ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineMagico VentoArticoliPrecedenteSuccessiva






Aspettando il determinante punto di svolta delle guerre indiane, ripercorriamo quello che è accaduto sino ad oggi in Magico Vento attraverso i ritratti dei protagonisti della serie.

La Grande Visione di Magico Vento
articolo di Cristian Di Clemente

(5k)
Alcuni protagonisti
  
La lunga saga di Magico Vento che sarà pubblicata nei n.97-101 della serie racconterà l'intero ciclo della guerra tra l'esercito degli Stati Uniti ed i Sioux guidati da Toro Seduto e Cavallo Pazzo, del quale è rimasto nell'immaginario collettivo il solo episodio del Little Big Horn (giugno 1876). E' un evento editoriale senza precedenti nel fumetto, che rappresenterà il culmine della ferrea e coerente continuity della serie che, negli anni, ha miscelato elementi storici, fantastici e di fantasia.
Per aiutare chi non si è mai avvicinato alla serie (ma anche per i suoi lettori abituali), uBC ha preparato un riepilogo di quanto è accaduto sino ad oggi. Dopo questo ciclo, infatti, Magico Vento dovrà ricominciare da capo. Un nuovo inizio, approfittatene.
Buona lettura!

La bussola per orientarsi
Nell'esercito degli Stati Uniti la situazione con i Sioux è seguita dal Generale Crook, ai cui comandi ci sono il Generale Terry ed il Generale Custer. I Sioux ribelli sono guidati da Toro Seduto e Cavallo Pazzo. Piccolo Grande Uomo e Lungo Sacerdote sono pericolose teste calde. Nuvola Rossa, vecchio capo di guerra, vive in riserva. Sullo sfondo ci sono interessi politici ed economici, gli intrighi di Hogan e Volta Nera, le indagini dei Servizi Segreti Federali e la minaccia degli Antichi. Magico Vento e Poe sono l'elemento comune a tutto quanto.

Le tappe cruciali
Con i trattati di pace di Fort Laramie (1868), Nuvola Rossa, grande capo Sioux, ha cessato le ostilità contro l'esercito degli Stati Uniti ed è andato a vivere in riserva, nel Sud di un vasto territorio lasciato ai Sioux, che comprende le Grandi Pianure e le Black Hills. La pace con i bianchi è molto fragile: speculatori e guerrafondai (come Hogan e la Volta Nera) la mettono spesso a dura prova.

(6k)
Missioni provocatorie
nei territori Sioux
di Frisenda
(c) SBE
La compagnia ferroviaria Northern Pacific, nei suoi piani di sviluppo, prevede di passare nei territori Sioux a Nord, in palese violazione dei trattati. Missioni esplorative di ingegneri, con robuste scorte militari, avvengono nella valle del fiume Yellowstone. Toro Seduto assume il comando degli indiani ribelli, con al suo fianco, come elementi di spicco, Cavallo Pazzo e Magico Vento (1872-1873). I Sioux non cedono alla provocazione e tutto si riduce a brevi battaglie.

(7k)
I cercatori d'oro
invadono le Black Hills
di Milazzo
(c) SBE
Voci sull'esistenza di ricchi giacimenti d'oro nelle Black Hills (territorio sacro per i Sioux) spingono avventurieri bianchi ad organizzare spedizioni clandestine di cercatori d'oro. Per arginare tali incursioni (che minano la stabilità nella regione) i militari allestiscono una spedizione ufficiale d'esplorazione che scopre l'oro (1874). Questo dà inizio a nuove ed incontrollate invasioni dei cercatori d'oro nelle Black Hills, senza che l'esercito riesca a farvi fronte. Di fatto, le Black Hills non appartengono più agli indiani.

(6k)
Trattative impossibili
di Parlov
(c) SBE
Per indennizzare i Sioux, una delegazione del Presidente degli Stati Uniti tratta l'acquisto delle Black Hills. La sola ipotesi crea profonde fratture tra i Sioux che vivono nella riserva di Nuvola Rossa e tra quelli ribelli, e le trattative si concludono con un completo fallimento. La guerra è alle porte...

(10k)
Stelle, strisce
e interessi economici
di Frisenda
(c) SBE
Politica ed Economia
Gli Stati Uniti sono in una grave crisi economica, che non risparmia la Northern Pacific, colosso ferroviario, in forti difficoltà finanziarie. Il Presidente degli Stati Uniti è il repubblicano Ulysses Grant: non ha mai sostenuto una guerra contro i Sioux ma, secondo l'opposizione (i democratici), la scelta è dettata dal fatto che una guerra sarebbe troppo costosa. La politica di sviluppo della Northern Pacific è in palese violazione dei trattati di pace: è difficile pensare che non abbia corrotto alcuni elementi militari. Del resto, lo sviluppo della Ferrovia è essenziale per la stessa economia degli Stati Uniti. La Northern Pacific ha finanziato la ricerca di nuovi filoni auriferi ed ha suggerito la missione militare per esplorare le Black Hills alla ricerca dell'oro. I giacimenti delle Black Hills hanno, ovviamente, reso scomodo il trattato di pace con i Sioux anche per il Governo americano.
Gli ambienti pacifisti di Washington (intellettuali e religiosi) non sostengono più Nuvola Rossa e la causa indiana: uno scandalo dai risvolti sessuali, con Nuvola Rossa coinvolto in modo inconsapevole, ne ha rovinato la reputazione morale. Il complotto, ordito dalla Chiesa Episcopale per togliersi da una situazione imbarazzante (aveva designato l'agente governativo della riserva accusato di ruberie da Nuvola Rossa), difficilmente può essere stato attuato senza il beneplacito del Presidente Grant (è suo fratello Orvil, secondo numerose fonti, a gestire la truffa ai danni della riserva di Nuvola Rossa). Molti elementi dell'amministrazione del Presidente Grant sono, infatti, corrotti. I democratici, in vista delle prossime elezioni presidenziali, stanno impostando la loro campagna elettorale proprio sulla lotta alla corruzione.

(12k)
Magico Vento
di Frisenda
(c) SBE
Magico Vento
Magico Vento è lo sciamano bianco dei Sioux della tribù di Coda di Toro. Ex soldato (il suo vero nome è Ned Ellis), dotato del "dono della visione", non ricorda il proprio passato se non per frammenti. Il suo cammino personale e spirituale, come gli è stato rivelato nella ricerca della sua "grande visione" (MV 16), è intrecciato con quello dei grandi capi che guidano il suo popolo adottivo: Nuvola Rossa, Cavallo Pazzo e Toro Seduto. Con tutti loro Ned ha un rapporto personale di stima e grande fiducia. Magico Vento è molto popolare tra i Sioux e rispettato dai nemici (tribù avversarie, come i Crow, o i militari come Custer e Crook). La sua tribù adottiva si è trasferita nella riserva di Nuvola Rossa (MV 44): Magico Vento avrebbe preferito che si unisse ai ribelli ma, in mancanza di una volontà unanime della tribù, è rimasto con essa. Durante le trattative per vendita delle Black Hills (che non approva), Magico Vento ha fermato un'azione dei Sioux guidati da Piccolo Grande Uomo, inimicandosi la fazione più fanatica dei ribelli (MV 85) e guadagnandosi la stima del generale Crook, con il quale ha in seguito collaborato per studiarne le mosse (MV 86). Magico Vento non è, tuttavia, un pacifista: sa che la guerra con i militari è inevitabile, ma vuole evitare che scoppi prima che il suo popolo sia veramente unito.

(9k)
Poe
di Copello, Ramella
& Volante (c) SBE
Poe
Willy Richards, detto Poe per la somiglianza con il celebre scrittore (con il quale condivide un passato da alcolizzato), è un giornalista intelligente e con una profonda conoscenza della situazione politica, economica e sociale degli Stati Uniti. Vive alla macchia da quando, con le sue inchieste, si è interessato troppo agli scheletri nell'armadio del potente affarista Hogan. Inseparabile compagno di Magico Vento, dopo la scomparsa di Hogan dalla vita pubblica Poe ha combattuto, insieme a Ned, i cospiratori della Volta Nera, stringendo una lunga collaborazione con i Servizi Segreti Federali. Poe sostiene la causa indiana scrivendo per il "Morning" di Omaha. Grazie alla sua professione ha spesso la possibilità di intervistare gli esponenti di spicco dei militari (Crook e Custer). Recentemente, Hogan gli ha risparmiato la vita (MV 91) perché Poe è necessario ai suoi nuovi, oscuri piani.

(11k)
Nuvola Rossa
di Talami&Biglia
(c) SBE
Nuvola Rossa
Nuvola Rossa è stato un grande capo Sioux del passato, il primo ad unire tribù di nazioni diverse contro i bianchi. Dopo i trattati di pace di Fort Laramie, Nuvola Rossa si è trasferito in riserva, dove vive in una capanna di legno sulla quale sventola la bandiera degli Stati Uniti, per testimoniare la sua volontà di pace. Le forniture garantite dai trattati sono spesso precarie dal punto vista quantitativo e qualitativo. Nuvola Rossa ha condotto le trattative di vendita delle Black Hills, per poi interromperle quando si è reso conto che ogni decisione avrebbe creato profonde lacerazioni nel suo popolo (MV 85). Molti giovani guerrieri pensano che il vecchio capo abbia perso dignità e fierezza. In realtà, Nuvola Rossa ha una visione di lungo periodo e prende importanti decisioni senza rivelare a nessuno cosa ha in mente, disorientando spesso il suo stesso popolo. Magico Vento ha capito che Nuvola Rossa ha firmato il trattato di pace di Fort Laramie per garantire un asilo sicuro a tutte le tribù (la sua riserva accoglie molti ribelli d'inverno, sfamandoli e rifornendoli di armi) e che il vecchio capo ha rinunciato a combattere perché deve rappresentare anche quelli che si sono adattati a vivere in riserva (MV 86).

(5k)
Toro Seduto
di Piccatto
(c) SBE
Toro Seduto
Toro Seduto, insieme a Cavallo Pazzo, guida le tribù ribelli. Non ha aderito ai trattati di pace di Fort Laramie. Ha affermato la propria leadership durante gli scontri tra esercito e indiani ribelli nella valle del fiume Yellowstone (MV 39). Toro Seduto è molto intelligente e cauto nel valutare ogni mossa (ha la fama di "temporeggiatore") e cerca di evitare inutili spargimenti di sangue. Il suo obiettivo è tenere unite le diverse nazioni degli indiani, senza limitare, apparentemente, la libertà operativa delle singole bande (a differenza di Nuvola Rossa, che manteneva un rigido comando centralizzato, mal sopportato dai Sioux). In realtà, tramite i suoi akicita (il servizio d'ordine indiano), pronti ad intervenire nel momento decisivo sulla base di accurati piani strategici, Toro Seduto tiene sotto controllo la situazione. Cavallo Pazzo e Magico Vento sono suoi fedeli compagni in battaglia e in discussioni strategiche. Tra Toro Seduto e Nuvola Rossa non corre buon sangue, ma i due hanno saputo far fronte unito durante l'esplorazione di Custer alla ricerca dell'oro nelle Black Hills, convenendo di non reagire alla provocazione (MV 61-62). Non ha partecipato alle trattative per la vendita delle Black Hills.

(5k)
Cavallo Pazzo
di Frisenda
(c) SBE
Cavallo Pazzo
Cavallo Pazzo ha combattuto in passato al fianco di Nuvola Rossa, del quale è stato il miglior guerriero. Oggi Cavallo Pazzo critica il vecchio capo, ritenendolo interessato solo a mantenere il potere sulla sua gente con il sostegno dei bianchi e delle loro false promesse. Cavallo Pazzo è il condottiero di battaglia di Toro Seduto ma è anche un solitario, uno che non prende ordini. Durante l'esplorazione di Custer delle Black Hills (MV 61-62) è stato una pericolosa mina vagante alla decisione di non intervenire di Toro Seduto e Nuvola Rossa, a causa del dolore e della rabbia provocati dalla morte della figlioletta, uccisa da una malattia dei bianchi. Ha il più grande ascendente tra i ribelli e non ha preso parte alla trattative per la vendita delle Black Hills. Grande amico di Magico Vento, Cavallo Pazzo ha avuto una visione di loro due in un campo pieno di cadaveri di soldati, tra cui quello di Custer, ma nel sogno non erano in grado di gioirne (MV 45).

(4k)
Generale Crook
di Talami&Biglia
(c) SBE
Generale Crook
Il Generale Crook ha ricevuto dallo Stato Maggiore il compito di gestire la situazione del territorio Sioux (MV 55). E' fedele al Presidente Grant, con il quale è in confidenza. In passato ha guidato con successo la campagna militare contro gli apache di Kociss, sfruttando le divisioni interne alle tribù dei pellerossa (MV 82-83). Scaltro ed impenetrabile nelle proprie mosse, Crook è un grande stratega che sa adattare i piani a seconda della situazione. Muove il proprio esercito solo se è sicuro della vittoria. Ha arruolato scout Crow, nemici storici dei Sioux. Crook ha scoperto che molti ribelli svernano presso la riserva di Nuvola Rossa. Interessato a sfruttare le spaccature tra i Sioux ribelli e quelli delle riserve, Crook ha chiesto a Nuvola Rossa di dargli i suoi uomini della guardia armata per combattere contro Cavallo Pazzo, ricevendo il rifiuto del vecchio capo. Ha messo alla prova Magico Vento, ma la loro collaborazione è terminata presto (MV 86).

(12k)
Generale Custer
di Parlov
(c) SBE
Generale Custer
Il Generale Custer (Capelli Gialli per gli indiani) ama assumere le missioni più rischiose. Ha la fama di essere spericolato ed improvvisatore nelle battaglie: questo lo ha reso molto popolare presso l'opinione pubblica, ma ha anche suscitato le ostilità dello Stato Maggiore militare. Custer è visto male anche dal Presidente Grant: il generale, infatti, denuncia spesso la corruzione dell'amministrazione americana. Custer non naviga nell'oro ed ha pochissimi amici (tra questi, c'è Thomas Rosser, elemento di spicco della Northern Pacific). Nella gestione della questione indiana, Custer ha per superiore il Generale Crook ed è stato, negli ultimi tempi, scavalcato anche dal Generale Terry. Recentemente Custer ha iniziato a studiare le strategie dei grandi condottieri del passato (MV 77-78) e ora sta alimentando le voci che lo vogliono candidato dei democratici alle prossime elezioni presidenziali (MV 91). Non ha intenzione di andare sino in fondo, ma vuole sfruttare la sua popolarità presso l'opinione pubblica per fare pressione sul Presidente Grant, affinché quest'ultimo gli affidi un incarico, scavalcando il comando militare che da tempo lo lascia inoperativo a Fort Lincoln.

(11k)
Generale Terry
di Parlov
(c) SBE
Generale Terry
Il Generale Terry, esperto di questioni legali e giuridiche (partecipò ai trattati di pace di Fort Laramie), ha seguito le delicate trattative per la vendita delle Black Hills (MV 85). In precedenza, quando era Colonnello, era alle dipendenze di Custer e ne aveva fortemente criticato la missione alla ricerca dell'oro nelle Black Hills, intuendo che avrebbe di fatto legittimato gli ingressi clandestini dei cercatori d'oro, come è poi accaduto. Da poco tempo promosso a Generale, ora è Custer (che Terry giudica una "testa calda") a dover stare ai suoi comandi.

(4k)
Thomas Rosser
di Biglia
(c) SBE
Thomas Rosser
Ex Generale sudista, Thomas Rosser è amico di vecchia data di Custer, con il quale ha frequentato l'accademia militare di West Point. Dopo la guerra civile, Rosser è stato assunto, grazie ad una raccomandazione di Custer, dalla compagnia ferroviaria Northern Pacific. Qui Rosser ha fatto carriera, diventandone un elemento di spicco. E' grazie a Rosser e all'influenza della ferrovia per cui lavora che Custer ha ottenuto il comando delle missioni nello Yellowstone (MV 45-46) e nelle Black Hills (MV 61-62). Rosser ha catturato Magico Vento all'epoca dei fatti dello Yellowstone ed ha suggerito (MV 55) l'esplorazione ufficiale delle Black Hills alla ricerca dell'oro.

(12k)
Lungo Sacerdote
di Parlov
(c) SBE
Lungo Sacerdote
Lungo Sacerdote è uno sciamano solitario, fanatico della guerra, e intorno a sé riesce ad arruolare solo giovani teste calde, che esalta con l'inganno. La sua visione è di breve periodo: provocare la scintilla che dia il via alla guerra contro gli odiati bianchi, senza curarsi troppo delle conseguenze. Durante la crisi dello Yellowstone, ha perso la faccia di fronte al popolo Sioux promettendo una falsa invulnerabilità a chi avrebbe indossato delle casacche sacre (MV 39). E' invidioso della popolarità di Magico Vento e durante le trattative per la vendita delle Black Hills ha cercato di minare l'autorità di Nuvola Rossa (MV 85). In seguito ha sobillato Jack nell'infruttuoso tentativo di eliminare Crook (MV 86). Nuvola Rossa lo ha cacciato dalla sua riserva.

(4k)
Piccolo Grande Uomo
di Milazzo
(c) SBE
Piccolo Grande Uomo
Piccolo Grande Uomo è un'altra testa calda, più popolare e meno fanatico di Lungo Sacerdote. Amico di Cavallo Pazzo, del quale soffre tuttavia l'ascendenza ed il comando, è molto impulsivo e spericolato. Sino ad ora ha rimediato soprattutto delle brutte figure: una sua iniziativa alla guida di centinaia di ribelli ha rischiato di trasformare la trattativa per la cessione delle Black Hills in un bagno di sangue (MV 85), ma Magico Vento lo ha umiliato di fronte a tutti.

(4k)
Jack
di Talami&Biglia
(c) SBE
Jack
Jack è il giovane figlio di Nuvola Rossa. Cresciuto con un padre troppo importante e che non comprende a fondo, è geloso del rapporto tra il genitore e Magico Vento. E' ansioso di combattere e Nuvola Rossa gli ha dato il permesso di raggiungere Cavallo Pazzo, per imparare da lui come agisce un vero guerriero (MV 86). In questo modo, il vecchio capo ha anche dimostrato ai suoi uomini che il suo cuore è con i ribelli.

(10k)
Hogan
di Ramella
(c) SBE
Howard Hogan
Howard Hogan, il grande nemico di Magico Vento, è stato un potente ed influente uomo d'affari, nonché guerrafondaio. Costretto su una sedia a rotelle dai fatti dell'incendio di Chicago (MV 32), Hogan si è ritirato dalla vita pubblica e persegue i propri scopi nell'ombra. Ha sgominato i cospiratori della Volta Nera, alla quale era affiliato (MV 58): questo gli ha garantito, da parte dei Servizi Segreti Federali e del Presidente Grant, l'impunità per i suoi loschi affari, a patto di uscire dalla vita politica ed economica del paese. Dopo aver superato il periodo, psicologicamente difficile, dell'esilio presso le cascate del Niagara (MV 74), Hogan ha ripreso a tessere le sue trame, che ora sono rivolte alle prossime elezioni presidenziali (MV 91). Hogan cerca di manovrarne i candidati, con la collaborazione di potenti industriali. I suoi poteri mentali sembrano scomparsi, e con essi il legame psichico che lo ha legato per anni a Magico Vento.

(11k)
Volta Nera
di Frisenda
(c) SBE
Volta Nera
La Volta Nera è una consorteria segreta ed illegale di cospiratori interessati a gestire il potere economico, con elementi di spicco in ogni ramo (finanzieri, politici, militari e magistrati). Accanita sostenitrice di una guerra contro gli indiani per promuovere i propri interessi, la Volta Nera influenza i guerrafondai e copre gli illeciti della Northern Pacific. Dopo che il negromante Aiwass ha risvegliato gli Antichi, alcuni membri della Volta Nera sono stati trasformati in misteriose creature, dando inizio alla sanguinosa epurazione da parte di Hogan (MV 48 e MV 52). In seguito, lo stesso Hogan ha eliminato il fondatore della Volta Nera (MV 58), per vendetta personale, e ha collaborato con il Presidente Grant per fare arrestare gli altri membri della consorteria. La Volta Nera, tuttavia, è sopravvissuta e ha ripreso a minacciare Ned e Poe (MV 88).

(5k)
Gli Antichi
di Parlov
(c) SBE
Antichi
Gli Antichi sono un popolo dai misteriosi poteri, grandi nemici dei Sioux. Abitavano le terre dei pellerossa prima ancora del loro arrivo ma furono sconfitti (con modalità ancora ignote) ed allontanati dai Sioux. La loro società, guidata da sacerdoti tiranni, praticava riti sanguinari, durante i quali sacrificavano uomini e trasformavano alcuni prescelti in creature simili a loro, pur restando in apparenza esseri umani. Tornati alla ribalta dopo essere stati evocati da Aiwass, i sacerdoti degli Antichi hanno assunto il controllo di alcuni membri della Volta Nera per sterminare il popolo rosso, ma Hogan e Magico Vento hanno eliminato le loro creature (MV 48 e MV 52). Gli Antichi hanno cercato, in seguito, di rendere Magico Vento loro schiavo, ma sono stati (temporaneamente?) sconfitti dallo Sciamano bianco nelle Grotte del Vento (MV 53-54).

(10k)
Fulton
di Frisenda
(c) SBE
Servizi Segreti Federali
I Servizi Segreti Federali sono guidati dal Senatore Fulton, con il quale Ned e Poe hanno spesso collaborato per sventare le trame di Hogan e della Volta Nera. Essendo alle dipendenze del Presidente Grant, i Servizi Segreti devono coprire la corruzione che lo circonda. Un intervento di Ned per salvare Norma ha mandato all'aria il piano di sorveglianza di Hogan durante il suo esilio: questo ha rotto qualcosa nel rapporto con Fulton, che non è più molto bendisposto a coprire Ned e Poe (MV 74). Agli ordini di Fulton ci sono gli agenti Henry Task (alias Dick Carr, ex-attore di teatro dal volto sfigurato e abile trasformista) e Little Boy, grandi amici di Ned e Poe. Con i Servizi Segreti spesso interagisce anche il Generale Sherman, stretto collaboratore del Presidente, cinico e privo di scrupoli.

(4k)
Norma Snow
di Frisenda
(c) SBE
Norma Snow
Celebre attrice di teatro, Norma Snow è il grande amore di Magico Vento. Membra succube, quasi schiavizzata, della Volta Nera, Norma ha svelato a Hogan i segreti del negromante Aiwass, consentendogli di sconfiggerlo (MV 47). Hogan le aveva promesso di lasciarla libera, ma ha continuato a tenerla con sé. Norma prova gratitudine per Hogan (senza di lui, sarebbe stata vittima della Volta Nera) e gli è rimasto vicino anche durante il difficile esilio (MV 74). In seguito Hogan l'ha lasciata libera, ma Ned ha compreso che gli intrighi del suo nemico continuano ad aleggiare su Norma, generandogli dubbi su di lei. Ned le ha detto addio, desideroso di cancellare il pensiero di Hogan dalla propria mente (MV 91).
 
 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §