ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  Alien!
Codice: [] 110pp
Rating:
scheda di Cristian Di Clemente

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Tiziano Sclavi
    Disegni/Copertina:
    Fabio Civitelli / Gallieno Ferri

    SERIE REGOLARE
    n.107 "La fine della pista" - 30pp - 1984.04
    n.108 "Alien!" - 80pp - 1984.05
    (5k) (5k)


In due parole. .

In volo durante la notte, Mister No precipita con il suo piper nella foresta amazzonica dopo essere stato sfiorato da un misterioso oggetto luminoso. Ha inizio la più incredibile delle avventure del pilota americano...


Perché è da ricordare

In una serie in cui sono state soprattutto le saghe ad ampio respiro ad appassionare i lettori, "Alien!" rappresenta un gioiello di episodio breve. Un ottimo esempio del contributo dato da un giovane Tiziano Sclavi a Mister No in un pugno di storie, nelle quali ha raccontato una propria personalissima versione del pilota, rispettando ma ampliando le caratteristiche del character nolittiano, inserendo spesso tematiche e generi atipici per la testata (un pizzico di fantascienza in questo episodio) e reinventandone le situazioni più ricorrenti (qui gli indios ostili). Il tutto condito da quell'ironia e gusto per il paradossale che un paio d'anni dopo "Alien!" sarebbero diventati uno dei marchi di fabbrica di un certo Dylan Dog, il personaggio per antonomasia di Sclavi.

(27k)
L'allucinazione di Mister No
disegni di Fabio Civitelli (c) 1984 SBE

Chi è l'"Alien!" che dà il titolo alla storia? L'uomo caduto dalle stelle, il sorprendente ospite nascosto nella foresta, oppure colui che la propaganda politica dipinge come un nemico? Non è interesse di Sclavi approfondire gli aspetti della guerra fredda, che liquida con un dialogo magistrale tra l'americano Mister No ed il cosmonauta russo Arkady. L'apparente incapacità dei due di comprendere il motivo per il quale dovrebbero essere nemici, in una sequenza in cui parole e immagini si sposano felicemente, lancia un incisivo messaggio universale senza alcuna retorica.

Determinanti a tale proposito sono anche i disegni puliti e tecnici di un Fabio Civitelli in splendida forma, ottimo interprete del dramma, humor e azione profusi nella sceneggiatura brillante, principalmente giocata sullo sviluppo del rapporto tra Mister No e Arkady e sui loro divertenti battibecchi, ma in cui non mancano momenti altamente spettacolari (la caduta del piper o le allucinazioni di Mister No) e poetici (vedere la tavola) che risultano particolarmente efficaci grazie al suo contributo artistico.


Note e citazioni

  • L'episodio è ambientato quattro anni prima dell'inizio ufficiale dell'era spaziale (4 ottobre 1957, lancio dello Sputnik 1 da parte dell'Unione Sovietica), come informa una nota nella tavola conclusiva.
  • La storia si svolge in una data precisa: il 3 e 4 aprile 1953. Se si escludono le vicende ambientate nel passato di Mister No, è una caratteristica rarissima nella serie, ambientata genericamente, nel suo periodo più classico, negli anni cinquanta (partendo dal 1952).
  • Il 3 aprile 1953 è anche la data di nascita di Tiziano Sclavi, autore dell'episodio. La data fornisce, inoltre, il presupposto per una battuta su Stalin (morto il 5 aprile 1953) a pag.35 del n.108.
  • Il piper di Mister No nel n.107 è quasi totalmente distrutto dopo essere precipitato. "Resusciterà" nel finale del n.108 per l'intervento di un essere alieno, uno "strappo" alla fantascienza più unico che raro per il pilota.
Incongruenze
  • N.108, pag.45, Arkady afferma che nella navicella spaziale ha cibo liofilizzato per resistere 3 settimane. A pag.52, tuttavia, alla stessa domanda da parte di Mister No risponde dicendo che il cibo sarà sufficiente per tre giorni.
La frase


Personaggi

Mister No Arkady cosmonauta russo Ragazza osserva la "stella cadente" Indios assediano Jerry e Arkady Capo degli indios Esse-Esse Medici russi curano Arkady Ufficiale russo riferisce le condizioni di Arkady a Mister No Alieno raccolto dalla navetta spaziale

Locations

Manaus Bar Foresta amazzonica Villaggio indio Navicella spaziale

Elementi

Epena droga allucinogena degli indios Ufo Esplorazione dello spazio Guerra fredda Sacrificio umano Alieno Distruzione Piper


Trama

107. 3 aprile 1953. In volo di notte per rientrare a Manaus, Mister No precipita con il suo piper dopo essere stato sfiorato da un misterioso oggetto luminoso.

(11k)
Oggetto volante non identificato
disegni di Fabio Civitelli (c) 1984 SBE

Miracolosamente salvatosi, ma con l'aereo distrutto, Jerry viene catturato da una tribù di indios che, preoccupati dal fenomeno luminoso notturno, decidono di sacrificarlo al Dio Sole per placarne la collera. Mister No viene drogato e preparato per essere decapitato...

108. ... ma viene salvato dall'intervento di Arkady, un cosmonauta russo precipitato con la sua navicella spaziale in Amazzonia, causando la misteriosa "cometa" della notte precedente. Gli indios, compreso che Arkady non è il Dio che pensavano, assediano i due che si rifugiano all'interno della capsula volante, indistruttibile ma con una limitata autonomia d'ossigeno.

(28k)
Mister No e Arkady, dentro la capsula, circondati dagli indios
disegni di Fabio Civitelli (c) 1984 SBE

I due tentano la fuga e riceveranno aiuti inattesi. Persino il piper di Mister No tornerà perfettamente intatto grazie ad un intervento davvero speciale.

 
 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §