ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




" Morte a Manaus"

In questa pagina:
Testi
Disegni
Globale


Pagine correlate:

Dai nipoti mi difenda... Mister No!
recensione di Marco Zucchi

Il teatro dell'opera di Manaus. Bello, imponente, maestoso, inquietante. Centro di cultura in un recente passato per la città, ora decaduto e teatro di tristi vicende. Ma ora tutto tornerà come prima: sì, perchè un finanziatore statunitense vuole riportarlo ai fasti del passato. Chi è? Cosa vuole effettivamente? Chi lo minaccia? Questa e altre risposte nell'inquietante viaggio nella giungla che Mister No ed i suoi clienti affrontano.



TESTI
Sog. e Sce. Michele Masiero    

Masiero ci porta indietro nel passato di Mister No.

Costruisce infatti una storia pescando tra riferimenti, vicende e personaggi del passato, miscelandoli abilmente e arrivando a presentare un soggetto degno delle migliori avventure di Mister No.
Si parla infatti di teatro, quel teatro, il teatro dell'Opera di Manaus, protagonista di vicende del lontano e del recente passato; si parla delle famose Mindy e Barrett, le abili protagoniste del circo volante; si parla di Ishikawa, la cui ombra aleggia su diverse pagine della storia; si parla dell'indiscriminato sfruttamento della giungla.

Elementi questi, propri della serie, su cui si inserisce la vicenda raccontata nei due albi in cui si dipana questa avventura: un filantropo statunitense, mister Knox, che per raggiungere i suoi scopi è ben felice di permettere la ricostruzione del teatro di Manaus.
Ma qualcuno lo minaccia: sfugge ad un primo attentato, in città, e ne subisce un secondo, nella giungla. Come ne uscirà?

Per conoscere la risposta è forse meglio leggere i due albi, apprezzando così la sceneggiatura, in cui possiamo distinguere tre filoni ben distinti e consecutivi l'uno all'altro:

  • l'avventura a Manaus: è quella che si svolge praticamente nell'albo N.314. C'è la presentazione iniziale, dall'esterno, strana, una presentazione del teatro dell'Opera da parte di una guida turistica; poi c'è l'ingresso nel teatro, con un Mister No in versione Amleto che racconta ancora qualcosa del teatro. E questo racconto ci fa aleggiare la presenza del famoso Fantasma dell'Opera. Non c'è, sia chiaro, ma il suo spirito sarà presente per tutta la storia.
    ...questa introduzione ci dice che qualcosa di negativo, qualcosa che dovrà succedere.
       
    Già questa introduzione ci dice che qualcosa di negativo, qualcosa che dovrà succedere, accadrà, come in effetti sarà.
    Poi ci si sposta all'aereoporto, all'Hotel Amazonas, a casa di Mister No, negli uffici della polizia, al porto: tutti elementi già visti, ma che sembrano avere una sapore diverso, come se vi fosse un qualcosa di nuovo.

  • l'avventura in barca: la barca, luogo dove si svolge all'incirca metà dell'albo N. 315, come mezzo di trasporto per inoltrarsi nella giungla, come mezzo per scoprire la bellezza della giungla stessa, ma al tempo stesso luogo, la barca ed il fiume, dove si gettano altre basi per la conclusione della vicenda. È sulla barca che l'ombra dello scorpione, questo animale che colpisce a tradimento, getta le sue basi per depistare le indagini; e vi riesce bene, a tal punto che Mister No solo al termine saprà di averlo salvato dalle grinfie di una terribile anaconda! Anche la scena dell'assalto dell'anaconda da un tocco estremamente gradevole alla sceneggiatura.

  • l'avventura nella giungla: è il luogo, tra il villaggio di Taboca, il villaggio indio, e la giungla vera e propria dove si dipana e conclude la vicenda, perché è nella giungla che lo scorpione troverà la sua giusta fine.

    L'autore ha imbastito quindi una storia pescando tra situazioni del passato del nostro protagonista, inserendovi qualcosa di classico, ovvero l'indagine, condotta ovviamente non in maniera classica, visto dove si svolge, insieme a spicchi di vita amazzonica.
    Un'ottima storia



    DISEGNI
    Giovanni Bruzzo    

    Quinta prova per Bruzzo sulla testata: prove tutte assolutamente valide.
    Tra l'altro prove condotte in diversi ambienti: dall'ambientazione urbana a quella selvaggia della giungla, sempre con ottimi risultati.

    Risultati confermati anche da questa prova, dove non è solo il tratto dei disegni da apprezzare, ma è anche il modo di realizzare le vignette: l'uso di diversi schemi per ogni tavola, le diverse inquadrature, l'uso di zoom per descrivere alcune scene (tavola di pag.68, albo N.314), la bellezza di alcune sue vignette (Manaus sotto la pioggia, pag.69, sempre albo N.314), conferiscono all'albo uno spessore notevole.

    Per non dimenticare il suo modo di rendere graficamente Mindy e Barrett, due bellezze diverse, ma bellezze, che il suo disegno rende al meglio.
    Ma non è solo il modo di disegnare dolci fanciulle che gli è congeniale: il crucco viene ottimamente rappresentato nei suoi diversi stati d'animo: rilassato quando è in mezzo alla giungla, nel villaggio indio, scosso (arrossisce!) quando Mindy gli piazza un bacio in fronte, sospettoso quando Ridley lo saluta. Se questa storia merita di essere ricordata, lo è anche grazi a disegni di Bruzzo.



    GLOBALE
     

    Masiero oltre ad essere l'autore della storia è anche il curatore della serie, e questo forse lo ha agevolato nella realizzazione di questa bella avventura: ha preso, come detto, qualcosa del recente passato, qualcosa di più indietro nel tempo (non è detto ma è chiaro il riferimento all'avventura de Il fantasma dell'Opera, albi N.97/98), e ha mescolato il tutto abilmente, creando suspance, senza nascondere nulla al lettore (penso all'ombra, riconoscibile, di Knox che si allontana dalla posada, dopo il suo ferimento, ma soprattutto al riferimento di Ridley a Xavier che fa insospettire Esse Esse).
    Il tutto condito dai disegni di Bruzzo che per la scelta delle inquadrature conferisce dinamismo alla storia; direi anche che, pur essendo un qualcosa di già trattato, la rinverdisce.

    Probabilmente la testata ha anche bisogno di questi tratti nuovi, che come visto su altre serie non possono che dare un contributo positivo.
     

  •  


     
    (c) 1996 uBC all right reserved worldwide
    Top
    http://www.ubcfumetti.com §