ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




" Il carattere
dello scorpione"


In questa pagina:
Testi
Disegni
Globale

Pagine correlate:

Faites vos jeux...

Un dollaro d'onore
recensione di Daniele J.Farah



TESTI
Sog. e Sce. Carlo Ambrosini    

Nel 1958 il regista americano Howard Hawks firma il film "Rio Bravo" apparso col titolo italiano "Un dollaro d'onore". Il protagonista è John Wayne nella parte dello sceriffo. Dean Martin è l'aiuto sceriffo Dude: un uomo così dedito all'alcool da essere capace di umiliarsi fino al punto da raccogliere con le mani un dollaro gettatogli nella sputacchiera. Nel corso degli eventi si affrancherà completamente, ma prima di quel momento andrà vicino alla morte: sofferente per la lunga astinenza verrà colto di sorpresa e quasi affogato nell'abbeveratoio dei cavalli.

(12k)
Bere troppo può uccidere
n.35, pag.35
disegni di Ornigotti (c) SBE 2003
   

Anche il Robert Lagrange creato da Ambrosini è un uomo di legge. Anche lui è dedito all'alcool, per non parlare del suo vizio per il gioco. Anche lui per denaro (speso in auto sportive e whisky) ha calpestato il proprio onore. Non sono però dollari quelli che circolano, ma fiches aventi un controvalore in franchi svizzeri. Lagrange sarà però più sfortunato di Dude perché finirà affogato nella vasca da bagno di George Veneziano: l'uomo che ha uno scorpione tatuato sul torace.

Ambrosini si diverte prima ad inserirci una storiella (vedi scheda) e poi ci getta un po' di indizi visivi che si rivelano fuorvianti. Lo scorpione tatuato ne è un esempio.

(12k)
Il fumo fa male
n.35, pag.75
disegni di Ornigotti (c) SBE 2003
   

Lagrange /scorpione aveva il vizio del gioco ed è morto perché non ha saputo usare la ragione per mettere un freno a questo suo vizio, questo suo "carattere". Veneziano/scorpione uccide Lagrange/ranocchia e metterà così in moto gli eventi che lo porteranno anche alla propria morte. Marianne/scorpione ha il vizio della droga, uccide Veneziano/ranocchia e verrà così arrestata da Dumas. Anche Bemèl è un vecchio scorpione che alla prima opportunità si lascia convincere da Jobert a commettere un furto perché niente gli dà più gusto dell'aprire una cassaforte. Però lui è animato anche da un intento altruistico: aiutare la nipote nei suoi problemi economici. Accadrà così che a giochi finiti Bemèl avrà un bel gruzzolo per trascorrere serenamente la vecchiaia e Jobert/ranocchio non diventerà un Principe Azzurro ma se la spasserà ai Caraibi circondato da "Cenerentole" locali.

La verità del messaggio che quindi ci vuole lanciare Ambrosini forse si nasconde nelle parole di Lucrezia: siamo tutti scorpioni e rane allo stesso tempo. Non esiste quindi una netta divisione fra colpevoli ed innocenti. Talvolta però, all'interno di un cluster di binomi scorpioni/ranocchie può capitare che qualcuno riesca ad attraversare il ruscello incolume. E' il caso di Bemèl/Jobert che hanno saputo entrambi porre un freno al proprio carattere lavorando per il bene comune: Bemèl evitando di denunciare Jobert e Jobert inviando a Bemèl la sua parte della "vincita alla lotteria".


DISEGNI
Gabriele Ornigotti    

I disegni di Ornigotti sono ben fatti. Volti espressivi e sequenze d'azione ben realizzate.

Una curiosità da notare è la variazione che è stata compiuta sulla caratterizzazione del personaggio di Robert Lagrange, quantomeno rispetto al promo del numero precedente.

(12k)
la vignetta in cui Robert Lagrange entra nel bagno di Veneziano come compariva nel promo presente in quarta di copertina di NP n.34
disegni di Ornigotti (c) SBE 2003

(12k)
I due volti di Lagrange: la vignetta nella versione definitiva
n.35, pag.33, vignetta 5
disegni di Ornigotti (c) SBE 2003



GLOBALE
 


 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §