ubcfumetti.com
Indice del SitoNovitÓ !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





Pagine correlate:

  Storia di Allegra
Codice: [4] 94pp
Rating:
scheda di Francesco Manetti

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Carlo Ambrosini
    Disegni/Copertina:
    Carlo Ambrosini

    SERIE REGOLARE
    n.4 "Storia di Allegra" - 94pp - 98.03
    (5k)


In due parole. .

Serata di pioggia. Allegra, una ragazzina di tredici anni in cerca del padre, cerca rifugio (dalla pioggia e dalla polizia) nell'h˘tel Astrid. Napoleone la lascia riposare per una notte; poi, al mattino, l'accompagna al laboratorio di maţtre Goriot, un orefice, presunto padre della ragazzina. E lý iniziano i guai...


Note e citazioni

  • Napoleone viene ferito ad una tempia da un colpo di arma da fuoco.
  • Allegra Ŕ in grado di vedere Lucrezia, Caliendo e Scintillone. Anche lei, del resto, ha un proprio "prodotto psichico" (Robespierre).
  • Dopo il coccodrillo-Aldo Fabrizi che parla in romanesco (NP n.3), in questo numero compare un cavallo "meraviglioso" che parla in dialetto emiliano.
  • Buona cosa il lasciare in francese le scritte di insegne, iscrizioni, biglietti da visita, etc. Talvolta, per˛, Ambrosini trascura di mettere qualche accento.
  • Confermata la passione di Napoleone per i film di Roman Polanski: dopo essere andato a vedere (per l'ennesima volta) "Cul de Sac" (nel NP n.3), Napoleone, al termine di questo numero, propone ad Allegra di andare a vedere "Pirati".
  • Confermata anche la passione di Ambrosini per la cultura francese: dopo i numerosi rinvii a Baudelaire (presente addirittura come personaggio onirico ne "Il guardiano della memoria", DD n.108), dopo il Mich¨ de "Il cavaliere senza nome" (NP n.2) e il Villon de "Il folle Barrakan" (NP n.3), in questo albo Ambrosini da' al (presunto) padre di Allegra il cognome del protagonista de "Le PŔre Goriot" di HonorÚ de Balzac.
Incongruenze
  • A pag.26, vedendo il cadavere di Goriot, Allegra esclama "papÓ", malgrado ella stessa sia consapevole del fatto che l'orafo non Ŕ affatto suo padre. Questo Ŕ un atteggiamento un po' disonesto, da parte di Ambrosini, nei confronti del lettore. A meno che non si debba supporre che Allegra, resasi conto della presenza del sicario, abbia giÓ cominciato a recitare il ruolo della figlia (dimostrando non soltanto un sangue freddo ed un tempismo davvero notevoli, ma prevedendo persino, chissÓ come, il vantaggio che avrebbe ricavato da tale finzione).
  • Non Ŕ ben chiaro quale sia l'entitÓ della ferita alla testa di Napoleone. Si deve necessariamente supporre che egli sia stato soltanto colpito di striscio, dato che altrimenti sarebbe senz'altro morto. Non divengono allora un po' eccessive le considerazioni di Dumas, secondo il quale Napoleone era "pi¨ morto che vivo" (pag.55)?
  • Boulet si rivolge a Napoleone chiamandolo a volte per nome di battesimo, altre volte usando invece l'espressione pi¨ formale "signore". Questa oscillazione, apparentemente immotivata, si verifica anche fra vignette contigue (vedi pag.93).
  • L'auto di Napoleone, parcheggiata davanti all'h˘tel Astrid, "si sposta", da una vignetta all'altra, ora un po' pi¨ vicino alla porta d'ingresso, ora un po' pi¨ distante da essa (cfr.pag.5 e pag.12 con pag.19).
  • Nella vignetta 5 di pag.19 si vede il campanello sulla colonna destra dell'ingresso dell'h˘tel Astrid. Nella vignetta 6 il campanello scompare. segnalazione di Claudio Cardinali
  • Vignetta 4 di pag.27: dov'Ŕ finito il corpo di Napoleone?
  • La stessa auto della polizia Ŕ parcheggiata prima diagonalmente (pag.60), poi parallelamente (pag.63) all'edificio nel quale Ŕ situato il laboratorio di Goriot.
  • Vignetta 3 di pag.94: la fasciatura sulla testa di Napoleone va a finire sotto i suoi capelli quando Ŕ sempre stata sopra. segnalazione di Claudio Cardinali
  • Vignetta 5 di pag.96: spariscono le bretelle dell'ispettore Dumas, presenti in altre vignette. segnalazione di Claudio Cardinali
  • Nelle vignette 2 e 6 di pag.97 l'ispettore Dumas ha l'orologio a sinistra mentre nella vignetta 5 e, presumibilmente, anche nella vignetta 6 di pag.96 lo ha a destra. segnalazione di Claudio Cardinali
La frase
  • Napoleone: "LÓ c'Ŕ una scala, ma Ŕ troppo ripida per il cavallo..."
    Cavallo: "Un momento...io sono meraviglioso...so anche volare, all'occorrenza."


Personaggi

Allegra Tellier ragazzina tredicenne Pierre occasionale "amico" di Allegra Napoleone Lucrezia materiale psichico Caliendo materiale psichico Scintillone materiale psichico EugŔne Goriot [+] mastro orafo-orologiaio Rose Simenon governante Yang [+] sicario agli ordini di Fun-Luhy Dumas ispettore Boulet aiuto dell'ispettore dottore volatile non meglio identificato [dimensione onirica] cavallo "meraviglioso" [dimensione onirica] Robespierre materiale psichico ("prodotto" da Allegra) Li Peng agli ordini di Fun-Luhy Vov, Zabov, Cinar cani da guardia, sorvegliano la villa di Fun-Luhy Testedicane [+] pirata con tre teste di cane (le stesse di Vov, Zabov e Cinar) al posto della testa [dimensione onirica] Fun-Luhy direttore del Centro di studi sulla meditazione Zen, ha allestito un traffico illegale di uranio Sen-Sey proprietario del ristorante cinese "Huao Giao", amico di Napoleone Fushimato ingegniere giapponese, turista [dimensione onirica] nonna di Allegra [dimensione onirica]

Locations

H˘tel Astrid rue Baudelaire, 8, Ginevra laboratorio di Goriot rue de Paracelso, 18, Ginevra ospedale nave capitanata da Allegra [dimensione onirica] Centro di studi sulla meditazione Zen La sorgente dei pensieri isola [dimensione onirica] Huao Giao ristorante cinese di proprietÓ di Sen-Sey sorgente della veritÓ consente a chi si bagna nelle sue acque di realizzare i propri sogni [dimensione onirica] Gendarmeria della Polizia Cantonale Ginevra La belle maison collegio dove abita e studia Allegra

Elementi

rapimento (di Allegra) battaglia navale dea Trhima alias "la sorgente dei pensieri" divinitÓ orientale, "sovrana" dell'isola omonima traffico di uranio
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §