Salta direttamente al contenuto

<Monitor>   recensioni dallo staff

Sabato, 14 Maggio 2005

monitor/?7699
recensito da V.Oliva - 14/05/2005 07:00
La Flashbook prosegue nella presentazione dei manhwa, i fumetti coreani. Tra le sue offerte, Redrum 327 di cui è appena uscito il primo dei tre previsti volumi, opera che Ko ya Sung ha tratto da un serial televisivo coreano.

La situazione di partenza è un classico del thriller, psicologico e non: un gruppo di persone (qui sette ragazzi) si ritrova in un luogo riparato ed isolato da influenze esterne (classico nel classico, qui è una villa di montagna).

In questo primo volume l'autore, supportato da un disegno che fonde abilmente pulizia glamour, stilemi umoristici giapponesi e un tratto più sfumato e adatto alle virate del racconto verso il mistero e il thrilling, presenta i personaggi, abbozzandone le caratteristiche e la personalità attraverso i dialoghi, diretti o allusivi, e il loro interagire, incontrarsi e scontrarsi. Nel finale, quasi inattesa eppure necessaria, qui da intendere come matematicamente inevitabile, la svolta angosciosa, che prelude a... a qualsiasi cosa ;-). Dopo questo primo volume la storia potrà imboccare la strada di un vero thriller psicologico come risolversi in una bolla di sapone. Le premesse per la prima opzione ci sono, ed appaiono solide. Si spera non vadano deluse :-) Redrum 327 n.1 (di 3), Flashbook, volume brossurato, da maggio 2005 nelle librerie specializzate, € 5,90

Mercoledí, 11 Maggio 2005

monitor/?7698
recensito da V.Oliva - 11/05/2005 08:15
Prosegue la riproposta di Borderline di Carlos Trillo e Eduardo Risso da parte della Free Books , con l'albo "Dieci Anni", secondo della serie e terzo della collana Thriller nell'ambito della quale si alterna con L'Insonne.

Negli episodi qui presentati, Trillo pare voler aprire uno squarcio di speranza nell'abisso di disperazione mostrato nell'albo precedente. L'amore, o il ricordo dell'amore sembra restituire umanità all'agente forzata Crash e al Centurione Dieci Anni Blue, che si mutano nella donna e nell'uomo innamorati che sono stati: Lisa ed Emil. E ancora l'affetto per l'essere indefinibile chiamato Lara è in grado di abbattere le barriere comunicative di Crash; come Blue/Emil trae fuori dal senso di colpa per l'amore tradito di Lisa/Crash la volontà di salvare Jacopo Lindo da una molto probabile morte.

Riscatti individuali, importanti ma che non cambiano il profondo senso di delirio disperato, di futuro negato della serie, ritratto di un mondo malato di morte, mutilato nelle sue aspettative; raffigurato da Risso con un nitore freddo che trasmette al lettore tutto il senso di disagio di questa storia. Borderline albo n.2 (di 7), Free Books , da maggio 2005 nelle edicole e librerie specializzate, € 2,40

Lunedí, 9 Maggio 2005

monitor/?7697
recensito da V.Oliva - 09/05/2005 19:40
Il nome del Pipistrellone campeggia in copertina, ma sin dall'immagine della cover medesima si intuisce che questa non è una storia canonica di Bats. Soave e sorridente, miss Harley Quinn ci introdurrà nei meandri di un amore davvero folle, che neppure la connotazione ridanciana della storia, narrativamente e graficamente, il suo umorismo debordante riesce a spogliare della carica di angoscia (e pericolo) che la follia miscelata all'emozione amorosa possiede e sottilmente insinua nel lettore. Amare il Joker è una follia già di per sé, quando poi lo si vuole compiacere nelle sue "piccole" manie (tipo fare fuori Batman con dei piranha affamati) allora è segno che si è andati oltre il semplice sentimento erotico: si è a pieno diritto dentro l'amour fou del titolo.

Ai testi un Paul Dini brillante e leggero quanto inquietante, lontanissimo dalla retorica profusa nei sontuosi racconi illustrati da Alex Ross; ai disegni Bruce Timm, deliziosamente cartoonesco nel tratto, ma perfettamente espressivo, dinamico, essenziale. Batman: Mad Love - edizioni Play Press, volume unico, marzo 2005, albo brossurato – € 6,00

Mercoledí, 13 Aprile 2005

recensito da V.Oliva - 13/04/2005 08:38
Un San Pietro dai lunghi capelli neri, vestito come un hippy invecchiato male e passato al nemico manageriale; una Morte pigra, con davvero poca voglia di lavorare; l'Uomo che inventa le Barzellette, da troppo tempo sfuggito alle grinfie della suddetta Commare Secca. Questi gli ingredienti che Lorenzo Bartoli schiera nel primo dei quattro previsti episodi di Un italiano, un francese e un americano, a partire dal n.15 di Lanciostory in edicola questa settimana. Poche gags, e l'autore ci trasporta in quei reami stralunati e surreali che la sua prosa dovrebbe esplorare con più costanza e convinzione, perchè la sua penna sa costruirli davvero al meglio. Si aggiunga un Massimo Carnevale "raro". Raro perchè se la sua maestria nel colore è data per scontata, le sue prove in bianco e nero sono molto meno note e quasi inaspettate. Qui il disegno è asciutto, splendida sintesi di espressività e cura descrittiva, con pochi segni comunica l'essenza del racconto e dei personaggi. Un italiano, un francese e un americano - miniserie in quattro episodi sulla rivista settimanale Lanciostory della Eura Editoriale, primo episodio su Lanciostory n.15 del 2005, in edicola dall'11 aprile, albo spillato – € 2,60

Mercoledí, 6 Aprile 2005

monitor/?7611
recensito da V.Oliva - 06/04/2005 00:01
Free Books ripropone al pubblico italiano, in una collana cronologica giunta al secondo numero, le storie a fumetti di Star Trek che cominciarono ad essere pubblicate negli Stati Uniti sul finire degli anni ’60, quando ancora la prima serie TV di quella che diverrà una leggenda era in pieno svolgimento sugli schermi americani. Diverse di queste pionieristiche avventure apparvero anche in Italia poco tempo dopo sugli Albi Spada. Il secondo volume ristampa i nn.5-8 dell’edizione americana, e propone storie la cui ingenuità narrativa è commovente, incomparabilmente inferiori agli episodi televisivi più o meno coevi, ai quali per altro non sono ispirate. L’ignoto autore (o autori) di questi racconti, come di quelli del volume precedente, non a caso mostra un ignoranza pressoché totale della psicologia dei personaggi e delle caratteristiche “filosofiche” della serie, oltre ad imbastire trame fantascientificamente assai improbabili. Con tutto ciò le storie hanno un loro fascino (molto) ruspante. I disegni sono degli italianissimi Alberto Giolitti (matite) e Giovanni Ticci (chine), e pur nell’evidenza di uno sbrigativo lavoro su commissione rivestono di una certa dignità il materiale narrativo loro affidato. Star Trek – The Gold Key Collection n.2 - Free Books , gennaio 2005, albo brossurato – euro 9,90

home Monitor
più recenti
meno recenti

nel monitor in precedenza...

3 Aprile 2005
La Compagnia della Forca n.1
1 Aprile 2005
Oil Madness
29 Marzo 2005
Ginko - Prima di Diabolik
25 Marzo 2005
(C’è) Vita nei Balcani?
23 Marzo 2005
Vita in tempo di guerra
21 Marzo 2005
Rat Man n.47 - Scuola di fumetto
17 Marzo 2005
Watchmen in allegato con Repubblica
16 Marzo 2005
Empire
10 Marzo 2005
Borderline n.1
8 Marzo 2005
Largo Winch
7 Marzo 2005
MW n.1
4 Marzo 2005
Storie di guerra n.3
28 Febbraio 2005
Strangehaven n.4
25 Febbraio 2005
Thor: Vikings
22 Febbraio 2005
Interiorae
19 Febbraio 2005
Eriadan