Out of Bonelli

Mappa del SitoNovitàIndice

OoB: Samuel Sand n.1, edito dalla Star Comics
" Il genio del male "
5/7
Sottotitolo: "Agenzia casi impossibili". Totale percentuale, se applicato: 61%


Samuel e Lyla costituiscono la sezione dedita ai casi mysteriosi di una Agenzia privata francese. In questo numero devono rincorrere un serial killer che sembra apparire dal nulla...

X-Files a Parigi
recensione di Marco Migliori



Soggetto
(1k)
4/7
Giovanni Barbieri
Marco Abate
A dir la verita' mi domando se non sia meglio preparare le nuove serie con calma, senza "sforare" i tempi editoriali, ma apportando tutte le necessarie correzioni all'idea originale, realizzando un progetto grafico dettagliato... Inoltre l'esordio dovrebbe essere (sempre a mio avviso) con periodicita' bimestrale-trimestrale finche' la serie non si e' assestata e si sono capite le sue potenzialita'. Soprattutto quando non ci si chiama Sergio Bonelli Editore.

Invece Cavallerin, nella prefazione, evidenzia la velocita' della Star Comics nell'approntare una nuova serie: 1 anno in confronto con i 2 che furono necessari per Lazarus Ledd. Mah, per ora la differenza nella qualita' si nota, e alla grande.

L'idea base della collana mi sembra che si possa citare come un miscuglio tra X-Files e Dylan Dog (senza voler accusare gli autori di scopiazzature), anche se Capone nega il riferimento a X-Files nella pagina della posta.

Ottima la scelta del luogo: Parigi, citta' di notevole fascino e richiamo. E poi finalmente si tratta di una serie che si svolge in Europa e non negli States.

Per quanto riguarda questo numero, si e' iniziato subito con una idea "forte", decisamente mysteriosa al massimo livello, ma non mi e' piaciuta la rivelazione finale del personaggio del serial killer: forse lo ritengo un personaggio "troppo" eccezionale per compiere quelle azioni.

Moonlighting vs. X-Files
(1k)
commento di Giovanni Gentili   (12.12)

Il rapporto tra i due protagonisti più che a quello di X-Files è chiaramente ispirato al telefilm Moonlighting (dove c'era Bruce Willis alla sua prima apparizione). Lo stesso Capone ha definito la serie un "Moonlighting del Mistero". Se sarà seguito questo modello, i battibecchi tra i due protagonisti offriranno sicuramente delle pagine molto divertenti.

Sceneggiatura
(1k)
5/7
Giovanni Barbieri L'autore non e' certo uno sconosciuto: ha firmato alcuni belli episodi di Lazarus Ledd (ove continuera' a lavorare) sempre per la Star Comics. Non trovo molto da aggiungere agli elementi citati da Cavallerin nella prefazione: mistero, ironia, Samuel e Lyla in veste di cane e gatto, sceneggiature alla Lazarus: veloci, adatte piu' che altro (mia impressione) ad un pubblico giovanile.

Questa sceneggiatura rispecchia la professionalita' media riscontrabile in Lazarus Ledd (ovvero generalmente buona), senza esaltare il lettore con trovate inaspettate (a parte il finale come gia' detto), anzi, molti particolari sanno di gia' visto e rivisto, come il rapporto tra i due protagonisti e il fattore sesso (non vorrei che si ripetesse in ogni albo) che capita addosso al protagonista (guarda caso) maschile.

Tuttavia non vorrei riscrivere le solite cose sull'originalita' e relativi distinguo, per cui concludo ripetendo l'apprezzamento per la buona sceneggiatura. La prossima volta lasciateli lavorare con piu' calma.

Disegni
(1k)
4/7
Antonio Sarchione La sensazione che mi danno questi disegni e' che nella fretta di realizzare una nuova serie in breve tempo, si sia preso il primo disegnatore disponibile facendolo correre per realizzare il numero in breve tempo.

Ritengo che un numero 1 meriti piu' cura e disegni migliori; comunque non posso certo dire che siano brutti, solo non adeguati alla presentazione della collana.

Copertina
(1k)
2/3
Marco Turini Sembra piu' una copertina di Dylan Dog che quella di un albo dedito a misteri non facilmente spiegabili. Comunque e' fatta bene e si adatta abbastanza alla storia.

Overall
(1k)
3/3
Se vi piace Martin Mystère e/o X-Files, vale la pena di provare un numero di questa nuova serie. In questo numero 1 ci sono i difetti sopra evidenziati, ma c'e' anche la speranza che, se la serie sopravvive, si possano risolvere in breve tempo.

Lodevole il fatto che nella rubrica della posta "Letters on the Sand", gestita da Ade Capone, sia indicato anche l'indirizzo e-mail: bravi!



(c) 1996 uBC all right reserved worldwide creation date [ 06.12 1996 v1.0 ]