Salta direttamente al contenuto

Eroica, la gloria di Napoleone

l'Imperatore rivisto da Riyoko Ikeda
Recensione di E.Romanello |   | manga/


Eroica, la gloria di Napoleone
Eroica


Recensione

La Magic Press propone uno shojo manga decisamente d'autore e decisamente non commerciale come Eroica di Riyoko Ikeda, l'unico seguito ufficiale mai realizzato a Lady Oscar, storia della quale non era decisamente semplice dare una continuazione, essendo morti tutti i personaggi principali.

Anticipato dalle ultimissime tavole di Berubara (come gli appassionati hanno ormai ufficialmente ribattezzato Versailles no Bara/Le Rose di Versailles: titolo originale di Lady Oscar), in cui si presagiva la salita al potere di Napoleone, Eroica è più una cronaca storica che uno shojo ed è ben diverso dalle avventure di Oscar François de Jarjayes, alle quali fornisce un seguito fruibile in fondo anche a se stante.

Uno stile grafico più maturo rispetto a Lady Oscar
disegni di Riyoko Ikeda

(c) 2009 Magic Press

Uno stile grafico più maturo rispetto a Lady Oscar<br>disegni di Riyoko Ikeda<br><i>(c) 2009 Magic Press</i>

Di Oscar Eroica eredita i personaggi secondari del giornalista Bernard Chatelet, di Rosalie sua moglie e di Alain de Soisson, il soldato della guardia particolarmente affezionato a Oscar e André.

...chi ama la storia e non ha preclusioni a vederla trattata tramite un fumetto rimarrà conquistato dalla ricostruzione storica...

Bernard continua le sue battaglie come giornalista, appoggiando il protosocialista Babeuf, Rosalie lavora come sarta e Alain continua la sua carriera militare, ma il loro ruolo è di puro contorno, di supporto.

Eroica è la storia della scalata di Napoleone Bonaparte, compagno d'armi di Alain, sia sui campi di battaglia che nell'alta società parigina, dove rinnega l'antica fidanzata Desirée Clary per sposare la mondana Josephine Beauharnais e andare incontro al suo destino politico e militare.

Mentre ne Le rose di Versailles si partiva dall'idea di fare una biografia di Maria Antonietta per poi dare spazio a un personaggio romanzesco come Oscar, e in Orpheus no mado i fatti storici erano solo uno sfondo per una vicenda fittizia di amore e passione, qui i personaggi inventati ereditati dall'altro manga, sono più macchiette, per strizzare l'occhio a chi aveva amato le avventure di Oscar: qui il tutto avviene sullo sfondo della Storia reale, ricostruita con fedeltà e nello stesso tempo strizzando l'occhio a tutto l'immaginario di film e romanzi costruito su Napoleone. Inevitabile per esempio nei primi volumi il ricordo del film Desirée, kolossal in costume anni Cinquanta con Marlon Brando.

Lo stile di disegno della Ikeda è molto diverso da quello de Le rose di Versailles, meno idealizzante, non più con stacchi umoristici, con gran fedeltà all'iconografia di Napoleone e degli altri protagonisti: molto curati sono i costumi (scomparsi gli svarioni anacronistici dell'opera precedente) e gli scenari, restituiti nei minimi dettagli.

Una tavola, quasi un dipinto
disegni di Riyoko Ikeda

(c) 2009 Magic Press

Una tavola, quasi un dipinto<br>disegni di Riyoko Ikeda<br><i>(c) 2009 Magic Press</i>

Chi cerca in Eroica le stesse emozioni di Berubara forse rimarrà deluso, visto che è poi solo ad uno spunto che si riaggancia alle vicende di Oscar (che non viene praticamente più citata), ma chi ama la storia e non ha preclusioni a vederla trattata tramite un fumetto rimarrà conquistato dalla ricostruzione storica e da come fatti in fondo noti sono raccontati con la stessa passione di un romanzo, facendo del giovane militare corso destinato a vivere una delle più incredibile parabole di destino di tutti i tempi un eroe drammatico e tragico.

Eroica, la gloria di Napoleone di Riyoko Ikeda - Magic Press - 5,90 €

Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...