ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




" Il fiume maledetto"

In questa pagina:
Testi
Disegni
Globale


Pagine correlate:

La natura vince sempre
recensione di Marco Zucchi

Niente aereo questa volta per Mister No, ma una piroga per raggiungere la diga in costruzione sul Rio Araçu, che ne cambierà il corso. Ma non tutti sono favorevoli a questa innovazione; la natura per prima...



TESTI
Sog. e Sce. Michele Masiero    

Masiero, curatore della testata, ci presenta una storia dove al centro sono collocati tre argomenti distinti, che, come deve accadere in soggetti degni di nota, si intrecciano abilmente tra loro.

Il primo argomento è la costruzione di una diga: dove non avrebbe importanza, ma per rendere le idee chiare al lettore, ci viene detto che è sul Rio Araçu. Non avrebbe importanza nel senso che rappresenta l'ennesimo punto di progresso cui la giungla viene sottoposta, senza chiedere agli abitanti se possono essere favorevoli o no. Quello che importa è l'interesse di qualche multinazionale.

Il secondo argomento è il ruolo dei dirigenti, ingegneri o comunque scienziati, che si occupano della direzione lavori. Uno di loro, il responsabile, sa che c'è qualcosa che non va, ma non accetterebbe mai di chiedere una collaborazione per risolvere il problema, anzi, in questo caso specifico, il suo intento è chiaro: eliminare i suoi colleghi, inviati per svolgere una relazione sullo stato di avanzamento dei lavori.

Il terzo argomento principale è il ruolo della natura, che si ribella se viene ferita in qualche modo, come in questo caso. E la natura non è solo il verde della vegetazione, il marrone delle roccie, l'azzurro del fiume e del cielo (ovviamente in tutte le sfumature dei colori citati), ma è anche la componente essenziale di questa parte di giungla, ovvero i suoi abitanti, con le sue tradizioni, abitudini, usi e costumi.

Il tutto viene abilmente intrecciato dall'autore, che inserisce anche le incomprensioni tra i bianchi e gli indios, inserisce la figura di un bambino per sdrammatizzare e dramamtizzare al tempo stesso lo svolgersi della vicenda, e inserisce, questa volta con un sorriso sulle labbra, l'esperienza di Mister No, che senza studi alle spalle, conosce molto meglio l'ambiente dei vari scienziati che incontra.



DISEGNI
Fabio Valdambrini    

I disegni di Valdambrini, con il suo tratto sporco conferiscono spessore e dinamicità alla storia.

Sono ben rappresentati tutti i personaggi coinvolti, nei loro diversi stati d'animo e nelle diverse situazioni in cui sono coinvolti: dall'ingegnere capo, dotto Jekill e Mister Hyde, davanti e dietro alle spalle dei sui colleghi inviati a controllare lo stato dei lavori, dal capoccia della milizia locale, i cui compiti vanno ben oltre il controllo dei rapporti tra bianchi e indios, dal sudore che ritroviamo sui visi dei bianchi all'apparente assenza di ogni emozione che ritroviamo sui visi degli indios.

Estremamente interssanti e affascinanti sono le scene puramente naturali: la tavola a tutta pagina che ci mostra la diga in costruzione in tutto il suo fascino ed in tutta la sua imponenza (pag.10), la tavola di pag.41 che ci mostra i primi danni compiuti dalla costruzione della diga (il villaggio in cui vivevano gli indios) ed infine le ultime sei tavole (da pag. 93 a pag.98) rappresentanti la ribellione del fiume e le conseguenze di questa ribellione.



GLOBALE
 

La storia si fa leggere volentieri e come spesso capitata sulla testata vengono affrontati argomenti che, seppure in una ambientazione di una quarantina di anni fa, hanno ancora una loro valenza ed attualità.
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §