque premi Oscar.
  • Il libro che Napoleone legge durante il turno di notte in albergo ´┐Ż ´┐ŻDu c´┐Żt´┐Ż de chez Swann´┐Ż di Marcel Proust (in italiano ´┐ŻLa strada di Swann´┐Ż), completato nel 1911 ma pubblicato solo nel 1913 a spese dello stesso autore. Questo ´┐Ż il primo dei sette libri che compongono l´┐Żopera ´┐Ż´┐Ż la Recherche du Temps Perdu´┐Ż (´┐ŻAlla ricerca del tempo perduto´┐Ż). Curiosamente, il riferimento a Proust torner´┐Ż anche nel numero successivo (il n.46).
  • Tra le domande a Trivial c´┐Ż´┐Ż: ´┐Żil nome del noto cantante francese di origini Armene´┐Ż; Pierre risponde esattamente "Charles Aznavour" ma ne storpia parte del nome per il suo difetto linguistico.
  • Allegra si intrufola nella famiglia Tenenbaum, la stessa dell´┐Żomonimo film di Wes Anderson del 2001 con un cast favoloso (Gene Hackman, Anjelica Huston, Ben Stiller, Gwyneth Paltrow, Luke Wilson, Owen Wilson, Danny Glover, Bill Murray, Alec Baldwin.).
  • Il collega di Boulet, al quale questi lascia tutte le incombenze del caso del maggiordomo decapitato per aiutare Napoleone, ´┐Ż un tale Assayas, omonimo del regista francese Oliver, autore tra gli altri di ´┐ŻClean´┐Ż (2004) con Nick Nolte e Maggie Cheung (che con la sua interpretazione ha vinto il premio come migliore attrice femminile al 57´┐Ż Festival di Cannes).
  • Sulla strada per Dardigny Pierre nel suo pettegolare riferisce della denuncia subita da Madame Tissot per ingiurie e maltrattamenti; Tissot ´┐Ż anche il cognome di Alice, l´┐Żattrice del film ´┐ŻMadame Bovary´┐Ż (tratto dall´┐Żomonimo romanzo di Gustave Flaubert) del 1933 di Jean Renoir.
  • Pierre e Lisa trovano la foto di Allegra su Internet usando Google.
  • Il padre di Lisa si chiama Alain Cuny, come l´┐Żattore francese morto nel 1994 interprete de ´┐ŻLa dolce vita´┐Ż.
  • Bacileri interpreta bene la storia dandole un tono grottesco ma cos´┐Ż facendo viene meno la forza surreale dei suoi disegni, che stavolta sembrano meno intensi. Nonostante questo ci regala alcune perle, tra cui il cinquecentesco quadro a pag. 36 e la figura di Jean Jacques Tenenbaum al quale dona le fattezze di Walter Matthau, attore americano vincitore dell´┐ŻOscar nel 1966 (miglior attore non protagonista) e interprete di numerosi film memorabili come ´┐ŻLa strana coppia´┐Ż, ´┐ŻNon per soldi ma per denaro´┐Ż e ´┐ŻIl piccolo diavolo´┐Ż).
Incongruenze
  • Il paese dove i Tenenbaum hanno il loro Chateau ´┐Ż Dardigny, che per quanto ne so non compare in nessuna mappa. Quindi o l'autore ha pensato appositamente di modificare il nome di Dardagny, che ´┐Ż effettivamente una localit´┐Ż svizzera, oppure si ´┐Ż semplicemente sbagliato a indicarla!

La frase
  • "Io sono la verit´┐Ż, la pura e semplice Verit´┐Ż´┐Żma a dire il vero, non sono n´┐Ż pura n´┐Ż semplice. Sono un genere di lusso che la maggior parte degli esseri umani non p´┐Ż´┐Ż permettersi.".
    La Verit´┐Ż, pag.72.


Personaggi

Napoleone, Boulet, ispettore Allegra, Tenenbaum, Jean Jacques, capostipite della famiglia Tenenbaum, Marc Antoine, giovane rampollo Cuny, Alain, amico di Jean Jacques e padre di Lisa, fidanzata di Marc Antoine Pierre, amico di famiglia Lucrezia, Caliendo e Scintillone, peodotti psichici di Napoleone La Verit´┐Ż

Locations

Ginevra Svizzera Hotel Astrid Hotel Le Richmond Villa Tenenbaum Chateau de Dardigny.

Elementi

Concezione della verit´┐Ż Bramosia di potere Avidit´┐Ż
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §