Salta direttamente al contenuto

Albero filosofico, L'

Il segreto della foresta
Scheda di  |   | martinmystere/


Albero filosofico, L'
Martin Mystère 340


uBCode: ubcdbIT-MM-340

Albero filosofico, L'
- Trama

Indagando sul delitto della schizofrenica Clarisse, Martin Mystère approda nel New Hampshire dove tra ambientalismo neopagano, alchimia e malattia mentale, si troverà la soluzione di un segreto indicibile.

Valutazione

ideazione/soggetto
 5/7 
sceneggiatura/dialoghi
 5/7 
disegni/colori/lettering
 6/7 
 82

Recensione

data pubblicazione 12 Ago 2015
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbVincenzo Beretta
copertina di ubcdbGiancarlo Alessandrini
disegni (matite e chine) di ubcdbGiancarlo Alessandrini
copertine
Copertina Martin Mystère n.340<br>Illustrazione di Giancarlo Alessandrini<br><i>(c) 2015 Sergio Bonelli editore</i>
tavole o vignette
Un caso difficile<br>Tavola di G.Alessandrini, pag.39<br><i>(c) 2015 Sergio Bonelli editore</i>
tavole o vignette
Il Maggiolone<br>Vignetta di G.Alessandrini, pag.72<br><i>(c) 2015 Sergio Bonelli editore</i> Martin Mystère nella foresta<br>Vignetta di G.Alessandrini, pag.140<br><i>(c) 2015 Sergio Bonelli editore</i>
tag
, , , , , , ,

Annotazioni

Note

  • Pag.4, nella Posta Mysteriosa, intitolata Riparliamo tanto di me, Alfredo Castelli riporta alcune iniziative dedicate a Martin Mystére: l'uscita degli albetti Il mistero dell'uomo con la barba per Riminicomix, e Il ritorno dell'ortolano del Centro Fumetto Andrea Pazienza di Cremona, e la la rappresentazione il 27 settembre presso il Nuovo Teatro Ariberto di Milano della pièce Scendendo, tratta dall'omonimo racconto pubblicato nell'Almanacco del Mistero 1995, diretta e interpretata da Marco Filatori.
  • Pag.14, storia realizzata da Vincenzo Beretta, al rientro sul personaggio dal 2009, la sua ultima storia realizzata era stata l'albo gigante n.9, La città dei maghi, e Giancarlo Alessandrini, il copertinista della serie.
  • Pag.14-23, Martin Mystère presenzia all'Arbor day, la giornata dedicata agli alberi, introdotta negli Stati Uniti nel 1872, e che si festeggia nell'ultimo venerdì di aprile. Tale ricorrenza laica è probabilmente ispirata al Tubishvat, il Compleanno o Capodanno degli alberi della tradizione ebraica, che prevede tutta una serie di connotazioni simboliche nascoste.Segnalazione di J.D.Farah
  • Pag.22, il titolo dell'albo, L'albero filosofico, riprende il titolo del saggio omonimo dello psicanalista Carl Gustav Jung.
  • Pag.34, la quinta vignetta è la riproduzione di un disegno presente nel già citato saggio, omonimo dell'albo, di Jung.
  • Pag.40-43, Alina e Izergil parlano di due film hollywoodiani dedicati alla schizofrenia, A beautiful Mind del 2001 e Labyrinth del 1986, entrambi interpretati curiosamente da Jennifer Connely.
  • Pag.41, il successo del film A beautiful mind nella notte degli Oscar è sintetizzato graficamente con Russell Crowe, protagonista della pellicola, che stringe l'ambita statuetta. In realtà l'attore non vinse l'Oscar per quel film, a differenza della coprotagonista Jennifer Connely e del regista Ron Howard. Segnalazione di C.Di Clemente
  • Pag.72, per sostituire la sua solita autovettura, guasta, Martin Mystère utilizza un maggiolone, perfetta citazione di Dylan Dog.
  • Pag.111, L'alchimista francese Gustave D'Amberle conosce a Londra, dove è ambasciatore, Benjamin Franklin, scienziato e politico statunitense, personaggio anche della serie Storie da Altrove, come in Colui che dimora nelle tenebre .
  • Pag.117, sia Alina che Clarisse Norman fanno parte della religione neopagana Wicca, detta anche religione della natura, creata intorno al 1920 e resa pubblica nel 1954 negli Stati Uniti.
  • Pag.124, Alina fa anche parte di Greensleeves, un'associazione ambientalista, che indaga su LV 426, un fertilizzante chimico sperimentale responsabile della schizofrenia imperante nella zona.

Incongruenze


La frase

  • Clarisse: "[...] e la natura, professor Mystère, non è una vecchia zia che dice "devi fare così e così"... la giustizia della natura non sa nulla della giustizia dell'uomo... E' una giustizia misteriosa.. crudelmente obiettiva... e totalmente indifferente... tutte le svorastrutture etiche che mi avevano imposto e che mi ero imposta, una a una se ne andarono... lasciando che la mia vera essenza interiore emergesse liberamente... e non tornarono mai più..."
    Pag.83, il delirio dell'assassina.

Personaggi

Alina militante organizzazione ambientalista
Izergil disegnatrice
Warner dottore
Martin Mystère
Diana Lombard Mystère
Clarence Norman reverendo
Clarisse Norman omicida
Landry psicologa del liceo di Clarisse
Sarah Ellison neuropsichiatra amica di Clarisse
Gilman albergatrice

Locations

Clark's Corner New Hampshire
New York
Manchester New Hampshire
Berlin New Hampshire
Durham New Hampshire
Bridgewater Massachussetts


Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...