Salta direttamente al contenuto

<Monitor>   recensioni dallo staff

Domenica, 3 Aprile 2005

monitor/?7610
recensito da V.Oliva - 03/04/2005 09:27
Panini Comics riporta nelle edicole e fumetterie italiane La Compagnia della Forca realizzata quasi trent’anni fa da Magnus insieme a Giovanni Romanini. Nel primo dei dieci volumetti previsti sono contenute le storie iniziali della saga, con i titoli I Cavalieri dell’Ombra e Il Castellano Sparviero.

In una scenografia fantasy-medioevale si dipanano le avventure della buffa compagnia d’arme e di ventura capitanata dal Duca Duce Sir Percy de Montblanc: le tavole, ricche di dettagli, esprimono un umorismo pieno che vira spesso al grottesco, deformando in comicità le potenzialità inquietanti dell’ambientazione; il tratto caricaturale di Magnus interpreta alla perfezione le maschere dei personaggi che popolano i reami sospesi nella fantasia dove opera la Compagnia della Forca. La Compagnia della Forca n.1 - Panini Comics , marzo 2005, albo brossurato – euro 4,90

Venerdí, 1 Aprile 2005

monitor/?7615
recensito da L.Gasolio - 01/04/2005 00:05
(NB. questa notizia era un Pesce d'Aprile) Arriva finalmente anche in italiano il fumetto cult uscito nel 2004 negli USA e subito ritirato dal commercio a causa delle forti prese di posizione sulla guerra in Iraq. Diffuso comunque, e ricercatissimo dagli utenti di tutto il mondo, sulle reti di Peer to Peer, esce domani in una edizione spillata per i tipi della EDS, editore satirico padovano da sempre impegnato nel confronto politico. Sarà reperibile in tutte le edicole del Veneto e nelle più grandi edicole d'Italia oltre che, naturalmente, in fumetteria.
Oil Madness, EDS, edicole venete e fumetteria, € 6,00

Martedí, 29 Marzo 2005

monitor/?7602
recensito da O.Tamburis - 29/03/2005 20:00
"Ginko non ama parlare dei suoi primi passi nella polizia mentre ancora non conosceva l'esistenza del Re del Terrore. Ma quando in un rifugio di Diabolik trova la chiave per chiudere la sua prima indagine... allora i ricordi tornano e le vecchie ferite si riaprono." Così viene presentata la nuova uscita della collana "Il grande Diabolik", che va così ad aggiungere un nuovo tassello ad un'ideale ciclo iniziato due anni fa con lo speciale dedicato al passato di Eva Kant, proseguito l'anno scorso con il remake del pluricelebrato n.1 "Il re del terrore" e destinato a concludersi il prossimo anno con un racconto inedito sui "primi passi" di Diabolik. Comune denominatore, la presenza ai disegni di uno straordinario Giuseppe Palumbo, che stavolta mette le sue matite al servizio di una storia solida e coinvolgente, in cui Sandrone Dazieri e Tito Faraci ci guidano attraverso un particolare momento degli "anni nascosti" di Ginko quando, ancora giovane poliziotto dalle belle speranze, si ritrova invischiato in una vicenda dai contorni fortemente noir. Come negli speciali precedenti, la vicenda centrale viene accompagnata da un prologo ed un epilogo che hanno il compito di collegarla ai giorni nostri, oltre a marcare ancora una volta (quasi ce ne fosse bisogno) come la presenza/assenza di Diabolik sia l'ago della bilancia dell'esistenza di Ginko: un legame indissolubile, da sempre e per sempre, "come due facce di una stessa medaglia". Diabolik presenta GINKO - Prima di Diabolik (Collana Il grande Diabolik n.1-2005) – Ed. Astorina, marzo 2005, albo brossurato – € 4,70

Venerdí, 25 Marzo 2005

monitor/?7585
recensito da V.Oliva - 25/03/2005 00:10
Brutto, sporco, ma certamente non cattivo: è il disegno di Aleksandar Zograf, l’autore serbo noto anche per i suoi reportages via e-mail dal sobborgo di Belgrado dove abita, Pancevo, durante i bombardamenti della NATO sulla capitale serba. Visivamente povero, elementare, ma pure vitale, ed espressivamente denso nelle frequenti divagazioni oniriche dell’autore, il grezzo bianco e nero di Zograf è al servizio del diarismo autobiografico, quotidiano e spirituale, di questo artista che tra le difficoltà della sua terra tribolata pare aver trovato la pietra filosofale di una intima serenità individuale, pur senza minimamente nascondersi né nascondere storture, brutture, problemi, tragedie. (C’è) Vita nei Balcani? racconta appunto, in forma di diario, fatti della vita e squarci privati della ricchissima fantasia di Zograf nel corso dell’anno 2001. E certo è facile vedere in quel florido, terapeutico mondo di sogni, incubi ed elaborazioni mentali la chiave per quella felicità personale di cui si diceva, che a dispetto di tutto spinge ad andare sempre avanti. (C’è) Vita nei Balcani? (Collana Expo n.3) – Black Velvet , marzo 2005, albo spillato – € 3,00

Mercoledí, 23 Marzo 2005

monitor/?7584
recensito da V.Oliva - 23/03/2005 00:01
Pentti Otsamo è un fumettista della Finlandia; Vita in tempo di guerra è, per quanto noi sappiamo, la sua prima opera che appare in Italia. Le nostre letture, non solo fumettistiche, sono spesso consolidate da un’abitudinarietà che è anche geografica; è dunque un bene che la Black Velvet continui a proporci itinerari inusuali, nell’occasione con questo racconto di 32 pagine, naturalistico, prosaico, una fotografia di un’Europa che, anche nelle sue zone più periferiche, apparentemente lontane, si globalizza, condivide le stesse situazioni di disagio sociale, difficile integrazione dell’immigrazione. Racconto quotidiano, anche, di giochi e prepotenze di bambini, preoccupazioni e alienazione di adulti, percorso da una sensazione di spaesamento e perdita. Il disegno è essenziale, scarno, ma espressivo e aderente al realismo della storia. Vita in tempo di guerra (Collana Expo n.2) – Black Velvet, marzo 2005, albo spillato – € 3,50

home Monitor
più recenti
meno recenti

nel monitor in precedenza...

21 Marzo 2005
Rat Man n.47 - Scuola di fumetto
17 Marzo 2005
Watchmen in allegato con Repubblica
16 Marzo 2005
Empire
10 Marzo 2005
Borderline n.1
8 Marzo 2005
Largo Winch
7 Marzo 2005
MW n.1
4 Marzo 2005
Storie di guerra n.3
28 Febbraio 2005
Strangehaven n.4
25 Febbraio 2005
Thor: Vikings
22 Febbraio 2005
Interiorae
19 Febbraio 2005
Eriadan
16 Febbraio 2005
Zachary Holmes
11 Febbraio 2005
The Boondocks