ubcfumetti.com
Indice del SitoNovit !Cerca nel SitoScrivi a uBC
Magazine MonitorRecensioni




"Capitolo 31"

TESTI
Soggetto
e
Sceneggiatura
Ai Yazawa
DISEGNI
Ai Yazawa



cliccare per ingrandire
(cliccare 59k)

cover vol.18


Ultimo numero del manga di Ai Yazawa prima del 2005.

Nana
recensione di Flavia Gasbarri

"Consigliato ad un pubblico maturo".
E' questa la scritta che si pu� leggere su un angolo della copertina di Nana che, ormai vittima di una pubblicazione singhiozzante, giunge questo mese al suo diciottesimo numero, prima di sparire nuovamente dalle nostre edicole fino al 2005.
Probabilmente un simile consiglio risponde perfettamente alla pretesa di Ai Yazawa di presentarsi sul mercato internazionale come un'autrice di shojo manga moderni, adulti e accattivanti (con un'evidente strizzatina d'occhio al pubblico occidentale).
Tuttavia c'� da chiedersi se una tale pretesa non faccia perdere di vista quella che � la coerenza e la credibilit� della vicenda trattata.
E sembra che sia proprio questo l'errore di cui soffre Nana.

In giro per la rete..
Planet Manga/Panini Comics
Sito ufficiale della Casa Editrice

In questo diciottesimo numero la storia si assesta intorno ad un miscuglio caotico di situazioni che rendono la trama molto disgregata: Nana "Hachi" Komatsu ha definitivamente abbandonato la sua coinquilina per andare a vivere con Takumi, possibile padre di suo figlio, con il quale � prossima al matrimonio; Nana Oosaki � in preda ad una crisi esistenziale sia nei confronti dell'amica che, a quanto pare verso quelli di Ren; Shin continua a rimurginare da almeno tre numeri sul debutto dei Blast, sulle sue misteriose vicende personali e sul suo non ben definito rapporto con Reira, la quale a sua volta � in preda alla depressione a causa del matrimonio di Takumi, del quale era innamorata.

Se gi� si presentava difficile agli esordi del manga far ruotare la storia attorno a due distinte protagoniste, l'attuale tentativo di seguire e narrare contemporaneamente le storie, le situazioni, i pensieri e le crisi personali di tutti i personaggi (ormai sfiorano la decina), appare un'impresa disperata. Personaggi la cui caratterizzazione non contribuisce a dare coerenza alla vicenda: dalla mancanza di logicit� delle singolari pulsioni, piovute dal nulla, di Nana Oosaki nei confronti di Hachi, alla poca credibilit� del comportamento di Nobu verso l'ex-ragazza per arrivare all'intera caratterizzazione di Nana Hachi, un soggetto ai limiti del paradosso, che appare pi� come un caso clinico che come una protagonista che si muove all'interno della storia.

(43k)
I Blast
Il continuo scambio e ricambio dei personaggi attorno alle stesse tematiche di sesso e relazioni sentimentali altalenanti, rendono il manga ripetitivo e la trama priva di sviluppi significativi. Tematiche che tra l'altro vengono trattate, pi� che come soggetto di analisi narrativa e di riflessione, come una sorta di trend generazionale, con in pi� il tentativo di colorire il tutto di sincerit� e buoni sentimenti.

(44k)
Nana e Nana
In generale sembra che la storia sia un po' sfuggita di mano all'autrice, prendendo una piega assai diversa rispetto ai promettenti esordi del manga. Ci� � abbastanza evidente nella totale e repentina scomparsa di alcuni personaggi inizialmente centrali (Shoji � l'esempio pi� significativo), mentre altri sono stati tirati in ballo in maniera un po' forzata, aggiungendo episodi e divagazioni narrative abbastanza inutili al senso della storia (per esempio tutto l'insieme di vicende legate a Reira e Shin, che vengono continuamente accennate e mai chiarite).

Certamente gioca a favore di "Nana" uno stile grafico inconfondibile che presenta evidenti miglioramenti e un'accuratezza maggiore rispetto a Gokinjo Monogatori, prima opera pubblicata di Ai Yazawa.
Tuttavia l'atmosfera di dark imperante che grava sulla caratterizzazione grafica della maggior parte dei personaggi, presentati tutti come artisti eclettici dall'abbigliamento stravagante e creativo, comincia a mostrare un po' la corda. Se non altro perch�, dopo "Gokinjo Monogatori" e Paradise Kiss, appare come un qualcosa di gi� visto.

In conclusione possiamo chiederci quale mai saranno i prossimi sviluppi e il finale di un manga come Nana, ormai perso in una moltitudine di tasselli narrativi alquanto disgregati tra loro.
Per fortuna abbiamo un anno per pensarci.


Nana n.18 di Ai Yazawa
(Manga Love/Planet Manga), 160pp b/n, Euro 2,00, brossurato, senso di lettura giapponese

 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §