Salta direttamente al contenuto

Ultimo viaggio di Amelia Earhart, L'

Martin sulle tracce dell'aviatrice più famosa del mondo.
Scheda di M. Spitella, O.Tamburis |   | martinmystere/


Ultimo viaggio di Amelia Earhart, L'
IT-MM-289


uBCode: ubcdbIT-MM-289

Ultimo viaggio di Amelia Earhart, L'
- Trama

Una puntata della trasmissione di Martin dedicata ad Amelia Earhart porta il Detective dell' Impossibile al centro di un vergognoso e orrendo mistero che coinvolge Giappone, Stati Uniti e Cina. Mente le vite di Diana e Java appaiono in pericolo, Martin deve trovare l'antidoto ad una misteriosa epidemia che ha colpito un villaggio cinese, teatro anni prima delle nefandezze della famigerata "Unità 731".

Valutazione

 74

Recensione

Annotazioni

Note e citazioni

  • Splash page: lo studio (e quindi la casa) di Martin sta volando! Lo schermo del computer è diventato un radar di navigazione, fuori dalla porta c'è un paesaggio visibile solo "in quota" e i quadri al lato della porta sono inclinati e scompaiono in parte dietro la libreria, come se l'aereo-casa stesse virando a sinistra.
    A parte gli elementi abituali (la spada, il Teschio del Destino, ecc.), sulla mensola di sinistra vediamo il libro "Voli pindarici", appoggiato su un volume intitolato "How to quit smoke in 3650 days" ("Come smettere di fumare in 10 anni"!..) e sul libro "Il pendolo di Focault", mentre sul bordo della stessa ci sono un foglietto con scritto"www.eaq.it" (sito pubblicitario del'ormai arcinoto tomo di Castelli sulla storia del fumetto americano "Eccoci ancora qui") e una cartolina che riporta "The flying house ©1992 The Christian Broadcasting Network Inc.", che si riferisce ad una seria animata co-prodotta con i giapponesi e andata in onda tra l'aprile 1982 e il marzo 1983. Questo, insieme al libro "The flying house" alle spalle del monitor del computer, è un omaggio a Winsor McKay, il creatore di Little Nemo, del quale "The Flying House" è appunto una delle avventure più famose. Alle spalle del monitor, inoltre, vediamo: la costola di un libro intitolato "How to fly a Kite" (come far volare un aquilone) di Charles "Lindy" Recagno: omaggio trasversale a Charles Lindbergh (soprannominato, appunto, "Lindy"), Carlo Recagno e Charles Schultz (il cui Charlie Brown tenta da sempre, senza alcun successo, di far volare un riottoso aquilone); un libro intitolato "Oggi si vola" (di William Faulkner, presumibilmente); un libro intitolato "L'arte di scoprire i più infimi errori nei risguardi", attribuito a Cristina Paialunga, ennesimo omaggio pubblico di Castelli diretto questa volta ad una delle redattrici del sito www.sergiobonellieditore.it. Posti in orizzontale sopra a questi troviamo "The dynamics of an asteroid" (già presente in altre splash), sotto al quale c'è nuovamente il libro intitolato "The complete (illeggibile) of Alfredo Castelli".
    Sul tavolo, alla sinistra del computer, il modellino del Lockeed Electra di Amelia Earhart, lo stesso aereo che si vede in volo fuori dalla porta dello studio, e i libri "Manuale del pilota" e "La tecnica dell'aviatore". Nella riproduzione del Daily News Martin indossa un caschetto da aviatore.
  • Morales omaggia i "mostri", dando al ricercatore-militare Tod Browning il nome del regista del famosissimo film "Freaks";
  • Alla scomparsa di Amelia Earhart è dedicato anche l'episodio di "Star Trek: Voyager" intitolato "Una nuova terra". Qui erano stati gli alieni a rapire Amelia, insieme a Fred Noonan (il suo navigatore) e ad altri umani per utilizzarli come schiavi su un remoto pianeta;
  • Amelia Earhart è già comparsa in un episodio breve di Martin Mystère ("Il cielo dei Sargassi", di Castelli e Brindisi, pubblicato in Ken Parker Magazine n.33, quindi ristampato nella collana Martin Mystère Extra n.16, "La macchina pensante e altri racconti". Di quest'ultimo si può vedere la copertina qui);
  • Morales in questa storia omaggia in più di un'occasione la serie X-Files: le spiegazioni relative alle morti misteriose di Zhen Quan e del colonnello Bennet sono infatti in tutto e per tutto analoghe a quella descritte in Sleepless", quarto episodio della seconda stagione del popolare telefilm. In particolare, per la morte "da incendio" di Quan, Travis usa esattamente le stesse parole usate da Scully nell'episodio in questione (pag.28, terza, quarta e quinta vignetta; pag.29, seconda vignetta). Anche per la morte "da sbranamento" di Bennet, a pag. 35 (terza e quarta vignetta) il poliziotto riprende le battute dell'episodio in pratica parola per parola (solo che in quel caso la vittima era "morta" a causa di numerosi colpi di mitragliatrice). In X-Files però il "fattore suggestione" era indotto non da un virus (l'MX3, di cui si parla a pag. 38 e 39), bensì da un ex-marine che, dopo essere stato sottoposto durante la guerra del Vietnam, assieme ad i suoi commilitoni, ad un esperimento di eradicazione del sonno, aveva acquisito la facoltà di penetrare nell'inconscio collettivo e quindi manipolare la percezione della realtà;
  • Il secondo riferimento/omaggio ad X-Files si ha proprio con la trattazione della tematica "Unità 731", su cui si concentrano anche il nono e il decimo episodio della terza stagione del telefilm, intitolati nello specifico "Nisei" e "731" (Nisei significa, in giapponese, "seconda generazione" e, nel linguaggio corrente, si riferisce ai figli nati in Nord America dagli immigrati giapponesi. Nella mitologia di X-Files il termine è stato usato per indicare la seconda generazione di esperimenti su cavie umane compiuti da scienziati e medici giapponesi);
  • Pag. 139: Martin riconosce il maestro Guan Lo, comparso per la prima volta nel n. 250;
  • Pag.80: il primo incontro invece tra Martin ed il generale WIlson risale alla Operazione Gengis Khan. Allora però Wilson ricopriva solo il grado di Maggiore;
  • inviateci le vostre segnalazioni

Incongruenze

  • Pag.7, ultime due vignette: il cecchino appostato di fronte l'appartamento di Bennet probabilmente spara un proiettile contenente il virus MX3, che provocherà la morte dovuta a fortissime allucinazioni. Purtroppo questa è solo un'ipotesi, visto che a parte le due linee cinetiche sul dito che tira il grilletto a pag.7, non sappiamo con esattezza cosa e a chi il cecchino stesse sparando. Oltre a ciò, nulla lascia intuire che la finestra dell'appartamento fosse aperta, ma non ci sono rotture di vetri al momento dello sparo, nè si sa se siano stati rilevati dalle indagini della polizia. Nessuna delle vittime, inoltre, dà segno di aver avvertito, che so, una puntura, un pizzicore. Nulla. E per, come si dice, "tagliare la testa al toro", quando Browning e Waterson si confrontano sull'MX3 (pag.39), nessuno dei due fa cenno all'ipotesi che il virus possa essere stato introdotto mediante pallottole, nè se ne trova traccia nel referto dell'accuratissima autopsia;
  • inviateci le vostre segnalazioni

La frase

"...Mai più!"
Martin agli spettatori de "I misteri di Mystère" mentre l'aereo senza insegne cancella ogni traccia del villaggio "maledetto". Pag. 158.

Personaggi

Mystère, Martin, Detective dell'Impossibile
Bennett, Frank [+], colonnello dell'esercito USA, coinvolto nello sviluppo di armi batteriologiche
Brown, Ira [+], scienziato, coinvolto nello sviluppo di armi batteriologiche
Quan, Zhen [+], commerciante, coinvolto nello sviluppo di armi batteriologiche
Lombard Mystère, Diana, moglie di Martin
Java, amico e assistente di Martin
Travis, Travis, ispettore di polizia, amico di Mystère
Quan, Amelia, figlia di Zhen, nipote (e clone) di Amelia Earhart
Browning, Tod [+], colonnello dell'esercito USA, lavora allo sviluppo di armi batteriologiche
Waterson, generale dell'esercito USA, superiore di Browning
Kong [+] e Feng [+], assistenti del Maestro Lo
Anita [+], nipote del Maestro Lo, vittima dell'agente batteriologico di Harbin
Wilson, generale dell'esercito USA, amico di Martin
Fred, detto "Sicky", ex prigioniero dell'Unità 731
Wilson, Butch, sergente dell'esercito USA, figlio del generale Wilson
Lo, Guan [+], ex insegnante di Martin

Locations

Washington Mews n.3, abitazione di Martin Mystère, New York

Locations

New York, USA Los Angeles, USA Harbin, Cina

Elementi

Amelia Earhart Storia del volo Imprese Guerra Ingegneria genetica Guerra batteriologica Virus Antidoto Unità 731 Clonazione esperimenti scientifici genocidio Politica Giappone Manciuria seconda guerra mondiale Cina Stati Uniti Cavie umane; Crimini di guerra



Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...