ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
MagazineRecensioni




" I sentieri del destino"

In questa pagina:
Testi
Disegni
Globale

Pagine correlate:

Le vie del Destino sono infinite
recensione di Gianluigi Fiorillo

Java e Diana sono morti. Tutto questo per una pura fatalità, Martin ne è convinto: come è convinto che trovando l'ebdecaedro riuscirà a riportarli in vita.



TESTI
Sog. Noemi Maria degli Occhi
Sce. Andrea Pasini
   

Albo fortemente emozionale che ricorda per atmosfere l'angosciante "I giorni dell'incubo" (n.62/64). Questa volta non è Martin a "morire" bensì la sua ragazza ed il suo più caro amico.

La tipica introduzione storica questa volta... sono due. Il problema è che le due intro, anche se sequenziali, sono abbastanza scollegate tra loro, portando un po' di confusione nel lettore che di primo acchito è portato a pensare, erroneamente, che facciano tutte e due parte del racconto di Martin. Invece le prime tre pagine sono di flashback, le rimanenti sono frutto dellla conferenza del professore.

La morte dei due compagni di Martin tiene viva la tensione sin dall'inizio. Però si intuisce abbastanza presto che l'unico rimedio a questo fatto inaccettabile (in un modo o l'altro resusciteranno...) deve avere carattere "temporale".

Il bivio temporale,
perno della storia risulta un pochino tirato per i capelli
   

Una cosa che non convince è la storiografia, seppur scarna, che accompagna l'ebdecaedro: se ad ogni suo intervento l'oggetto cancella la falsa realtà con i ricordi annessi & connessi, non si capisce proprio come qualcuno ne abbia potuto notare i suoi effetti miracolosi.

Il bivio temporale, perno della storia pensata da Noemi Maria degli Occhi, risulta un pochino tirato per i capelli: giusto la particolare sensibilità di Martin (ha sempre il suo terzo occhio, non dimentichiamolo), unita alla disperazione in cui si viene a trovare, può giustificare la fede cieca con cui il nostro confida nell'aiuto dell'ebdecaedro.

La sceneggiatura di Andrea Pasini sembra esente da pecche, a parte forse l'uccisione gratuita del dottor Osman verso il termine dell'albo. Leggendo l'albo si vede come Pasini, tra i curatori del sito dedicato a Martin Mystére www.bvzm.com, si trovi a suo agio con l'informatica.

I due scagnozzi di Algyn duplicano l'hardisk del computer del BVZM per mezzo di un comodissimo Omega Zip, ideale per operazione di "borseggio informatico" per la sua facilità di collegamento (basta una semplice porta parallela o SCSI). Al massimo si potrebbe disquisire sulla velocità dell'operazione: per backuppare un intero hd ci dovrebbe mettere almeno una mezz'oretta (sempre che sia piccolo)... senza contare i cambi di disco (ogni disketto Zip ha la capicità di 100 Mb), mentre Diana rientrare a casa al massimo un quarto d'ora dopo esserne uscita.

Altro caso in cui si nota la competenza informatica dello sceneggiatore sono le schermate del programma di posta elettronica, un perfetto Eudora con tanto di attachment al posto giusto :-). Forse risulta un po' troppo semplice l'operazione di intercettazione della e-mail, ma in confronto alle magagne informatiche che solitamente si incontrano in fumetti e film questi sono particolari.



DISEGNI
Lucia Arduini    

Troppo statici ed imprecisi i disegni. Volti e posture poco espressivi, a parte qualche rara eccezione. Soprattutto nella scena clou, l'uccisione di Java e Diana, la mancanza di "movimento" smorza il pathos del momento.

Altro particolare indesiderato, che però non so se attribuire alla disegnatrice o alla scarsa qualità di stampa, sono gli occhi della dottoressa Richardson, che in alcuni frame sono omogeneamente neri, con l'iride che si estende per tutto l'occhio a creare un brutto "effetto invasata". Buoni invece i volti di Martin & signora, non altrettanto quello di Java.



GLOBALE
 

Albo particolare e meno rigoroso della media della serie, con l'ebdecaedro un po' troppo magico per i gusti dell'abituale lettore di MM. Apprezzabili però le atmosfere e la sceneggiatura.

Molto bella la copertina, uno di quei disegni "aperti" tanto cari ad Alessandrini.
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §