ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  La vendetta di Ra
Codice: [2] 128pp
Rating:
scheda di Fabrizio Gallerani

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Alfredo Castelli
    Disegni/Copertina:
    Giancarlo Alessandrini / Giancarlo Alessandrini

    SERIE REGOLARE
    n.2 "La vendetta di Ra" - 96pp - 82.05
    n.3 "Operazione Arca" - 32pp - 82.06
    (6k)(6k)
    TuttoMystère
    ristampa dal 89.06 al 89.07
    (6k)(6k)


In due parole. .

Seguendo le tracce dell'archeologo Howard, misteriosamente scomparso, Martin scopre una stele di pietra con geroglifici nascosta in Centro America, in una giungla del Belize. E se gli antichi egizi fossero arrivati in America prima di Colombo?


Note e citazioni

  • Questa seconda avventura traduce ed amplia il plot delle prime avventure di Allan Quatermain, prototipo di Martin Mystère, ed è stata realizzata precedentemente al numero 1 della serie. Beverly avrebbe dovuto infatti assurgere a comprimaria della serie, ma Diana apparendo per prima, le ha soffiato il posto. :-)

  • Mystère presenta alla stampa la sua ultima fatica letteraria: l'"Atlante dell'ignoto", una ampia trattazione dei più famosi misteri archeologici ed altri argomenti ad essi correlati.

  • La citazione più rilevante è senz'altro la comparsata di Jerry Drake (qui chiamato con il suo vero nome, Jerome) alias Mister No, altro personaggio di punta della SBE. Invecchiato, imbolsito, ma ancora in attività: è diventato infatti proprietario di una piccola compagnia di aviolinee. Squattrinato com'è, chissà dove ha trovato il danaro per allargare il suo business? :-)

  • Il titolare del Circle-a Lodge di Belmopan a pag.51, altri non è che l'ennesima caricatura del solito Castelli.

  • Gli indios dello Yucatan, che compaiono nella sequenza alle pagg.74-79, non parlano una lingua inventata, ma bensì l'Euskari, idioma parlato dal popolo Basco, che secondo alcune infondate tradizioni, sarebbe imparentato con i Maya. Le frasi sono presi pari pari da un manualetto turistico: ad esempio, i due prescelti per entrare nella grotta nella terza vignetta di pag.78 dicono, più o meno: -"Mi piace l'uovo fritto!" e "Voglio tagliarmi i capelli!".

  • Orloff compare, a figura intera per la prima volta, solo a pag.96. Per tutto il resto dell'albo si è soltanto intravisto in enigmatiche inquadrature.

  • Nell'albo n.3 alle pagg.10-13, breve accenno al primo incontro di Martin e Java nella misteriosa Città delle Ombre Diafane. La vicenda verrà ripresa e dettagliata da Castelli nell'albo n.17.

  • Fra l'originale e la ristampa di TuttoMystère, come consuetudine, sono stati apportati numerosi cambiamenti e adattamenti, a volte per correggere piccole incongruenze, altre per aggiornare le storie alla mutata realtà della serie. In questo caso, in generale, oltre ai soliti aggiustamenti di balloon e didascalie (esteticamente più in linea con i moderni criteri di leggibilità) e il cambio del computer (dal vetusto Apple II al "moderno" Macintosh Plus) da rilevare, anche piccoli aggiustamenti narrativi e l'aggiunta, sistematica, del triangolino mistico sulla fronte di Mystère, che, presente nel primo numero, era sparito in questa avventura (che però, come abbiamo già visto, era stata disegnata prima della precedente).

  • All'inizio della vicenda Mystère esclama ancora "Gran Dio!". Userà per la prima volta la sua esclazione tipica ("Diavoli dell'inferno!") solo a pag.74, terza vignetta. La ristampa corregge anche le prime imprecazioni.

  • Il saggio Kut Humi, iniziatore esoterico di Mystère e Orloff, peraltro mutuato direttamente dal maestro inventato dall'esoterista Helena Blavatsky nel XIX secolo, presenta qui fattezze molto differenti da quelle definitive (che Castelli gli assegnerà solo nel n.66 della serie regolare, "Il presagio"). Nella ristampa la fisionomia di Kut Humi alle pagine 4,5 e 6 dell'albo n.3, viene aggiornata, così come viene corretta la datazione dell'arma a raggi che passa da 15.000 a 10.000 anni fa.

  • L'ultima vignetta della storia, a pag.34 dell'albo n.3, cita l'analoga conclusione de Il mistero della grande Piramide di Edgar Pierre Jacobs, nella quale Olrik, eterno nemico dei protagonisti Blake & Mortimer, vaga sconvolto nel deserto egiziano. Le didascalie delle due vignette, deserto a parte, sono identiche.

  • In appendice all'albo n.2 (che contiene per intero la prima parte della storia), la rubrica della posta (che ospita questa volta la lettera di Tiziano Sclavi), la solita biografia di Mystère ed una scheda informativa su gli esploratori dell'America prima di Colombo.

Incongruenze
  • Anche in questa seconda avventura di Martin, spunta subito l'errore nella prima pagina. Nella seconda vignetta si afferma che, in Belize nel 1982, "... il reddito medio annuo per abitante era di 950 Belize dollars (circa 500.000 lire)", mentre nella ristampa l'equivalenza viene corretta in 400.000 lire.

  • Al losco individuo che pedina Martin e Beverly, crescono improvvisamente i baffi fra una vignetta e l'altra. A pag.16, durante la conferenza, mostra un viso completamente imberbe. A pag.23, nella terza vignetta ne è ancora sprovvisto, mentre gli sono cresciuti nell'ultima vignetta della stessa pagina. Errore corretto nella ristampa.

La frase
  • Jerry Drake (Mister No) a proposito di Java:
    "Hei, dite un po', hombre. Anche se in gioventù ho visto ogni genere di scimmia nella giungla americana, siete certo che la vostra sia addomesticata?..."

Personaggi

Walter Howard [+] archeologo amico di Martin Sergej Orloff nemico di Martin Mystère. Martin Jacques Mystère Java Diana Lombard ex assistente di Martin ora sua compagna Beverly Howard figlia del Professor Howard Jerome Drake alias Mister No. Felipe chiclero e guida di Orloff nella foresta. Kut Humi maestro esoterico di Mystère e Orloff.

Locations

Belize, America Centrale New York, Stati Uniti Washington Mews n.3, New York, abitazione di Martin Mystère Caverna segreta, nella foresta del Belize

Elementi

Geroglifici egiziani nel continente americano Atlante dell'ignoto, libro scritto da Mystère Iniziazione esoterica di Mystère e Orloff Arma a raggi donata da Kut Humi a Mystère e Orloff Città delle ombre diafane, teatro del primo incontro fra Mystère e Java Manu Nefert, la "Manu la bella" egiziana identificata da Martin con la "Manoa" sudamericana. Mappamondo, di origine egiziana Personal computer utilizzato da Martin Mystère come wordprocessor e archivio elettronico. Allucinazioni provocate dalla "Maledizione dei Faraoni"
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §