Salta direttamente al contenuto

Qualcosa è cambiato

il progresso arriva a Manaus
Scheda di  |   | misterno/


Qualcosa è cambiato
IT-MN-364-379


uBCode: ubcdbIT-MN-364-379

Qualcosa è cambiato
- Trama

Dicembre 1969. Mister No torna in Brasile dopo un assenza di un anno e mezzo e trova una realtà in profonda ed irreversibile trasformazione, con cambiamenti sociali ed economici, che porteranno la sonnolenta Manaus a diventare una metropoli.

Recensione

  • Ate' logo, rapaz
    riflessioni sull'epopea di Nolitta con cui Mister No si è congedato dai lettori

data pubblicazione Set 2005 - Dic 2006
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbSergio Bonelli (Guido Nolitta)
disegni (matite e chine) di ubcdbMarco Bianchini
disegni (matite e chine) di ubcdbFabrizio Busticchi
disegni (matite e chine) di ubcdbFabio Civitelli
disegni (matite e chine) di ubcdbStefano e Domenico Di Vitto
disegni (matite e chine) di ubcdbRoberto Diso
disegni (matite e chine) di ubcdbLuana Paesani
disegni (matite e chine) di ubcdbMarco Santucci
copertine
Mister No 364<br><i>(c) 2005 SBE</i>
tag
, , , , , ,

Annotazioni

Note

    Generiche

  • Con questa lunghissima saga di 16 albi, pubblicata tra il settembre 2005 ed il dicembre 2006, si chiude la serie mensile regolare di Mister No 31 anni e mezzo dopo l'esordio in edicola (giugno 1975). Dal maggio 2007, con cadenza semestrale e non più annuale, ripartono invece gli albi speciali, interrotti dal 2001 con il n.15. Nel maggio 2009, dopo cinque volumi, cessa anche questa pubblicazione e con essa le storie inedite di Mister No.
  • Per l'occasione, dopo un'assenza di oltre un decennio, è tornato ai testi il papà letterario del personaggio, Sergio Bonelli (con il consueto pseudonimo Guido Nolitta) che non aveva più scritto sceneggiature complete del pilota da "Avventura a Manaus" (Speciale 7 uscito nell'estate 1992), se si eccettuano rari e brevi raccontini usciti al di fuori delle pubblicazioni bonelliane, l'incipit de "Il Matador" (n.228-230, 1994), poi sviluppato da Luigi Mignacco, e "Il Re dei Papua" (Almanacco Avventura 1995, solo soggetto, uscito nel 1994).
  • Le 1508 tavole che compongono quella che è un'autentica miniserie nella serie sono state disegnate da Stefano e Domenico Di Vitto (802), Roberto Diso (357), Marco Bianchini & Marco Santucci (171), Fabrizio Busticchi & Luana Paesani (150) e Fabio Civitelli (28).
  • La storia si svolte tra il dicembre 1969 e il dicembre 1971. E' il periodo temporale più avanzato nella serie di Mister No (se si eccettua "L'ultima frontiera", n.295, in cui compariva un Mister No che festeggiava il capodanno 2000) che, nel n.1, si svolgeva nel 1952. La maggior parte delle avventure del pilota si sono svolte, genericamente, negli anni '50. Soltanto dopo il ritorno da New York (n.273) la serie è scivolata, silenziosamente, negli anni '60 (cfr. n.357). Secondo la sua cronologia, il Jerry Drake di questa saga dovrebbe essere quasi cinquantenne (cfr. articolo "Mister No: un tentativo di cronologia").
  • La saga è composta da più storie per lo più slegate tra loro ma accomunate dai profondi cambiamenti economici e sociali che all'inizio degli anni '70 avrebbero portato all'industrializzazione di Manaus ed allo sfruttamento intensivo delle risorse della foresta amazzonica da parte del governo brasiliano e delle multinazionali straniere.
  • Data l'ampiezza della saga, Guido Nolitta inizialmente anticipa in sordina alcune trame e tematiche che saranno poi sviluppate qualche mese dopo (Stelio a Manaus, lo scontro con Abacaxi, la scomparsa di Esse-Esse). Con il procedere degli eventi il meccanismo si inceppa ed alcune nuove trame (la comparsa di Moreno Galindez, nuovo boss della mala colombiana, o i propositi di vendetta di Mestre Raimundo, sacerdote dell'Ayahuasca) restano incompiute e aperte a sviluppi per i nuovi speciali del pilota.
  • Al termine della saga, Mister No lascia Manaus (ma dal già citato n.295 sappiamo che prima o poi vi farà ritorno) per trasferirsi, insieme ad Esse-Esse, a Rurrenabaque, in Bolivia.
  • La serie si chiude in maniera speculare con il n.1: l'Okay di Mister No e Esse-Esse riecheggia su una cartina geografica del Sudamerica fino a New York, all'agenzia viaggi Coen & Bros. Nel primo episodio della serie, invece, l'ok di Coen dall'Agenzia Viaggi era arrivato fino a Manaus, introducendo Mister No per la prima volta ai suoi lettori.
  • In questi albi vengono fornite molte informazioni storiche, geografiche e sociologiche per comprendere meglio i grandi cambiamenti dell'Amazzonia. La voce narrante è affidata ad un simpatico e ciarliero tucano che tuttavia, nelle ultime due tavole della serie, farà una brutta fine.

    Qualcosa è cambiato (n.364-365)
  • Il prologo della saga, disegnato dai fratelli Di Vitto e lungo 149 pagine, vede il ritorno di Mister No in Brasile nel dicembre 1969 dopo un'assenza di un anno e mezzo in cui è stato in Australia. Su questa trasferta non vengono fornite informazioni, se non che il pilota è ripartito da Sydney.
  • La saga si apre nell'agenzia viaggi "Coen & Bros", già comparsa nella prima tavola del n.1 e nel n.241.
  • La persona a cui Coen riepiloga i principali eventi del 1969 (dal primo sbarco dell'uomo sulla luna alla guerra in Vietnam) è il disegnatore Stefano Di Vitto.
  • Si rivede Stelio, lo jangadeiro comparso in precedenza soltanto nel classico "Atlantico!" (n.24-26), venuto a Manaus in cerca di fortuna.
  • All'origine dei cambiamenti di Manaus c'è il P.I.N., il Piano di Integrazione Nazionale, vale a dire una serie di politiche di incoraggiamento della migrazione interna per popolare l'Amazzonia e sviluppare l'agricoltura, l'allevamento di bestiame, l'attività mineraria ecc. ecc.. Per spingerne l'industrializzazione ed attirare capitali stranieri, Manaus è diventata zona franca, vale a dire un'area di libero scambio senza tasse.
  • Mister No, appena rientrato a Manaus, ha subito uno scontro verbale con Abacaxi, contrabbandiere d'oro che vorrebbe assoldarlo come ha fatto con molti altri piloti, per poi venire assalito da suoi gorilla che gli danneggiano il piper per intimidirlo.
  • Nel n.365 si rivedono le intraprendenti garotas Irene, Maria e Madalena (ultima apparizione nel n.355-356), le quali hanno inaugurato un nuovo locale a Manaus, il "Paraiso Verde". Da loro Mister No viene a sapere che Esse-Esse si è trasferito a Castanheira, nella regione brasiliana dell'Acre.

    Uno strano appuntamento (n.365-366)

  • In questa parte, lunga 133 pagine e disegnata dai fratelli Di Vitto, Mister No è coinvolto suo malgrado (secondo il classico filone del "cliente che nasconde qualcosa") nel fenomeno che tra il 1969 ed i primi anni '70 portò alla formazioni di piccoli gruppi rivoluzionari di opposizione armata al governo brasiliano, composti da giovani studenti inesperti presto spazzati via dalle forze dell'ordine.

    Ayahuasca (n.367-369)

  • Questo blocco, lungo 199 pagine, è disegnato dalla coppia Marco Bianchini & Marco Santucci (171) e da Fabio Civitelli (28).
  • Fabio Civitelli, disegnatore di poche ma celebri storie del pilota negli anni '80 (tra cui "I mercenari" n.65-67, "Oro!" n.80-84, "Ananga!" n.90-92 e "Alien!" n.107-108), è tornato a illustrare Mister No per questa saga finale, sebbene per poche tavole. Civitelli, che negli ultimi venti anni è diventato una colonna di Tex, aveva disegnato una tantum anche il primo racconto di Mister No pubblicato in un Almanacco ("Capitan Vendetta", Almanacco Avventura 1994).
  • In questa parte Mister No aiuta l'amico Stelio ad uscire dal tunnel della droga Ayahuasca, un potente allucinogeno ricavato da una liana (detta Caapi, la liana dell'anima) diffusa nell'alto Rio Negro. Sulla Ayahuasca si è anche creata una vera e propria religione (la Santo Daime) basata sulla sua diffusione, con tanto di cerimonie di gruppo.
  • Per aiutare finanziariamente Stelio a lasciare Manaus, Mister No ipoteca il Piper.
  • I propositi di vendetta lanciati da Mestre Raimundo non saranno più ripresi nel resto della saga. Anche dell'ipoteca del Piper non sarà più fatta menzione.

    Agguato al "Victoria" (n.369-370)

  • Questa parte, lunga 177 pagine, è affidata graficamente a Roberto Diso.
  • Mister No, affiancato dall'amico e collega Ulisses Ribeira (mai conosciuto in precedenza dai lettori), progetta e compie la propria vendetta nei confronti del contrabbandiere Abacaxi, con cui aveva avuto uno scontro nel n.364.
  • Si rivede Awave, capo degli indios Caripuna incontrato nel classico "La ferrovia dei dannati" (n.110-113). Rispetto a quella precedente apparizione, la tribù ha perso l'antica fierezza e vive in un'autentica bidonville ai margini di un villaggio di cercatori d'oro.
  • Moreno Galindez, chiamato dalla mafia colombiana a prendere il posto di Abacaxi a Porto Velho al termine del n.370, ha l'ordine di eliminare Mister No e Ulisses. Della questione tuttavia non viene raccontato altro nel resto della storia di Nolitta, né si rivedrà Moreno. Gli sviluppi di questa sottotrama saranno narrati nello speciale 17.

    La foresta brucia! (n.371-373)

  • Questa parte, lunga 286 pagine, è illustrata per le prime 150 tavole dalla coppia Fabrizio Busticchi & Luana Paesani, per le successive 96 da Roberto Diso e per le ultime 40 da Stefano & Domenico Di Vitto.
  • Mister No arriva a Castanheira nella regione dell'Acre (un angolo dell'Amazzonia al confine tra Perù e Bolivia), dove ritrova Esse-Esse e rimane coinvolto nella lotta tra i seringueiros (raccoglitori di gomma) ed i grandi proprietari terrieri (che vogliono abbattere la foresta tropicale e trasformarla in pascoli per il bestiame), tra attentati, omicidi, documenti contraffatti ed espropri con l'inganno.
  • Il n.373 ha 4 pagine a fumetti in più.
  • Come esplicitato nella rubrica di posta del n.373, con il personaggio di Celina Camargo, la sfortunata compagna di Esse-Esse, Sergio Bonelli ha voluto rendere omaggio al sindacalista Chico Mendes (biografia), difensore della foresta amazzonica e morto assassinato.
  • Nel n.373 Esse-Esse e Rudy Webber, suo ex-commiltone a capo del servizio di sicurezza della Burgama, ricordano un episodio della seconda guerra mondiale (per la precisione, del 7 giugno 1944) in cui Kruger salvò la vita al suo camerata. Poche pagine dopo, Esse-Esse ucciderà Rudy, reo d'avere ucciso l'avvocato Meurisse, proprio con la lampada preferita dello sfortunato francese e che aveva consentito a Esse-Esse di smascherare Rudy, avendola quest'ultimo presa dal luogo del delitto.

    La festa è finita (n.374)

  • Questo intermezzo, lungo 84 pagine e disegnato dai fratelli Di Vitto, è dedicato all'addio di Esse-Esse a Manaus. Il tedesco si trasferisce nella località sciistica argentina di San Carlos de Bariloche per gestire l'albergo "Il bel Danubio Blu" di cui è diventato socio.
  • Durante la sua festa d'addio Esse-Esse rimane inguaiato per una rissa con dei militari ubriachi. Per toglierlo dalla prigione, Mister No accetta di aiutare i militari nella vicenda che si apre subito dopo la partenza del tedesco.
  • Pag.37-38, dalla conversazione tra Jerry e Esse-Esse si apprende che gli esecutori materiali dell'assassinio di Celina (n.373) sono stati arrestati dal cap.Pinto.
  • Pag.76-78, Mister No parla per la prima volta di Rurrenabaque (piccolo villaggio in Bolivia) come del posto in cui andrà a vivere quando deciderà di lasciare Manaus, come puntualmente farà nel n.379.

    Alla ricerca di Kamanau (n.374-378)

  • Il più lungo blocco della saga di Nolitta, di ben 367 pagine, è disegnato sempre dagli inossidabili fratelli Di Vitto. Mister No ricerca Kamanau, capo degli indios Waimiri-Atroari, per lo "scambio di favori" voluto dai militari per la liberazione di Esse-Esse. Il compito della missione guidata da Mister No è convincere l'anziano capo ad incontrare le autorità militari per consentire il passaggio di una nuova strada asfaltata attraverso la riserva degli indios, la BR174, per collegare Manaus a Boa Vista.
  • Una missione analoga a quella di Mister No fu intrapresa da padre Giovanni Calleri, giovane missionario italiano che guidava una spedizione composta da 8 uomini e due donne con l'obiettivo di contattare i capi che si opponevano al passaggio della strada. La spedizione venne massacrata il 28 ottobre 1968 nel territorio dei Waimiri-Atroari in circostanze rimaste oscure. A questo episodio storico si fa riferimento, oltre alla posta del n.376, anche a pag.96 del n.374.
  • Nell'episodio si parla anche degli imbrogli e della corruzione nel S.P.I, l'organizzazione che si occupava del Servizio di Protezione degli Indios, smantellata nel 1967 e sostituita dal FUNAI, e della competizione tra le missioni religiose di varia origine e profilerate nei vari angoli d'Amazzonia per convertire gli indios.
  • L'ingegnere Sebastiào Marinho ha le fattezze dell'attore Telly Savalas (scheda IMDB), il celebre Kojak televisivo ma anche interprete di film leggendari come "Quella sporca dozzina" ("The dirty dozen", scheda IMDB, 1967) nonché avversario di James Bond, come capo della Spectre, ne "Al servizio segreto di sua Maestà" ("On Her Majesty's Secret Service", scheda IMDB, 1969).

    Black Lagoon (n.378-379)

  • In questo breve intermezzo, di appena 49 pagine e disegnato ancora dai Di Vitto, Mister No conduce un suo cliente all'originale bar "The creature" in cui ogni sera viene rievocata una famosa scena del film "Il mostro della laguna nera" ("Creature from the Black Lagoon", scheda IMDB, 1954). La serata si chiuderà tragicamente con una rapina improvvisata da alcuni poveracci.

    Una nuova vita (n.379)

  • Le ultime 84 pagine della serie, disegnate da Roberto Diso, si svolgono in prevalenza durante l'ultima notte di Mister No a Manaus (il 30 novembre 1971). Un finale in cui è assente qualsiasi trama avventurosa e che narra il lento distacco di Jerry dalla sua città adottiva.
  • Per l'occasione si rivede Dana Winter, il simpatico cantante e suonatore jazz alla terza apparizione nella serie regolare (dopo "Rio Negro", n.12-15 e "Musica maestro!", n.196-198). Sulle note di "My funny Valentine", Jerry saluta tutti e se ne va.
  • Jerry dona a Jacira un orologio che dice d'avere comprato personalmente a Ginevra, un luogo in cui non l'abbiamo mai visto in azione ma in cui può essersi recato nei periodi di "buco" temporale della sua biografia.
  • Mister No (o meglio, Guido Nolitta) non pare prendersi troppo sul serio in quest'ultimo albo: Mister No sbaglia il giorno della sua festa d'addio (arriva in anticipo di un giorno), sbaglia ogni volta (probabilmente apposta) il nome della sua amica e si addormenta nel Piper senza riuscire a vedere il sorgere del sole del giorno della sua partenza da Manaus.
  • Dopo la partenza da Manaus Jerry fa una misteriosa sosta a Porto Velho per sistemare una faccenda non meglio precisata.
  • Jerry si trasferisce nella sonnolenta Rurrenabaque, in Bolivia, come aveva già preannunciato nel n.374. Là trova ad accoglierlo Esse-Esse, già stancatosi dell'albergo "Il bel Danubio Blu", del quale ha liquidato la propria quota appena saputo della partenza dell'amico.
  • Il Tucano, voce narrante di questa saga e interprete dello spirito dell'Amazzonia, nelle ultime due pagine viene sbranato da un caimano. E' un finale fortemente simbolico.

Incongruenze

  • Il passaggio dal n.376 al n.377 presenta qualche incertezza. Nel n.376, pag.95, fratello Bob accenna a Mister No e Taboka la possibilità di avere un elicottero per effettuare i loro spostamenti ed i due si mostrano visibilmente interessati. Nell'albo seguente non se ne fa più accenno ed a pag.6 fratello Bob chiede al pilota che decisione avessero preso "lui e Taboka"... ma è una richiesta incongruente, dato che proprio Bob aveva condotto Mister No fuori dalla stanza in cui erano con Taboka per parlargli in privato, restando con il pilota tutto il tempo. Mister No e Taboka non hanno avuto alcun modo di confrontarsi sul da farsi.

La frase

Personaggi

Qualcosa è cambiato (n.364-365)

Mister No Tucano voce narrante Coen padrone dell'agenzia viaggi Coen & Bros (già comparso nel n.1) Cap.Van Buren riporta Mister No a Belèm Stelio, Ferreira Neto jangadeiro (già comparso nel n.24-26) Efisio gestore di un bar di Belèm Iracema amica di Mister No Souza, Aldemir comandante aereo Aviatore soldato dallo stomaco debole Hipolito gestore bar aeroporto Manaus Francisco Paco Medina alias Abacaxi contrabbandiere d'oro Nelson e Miguel gorilla di Abacaxi Joào Joscelino del bar Hotel Amazonas Eneas vicino di Esse-Esse Getulio marito di Iracema Paulo Adolfo cameo Irene, Madalena e Maria le tre garotas

Uno strano appuntamento (n.365-366)

Ademar amico di Mister No e padre di Claudinho Claudinho [+] aspirante rivoluzionario e figlio dell'amico di Mister No Ireneu, Carlos, Roldào, Evandro e Ulpiano [+] aspiranti rivoluzionari Arrais, Agenor [+] caporale alla guida dei "rivoluzionari" Temistocles gestore magazzino viveri dei madeireiros (in racconto) Nelson guida i madeireiros Madeireiros commercianti e lavoratori del legname

Ayahuasca (n.367-369)

Serg.Oliveira Capitào Tiago datore di lavoro di Stelio in barca Pescatore esasperato attenta alla vita di Tiago Stelio amico di vecchia data di Mister No Marcos fratello di Stelio Gerson fruttivendolo Mestre Raimundo sacerdote Ayahuasca Padrinho Xavier [+?] aiutante Raimundo Silvino [+?] assistente Raimundo Màe Minininha sacerdotessa macumba Lebosky, Gregor dottore logorroico Eliana massaggiatrice Ferreira, Nestor derubato da Stelio Cunha, Alcindo strozzino Paulinho giovane venditore di noccioline

Agguato al "Victoria" (n.369-370)

Ribeira, Ulisses pilota e amico di Mister No Awave capo dei Caripuna (già comparso nei n.110-113) Pamané nipote di Awave Abacaxi [+] contrabbandiere d'oro Donna con Abacaxi Cruz, Miguel uomo di fiducia di Abacaxi Abogado guida i mafiosi colombiani Galindez, Moreno prende il posto di Abacaxi a Porto Velho

La foresta brucia! (n.371-373)

Esse-Esse Meurisse, Jean [+] avvocato difensore dei poveracci Bento [+] autista morto in attentato a Meurisse Cap.Pinto della polizia di Castanheira Darcy ragazzino figlio del padrone di casa di Meurisse Webber, Rudy [+] capo del servizio di sicurezza della Burgama ed ex camerata di Esse-Esse Lakey, George (in flashback) scienziato inglese Camargo, Celina [+] difensore dei seringueiros Walmyr della polizia federale Leda prostituta Avv.Bochner legale della Burgama Couto, Oswaldo madeireiro, assassino di Celina Andrade madeireiro Doutor Thiago della Burgama

La festa è finita (n.374)

Esse-Esse Teca e Emidia ragazze alla festa di Esse-Esse Caio Arsenio suonatore di samba Pirès, Augusto cuoco Militari ubriachi Sarmento avvocato Col.Braga, Rogeiro chiede una contropartita a Mister No per la liberazione di Esse-Esse Hipolito barista Guardia del corpo di origine yanoama

Alla ricerca di Kamanau (n.374-378)

Col.Resende comanda il cantiere della Deram sul fiume Abonari Taboka [+] figlio di Kamanau Marinho, Sebastiào [+] ingegnere della Funai Carvalho, Leon [+] ingegnere della Funai Divaldo, Pinto [+] sergente trasmettitore Brito, Walberto [+] meccanico Dantas, Leandro [+] truffatore, ex agente SPI Jaci [+] complice di Dantas Marcilio [+] pilota di Dantas Wai-Wai [+] attaccano Mister No e Taboka Waldman, Bob capo della congregazione "Manos amigas" Pessoa, Bruno e Reis, Odylio piloti in antipatia con Mister No Padre Heston capo della congregazione "Fratelli della croce" Boyd [+], Davis [+], Kline [+] e Fleming della congregazione "Fratelli della croce" Kamanau [+] capo degli indios Waimiri-Atroari Coowi sciamano Yarkà [+] anziano capo dei Waimiri-Atroari Wamay indio che ferisce Mister No Waimiri-Atroari di vari villaggi

Black Lagoon (n.378-379)

Waxman, Henry importante industriale americano, cliente di Mister No Moglie di Waxman Newfield, Wes [+] proprietario del bar "The Creature" Paulette moglie di Wes Rapitori improvvisati Ex garimpeiro parla a Mister No dopo la morte di Wes

Una nuova vita (n.379)

Jacira ragazza con cui Mister No passa l'ultimo giorno a Manaus Paulo Adolfo Dana Winter Esse-Esse Hipolito Joào Lucimar, Aluisio e Guinaldo aiutano a sistemare il locale per la festa di Mister No Taxista porta Mister No in aeroporto Coen padrone dell'agenzia viaggi "Coen & Bros" Caimano uccide il tucano Tucano [+] voce narrante e spirito della serie

Locations

Qualcosa è cambiato (n.364-365)

New York Coen & Bros agenzia viaggi Belèm Bar Iemanja di Efisio Aeroporto C 95 Bandeirante aereo Manaus Bar aeroporto di Hipolito Hangar di Joào Hotel Amazonas Casa Iracema Vie del centro Bar Paulo Adolfo Paraiso Verde il nuovo locale delle garotas

Uno strano appuntamento (n.365-366)

Manaus Bar porto vecchio Cimitero Manaus Foresta Pista atterraggio sul Rio Tapauà Campo base dei rivoluzionari Magazzino emporio viveri madeireiros (in flashback)

Ayahuasca (n.367-369)

Manaus Porto nel quartiere vecchio Laguna fuori Manaus Casa Stelio Casa das sapucaias tempio Abitazione Màe Ufficio dottore Abitazione Mister No

Agguato al "Victoria" (n.369-370)

Porto Velho Aeroporto Nova Esperanca villaggio cercatori d'oro sui Rio Madeira Villaggio Caripuna Victoria imbarcazione simbolo del boom della vecchia Amazzonia Capanna nella foresta Medellin in Colombia

La foresta brucia! (n.371-373)

Brasilia Aeroporto Rio Branco Aeroporto Castanheira Posto di polizia Casa di Meurisse Bar Floreste Hotel Brazil dove dorme Mister No Campo base di Rudy Cimitero Abitazione di Celina nel Seringal Tabatinga Iquitos in Perù (flashback) Hotel Del Rio (flashback)

La festa è finita (n.374)

Manaus Aeroporto Ponta Negra spiaggia affollata Igarapè do Tarumà spiaggia nella foresta Comando polizia militare Prigione Bar di Hipolito

Alla ricerca di Kamanau (n.374-378)

Cantiere sul fiume Abonari Maloca Mirikiva Posto Mayarì Santa Elena de Uairén in Venezuela Missione Wamau di confessione protestante americana, in Guyana Missione Yaore Maloca Miyomi Roccia rossa

Black Lagoon (n.378-379)

"The Creature" bar

Una nuova vita (n.379)

Manaus strade Alvorada Night Club di Paulo Adolfo Bar di Hipolito all'aeroporto di Manaus Rurrenabaque villaggio in Bolivia dove Mister No va a vivere La Paz bar di Rurrenabaque New York Agenzia Viaggi Coen&Bros dove tutto è iniziato e finito

Elementi

P.I.N. Piano di integrazione nazionale Zona franca di Manaus Madeireiros lavoratori del legno Guerriglia amazonense da parte di giovani studenti inesperti Ayahuasca potente bevanda allucinogena Caapi liana dell'anima Santo Daime religione basata sulla diffusione dell'Ayahuasca Ipoteca del piper di Mister No Ribeirinhos coloro che abitano nei pressi del fiume Victoria imbarcazione simbolo del boom del caucciù della vecchia Amazzonia Faca de Seringa coltello dei raccoglitori di gomma Seringueiros raccoglitori di gomma Burgama influente azienda di allevamento di bestiame Paulistas grandi proprietari terrieri Documenti truccati Seringal zona della foresta ricca di alberi di caucciù Tiffany Lady lampada Empate traducibile in "blocco" o "sbarramento", indica una manifestazione di protesta pacifica in cui le persone formano un cordone umano Igarapè stretto canale di un fiume che si spinge nella giungla BR 174 strada che collega Manaus a Boa Vista Deram Dipartimento per la costruzione di strade in Amazzonia Waimiri-Atroari tribù di indios Truffe e corruzione nelle organizzazioni per la protezione degli indios S.P.I Servizio per la Protezione degli Indios, smantellato nel 1967 Funai nuova organizzazione che ha rimpiazzato lo S.P.I. Maloca grande costruzione circolare in cui vivono le tribù di indios Congregazioni religiose in competizione Epidemie tra gli indios Spirito guida Mostro della Laguna Nera famoso film degli anni '50 Rurrenabaque nuova residenza di Mister No Festa d'addio in onore di Mister No

Vedere anche...

Recensione

  • Ate' logo, rapaz
    riflessioni sull'epopea di Nolitta con cui Mister No si è congedato dai lettori

Condividi questa pagina...