Salta direttamente al contenuto

Bravo, Castelli! Bravo!

Martin Mystère vive (a dispetto dei gufi)
Recensione di  |   | martinmystere/


Bravo, Castelli! Bravo!
Martin Mystère 317


Scheda IT-MM-317

Nonostante le indiscrezioni negative apparse su alcuni siti, che prevedevano la chiusura imminente della collana, la terza per longevità all’interno della Sergio Bonelli editore, Martin Mystère, a dire del suo creatore e curatore Alfredo Castelli, gode di ottima salute, e a testimoniarlo è l’uscita di questo albo realizzato dallo stesso Castelli insieme a Giulio Camagni, disegnatore alla prima prova con il personaggio.
I due realizzano una storia insolita ed inquietante, dove grazie ai suggestivi disegni di Camagni e ai testi consolidati di Castelli, Martin Mystère vive una delle sue avventure più particolari, a partire dal rifiuto di Java di accompagnarlo in azione, all'aleggiante presenza addirittura di Dylan Dog.

La prima particolarità è che gran parte dell'albo si sviluppa attorno al lungo racconto che in un ristorante l'insopportabile dr. Ziegler fa a Martin rispetto alle disavventure del padre, scienziato nazista prima della seconda guerra mondiale, in missione al Polo Sud. Castelli riesce, presentando il consueto intreccio di teorie scientifiche (a partire da quella sulla relatività di Einstein), accadimenti storici e fenomeni paranormali, a costruire un plot accattivante, utilizzando temi già visti su albi passati, ma presentandoli al lettore in maniera nuova, arrivando a sdoppiare in questo albo l'esistenza stessa di Martin Mystère in un gioco di universi paralleli, e a trasformarlo in un'astronave! Castelli complessivamente riesce a rendere semplici anche i temi più complicati.

A contribuire notevolmente alla riuscita dell'avventura è sicuramente il tratto evocativo di Camagni, in grado di rendere al meglio l'atmosfera horror dell'albo, soprattutto quando in pieno Polo Sud appaiono i mostri insettoidi, che richiamano i B.E.M. dei film di fantascienza del passato. Camagni unisce scorrevolezza nella narrazione ad un segno grafico mai banale, riuscendo a rappresentare sempre al meglio le fisionomie dei protagonisti.

Arrivano i Bem!
Pag.84, tavola di Camagni

(c) 2011 Sergio Bonelli editore

Arrivano i Bem!<br>Pag.84, tavola di Camagni<br><i>(c) 2011 Sergio Bonelli editore</i>
Ad alleggerire in parte l'atmosfera cupa della vicenda è la consueta ironia sulle idiosincrasie di Martin, dal rapporto non facile con Ziegler, al suo drammatico utilizzo del telefono cellulare. Parafrasando allora la battuta meglio riuscita di tutto l'albo, non resta che complimentarsi con lo sceneggiatore milanese con l'inevitabile: bravo, Castelli! Bravo!

Impagabile Martin Mystère
Pag.36, disegni di Camagni

(c) 2011 Sergio Bonelli editore

Impagabile Martin Mystère<br>Pag.36, disegni di Camagni<br><i>(c) 2011 Sergio Bonelli editore</i>
Martin Mystère 317, Longitudine zero, di Alfredo Castelli e Giulio Camagni, Sergio Bonelli Editore, ottobre 2011, brossurato, 162 pp., 4,70€

Vedere anche...

Scheda IT-MM-317

Condividi questa pagina...