RecensioneNote

Mappa del SitoNovitàIndice

Martin Mystère  speciale n.14
" Il cibo degli Dei "
(1k)
( 3 , 5 , 6 ) 2 + 2
61% equiv.
5/7
vedere anche la Scheda della Storia nell'uBC Database.


Cosa c'e' oggi sulla tavola del BVZM? Un piatto "speciale" oppure...

Una minestra riscaldata
recensione di Giovanni Gentili
Martin Mystère



Soggetto
(1k)
3/7
Alfredo Castelli Eccoci arrivati all'appuntamento con lo special annuale del BVZM. Anche quest'anno ci sono tutti i soliti ingredienti (e la parola mi sembra in questo caso più azzeccata che mai ;-): Altrove con le sue sezioni più strane, Angie e gli spogliarelli, Dee e Kelly che battibeccano, e le incredibili coincidenze che portano tutta la banda ogni estate ad incontrarsi.

Non intendo lamentarmi delle coincidenze incredibili come Soares che va a mangiare proprio nel Topless-Restaurant di Angie, che poi si rivolge proprio a Thorpe, che era proprio in contatto con Altrove, Martin va nella giungla amazzonica e si ritrova nello stesso posto di Mister Jinx,ecc. Tutte queste coincidenze vanno ritenute normali componenti dello special di Martin, che fin dal primo numero ha avuto un carattere umoristico.

Però la formula mi sembra ugualmente alle corde: mi piace che lo special abbia un carattere umoristico, che lo distingue dalla serie regolare, ma credo che ad Angie e al resto della Banda farebbe bene un assenza di qualche anno. Non penso che i prossimi 14 speciali possano continuare a presentarceli di continuo.

Un indizio della stanchezza della formula (anzi della ricetta) dello special, è secondo me la calante carica umoristica. Se è vero che l'iterazione di un elemento porta con se un effetto comico, è ormai veramente difficile che, per fare un esempio, Dee e Kelly si scambino battute innovative.

Dallo special n.9 ad oggi, l'unico che si è veramente distinto è stato "Contrappunto, scherzo e fuga" (special n.12). Tutti gli altri special sono stati sotto-tono e il "Il cibo degli dei" è uno speciale divertente, come al solito, ma "stanco" (come al solito).

Unico elemento che mette un po' di pepe è la presenza di una spezia particolare: Mister Jinx che non prende parte in maniera attiva alla vicenda, ma nell'ultima vignetta ci promette un imminente "scontro finale".

Sceneggiatura
(1k)
5/7
ALfredo Castelli La storia è sceneggiata bene, sempre che si considerino benevolmente le caratteristiche intrinseche dello speciale (coincidenze e umorismo). Certo un lettore occasionale non le può apprezzare e di questo non si può non tenerne conto.

Però quest'anno non ci sono grosse trovate umoristiche e la stanchezza del soggetto si fa sentire molto. Il ritmo è nel complesso buono, ma la storia vive un avvicendarsi di episodi che non risulta piacevole, e che convergono verso gli incontri di gruppo del debole finale.

L'elemento centrale doveva essere la presenza di Nero Wolfe, una presenza che va ben oltre la "citazione" (Castelli è un grande fan di Wolfe e Rex Stout). Il personaggio è reso in maniera divertente, ma l'unico momento in cui mi ha fatto veramente sorridere è a pag.57, ovvero quando incontra Angie ("soddisfacente, molto molto soddisfacente"). Il momento di inversione è preparato molto -molto- bene dalle presentazioni di Starsky a pag.30 e a pag.56. E' anche l'unica occasione in cui Castelli "tradisce" il personaggio originale, altrimenti reso con dovizia di particolari.

Alcune note:
  • La Altrove che si vede nelle prime pagine va sicuramente considerata come una caratterizzazione comica della solita Altrove: veniamo a sapere che ad Altrove hanno scoperto l'antigravità (ma naturalmente lo nascondono al mondo) e inoltre non si capisce come sia possibile che Tower porti a spasso Thorpe per la base, mostrandogli le segretissime ricerche della base (va bene che sa già "tutto", ma perchè aiutarlo a saperne di più?)
  • A pag.4 un peccato veniale: la scritta sul cartello dice "prudenza: porta tipo apriti sesamo" ed è scritta in Italiano, mentre tutti gli altri cartelli della base sono, come giusto, in Inglese.
  • A pag.10 Thorpe ci rivela che gli ascensori ascensionali sono stati inventati addirittura nel 1968 da tale Otis Stigler ma li usa solo Altrove: quale perdita per l'umanità..
  • Divertente sequenza nelle prime tre vignette di pag.29: "New York" (si vede la Skyline), "Un elegante palazzina.." (e si vede la casa di Martin in Washington Mews) "della trentacinquesima ovest" (e compare la casa di Thorpe-Wolfe che in quest'albo "compete" con Martin).
  • A Pag.33 martin racconta gli avvenimenti accaduti dopo essere stato colpito e dice: "negli ultimi istanti di lucidità mi è parso di vedere qualcosa". Beh.. gli istanti sono durati un po' troppo a lungo poichè Martin ha in pratica visto tutto!
    Ma ancora più criticabile è che, mentre infuria una battaglia, come mai dei tagliatori di teste si rivelano così gentili e calcolatori da colpire Martin e Java con un preciso colpo alla testa (che farebbe invidia alla presa di Spock) per farli svenire e non vedere nulla?
  • A pag.97 sul bersaglio delle freccette sono raffigurati i due agenti di X-Files. Dal cartello a fianco scopriamo che ad Altrove c'e' uno "smoking man fan club" :-).
  • A pag.112 il BVZM fa una ammissione per conto di Castelli: "evidentemente il destino sta vivendo un momento di crisi creativa. Questi incontri improvvisi sono diventati una specie di abitudine..".
Una nota: per chi volesse saperne di più su Nero Wolfe, segnalo la bella presentazione di Giorgio Uberti che è apparsa sull'Almanacco del Giallo del 1996.

Disegni
(1k)
6/7
Giancarlo
Alessandrini
"Alessandrini è Martin Mystère" e personalmente trovo il suo stile molto piacevole. Sintetico, pulito, espressivo. Però in questa occasione non posso dare il voto massimo, soprattutto se confrontiamo i disegni di questo speciale con quelli di "Affari di Famiglia".

Non del tutto riuscito il Kelly ingrassato. Fantastico invece Soares, ennesima variante di quello che chiamo l'"uomo con i baffi" che ad Alessandrini riesce benissimo (fin dal primo numero). Accattivante come al solito la svestita e svampita Angie.

Riuscite le caratterizzazioni di Wolfe e assistente, soprattutto nella parte finale. L'interpretazione del Wolfe di Alessandrini è molto personale, e si allontana abbastanza dal modello fornito da Tino Buazzelli, il volto italiano di Wolfe.

Thorpe (10k)
disegno di Alessandrini
(c) 1997 SBE

Wolfe (12k)
Buazzelli nella parte di Wolfe
(c) 1965 RAI

 

Copertina
(1k)
2/3
Giancarlo
Alessandrini
Si rinnova anche la copertina dello speciale di Martin. La copertina dell'albetto allegato si vede adesso tutta, togliendo così inutilmente spazio al disegno e rendendosi più intrusiva (così come il codice a barre).

Non molto gradevole il rinnovo della testata con il nome del personaggio: quella nuova non è certo migliore, con quel "gradient fill" dal sapore troppo metallico e che sembra uscita da una stampantina a colori..

Lodevole comunque l'intento di introdurre un elemento comune su tutte le copertine degli speciali Bonelli: la barra orizzontale in alto. Questa barra è stata introdotta anche nelle copertine di Mister No e Magico Vento, nei Preview, nelle Pubblicità e nel Giornale di Sergio Bonelli. Chi c'e' dietro? Probabilmente Zardo, definito "Progettista Grafico".

Molto lodevole che questo sia stato fatto senza toccare le costate. Trovo già odioso che le barre cambino colore ogni mese (vedi KP e MV), ma se cambia anche il colore della costata sono disposto a smettere di comprare un albo...

In questo speciale il disegno di Alessandrini è molto bello, con la divertente casetta di marzapane. Il voto complessivo della copertina però non può andare oltre il 2/3.

Overall
(1k)
2/3
Lo speciale di Martin resiste nell'allegare "Il dizionario dei misteri" (con la i e non con la y). Divertente la sua lettura anche quest'anno, ma mi sembra che il dizionario sia ormai uno sforzo inutile visto che è un doppione in piccolo dell'Almanacco (a cui sottrae argomenti..). Inoltre nella prefazione Castelli riutilizza (lui che è il massimo teorico del "non si butta via niente") frasi e temi trattati nell'albo a fumetti ;-).

Mi sembra ormai giunta l'ora di allegare allo speciale non il dizionario ma un albetto di 32 pagine come avviene per le altre testate. Magari con le avventure -mute- di Java. Oppure (lancio un idea) perchè non togliere "Angie, Dee e Kelly" dalle storie dello Speciale e riservare ogni anno alle loro avventure "a solo" l'albetto? Oppure si potrebbero ospitare avventure del "Martin da giovane", oppure ancora ipotetiche avventure con un Martin del passato alle prese con mysteri d'epoca. Insomma: i temi non mancano e anche questo potrebbe contribuire a rinvigorire lo special.



Partecipate! Esprimete il vostro voto su quest'albo utilizzando il form qui sotto. Inviateci anche commenti/osservazionisull'Albo o sulla Recensione, segnalazioni di errori di sceneggiatura o curiosità, utilizzando la pagina del Fatecelo sapere!. Siamo sempre pronti a raccogliere le vostre osservazioni anche per storie uscite da molto tempo. I vostri commenti appariranno nella stessa pagina della recensione.
Soggetto

 
Sceneggiatura

 
Disegni

 
1/7 Adesso Basta! - 2/7 Mediocre - 3/7 Sufficiente - 4/7 Discreto - 5/7 Buono - 6/7 Ottimo - 7/7 Capolavoro! ( note sul Metodo di Valutazione )

(c) 1997 uBC all right reserved worldwide creation date [ 19.06 1997 v1.0 ]