ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseStorico e VarieArticoli




tuttoGLAMOUR


Seconda parte dedicata alla produzione di volumi. Vengono presentati i vari cataloghi suddivisi per personaggio, con un ultimo paragrafo dedicato ai libri dove i personaggi di via Buonarotti compaiono insieme ad altri eroi dei fumetti.

Brendon. Ebbene sì, anche Brendon dopo una decina di numeri si vede dedicato un volume monografico, nel formato Tex. In Tutto Brendon vengono presentate interviste a Chiaverotti ed ai disegnatori, un'analisi della serie (ambientazione, contaminazioni cinematografiche, le donne...), copertine e schizzi. Il tutto a cura di Antonio Carboni. Il volume e' stato edito in occasione della mostra di Lugano, tenutasi dal 4 al 16 ottobre 1999.

Dylan Dog. Ben sei sono al momento i volumi dedicati a Dylan Dog dalla casa editrice fiorentina. In pratica uno all'anno dal 1990, con i primi cinque se vogliamo effettivamente complementari l'uno dell'altro ed il sesto, uscito nel 1995 in occasione del raggiungimento del numero cento, summa dei precedenti. Questo lo si evince anche dal titolo Dylan Dog: Indagine nell'incubo, firmato da Gianni Brunoro, Enzo Linari ed Antonio Vianovi: infatti i precedenti riportavano nel titolo la numerazione progressiva da Dylan Dog del primo a Dylan Dog 4 del penultimo, con l'eccezione di Io, Dylan e le donne. Caratteristica di questi volumi è di presentare una scheda per ogni singolo autore dello staff, generalmente esaustiva, e di affrontare attraverso la riproduzione di tavole tratte dagli albi diversi degli argomenti che la serie ha proposto: la paura (in particolare nell'ultimo volume in un articolo breve ma essenziale di E. Linari) poi il tema degli emarginati/minorati, quello delle bestie, quello della solitudine, solo come esempi. Nell'ultimo volume, edito come altri spesso in occasione dell'annuale mostra che si tiene a Certaldo, in Toscana, viene anche proposta da Stefano Marzorati una raccolta di citazioni cinematografiche e musicali presenti negli albi.
Sicuramente interessanti sono poi gli albetti allegati: dai primi, con storie inedite e brevi, senza parole, realizzate da Pietro Dall'Agnol (chissà, forse anche queste verranno riproposte nella collana Dylan Dog Superbook) all'ultimo, veramente imperdibile in quanto presenta la cronologia delle storie con riproduzione di tutte le copertine a colori, oltre a tavole varie realizzate per mostre, convegni, etc. La copertina di questo albo, nel classico formato bonelliano, è stata tra l'altro realizzata da Claudio Villa!

Legs Weaver. Nel formato Tex, a cura di Enzo Linari ed Antonio Vianovi, il primo volume dedicato al personaggio femminile di Medda, Serra e Vigna viene edito in occasione della mostra tenutasi a Certaldo Alto, dal 1 al 15 maggio 1998. Genesi, citazioni cinematografiche, cronologie e copertine degli albi fino al numero 30 compreso, insieme a quelle dei tre albetti allegati agli speciali di Nathan Never, biografie degli autori, disegni inediti ed un articolo sulle Signore di carta, di Paolo Guiducci, costituiscono le 180 pagine del volume.
Peccato che il termine Tutto che precede il nome Legs Weaver in copertina non corrisponda pienamente al vero: infatti anziché lasciare ben sette pagine bianche dedicate agli autografi (:-)) si potevano riportare gli albi della serie del Musone dove appare Legs. In omaggio ai primi 300 acquirenti un disegno di Antonella Platano (quello della copertina del volume).

Martin Mystére. Per quanto in termini di vendite il BVZM abbia sicuramente meno successo di Dylan Dog, la casa editrice toscana gli ha comunque dedicato più volumi, anche se in modo diverso. Infatti a tutt'oggi i libri che riguardano il personaggio creato da Alfredo Castelli sono cinque, oltre a The New Atlantis Tribune, con tre brevi storie di Martin Mystére nel formato tavole domenicali americane degli anni quaranta a colori, e la pistola di Martin Mystére, riproduzione dell'arma a raggi. Si potrebbe inoltre aggiungere l'albetto dedicato a Zona X, stampato in occasione dell'arrivo delle miniserie sul balenottero di casa Bonelli. Ma vediamo meglio i volumi: due presentano le raccolte delle storie Fantasmi a Manhattan e Il tesoro di Loch Ness, come ristampate per i quotidiani. Gli altri tre sono consecutivi, come quelli di Dylan Dog e ne ricalcano la struttura: articoli più tavole tratte dagli albi. Il primo di questi volumi esce nel 1990, poco dopo il N.100, il secondo nel 1991 ed il terzo nel 1993, poco dopo l'inizio dei Mysteri italiani: quest'ultimo volume presenta il sottotitolo Nel tempio dei Mysteri ed è stato stampato in occasione della mostra omonima tenutasi a Certaldo. In tutti i volumi viene ripercorsa la vita editoriale del Detective dell'Impossibile ed il suo stretto legame con il proprio creatore, oltre ad un'analisi di tutti gli argomenti che sono stati affrontati sugli albi mensili e non solo: mystero in senso lato, uomini in nero, fantarcheologia, mysteri del passato, sogni, arcani, etc. In particolare si sottolinea la novità di questa serie rispetto alla precedenti di casa Bonelli e si osserva come in effetti Martin Mystére sia stato il precursore dei nuovi eroi bonelliani, in primis il battistrada per l'Indagatore dell'Incubo. A livello di curiosità nel secondo volume vengono presentati schizzi degli interni della casa di Washington Mews, realizzati da Gino Vercelli, mentre nel terzo volume, firmato da Luca Brunori, Gianni Brunoro e Enzo Linari, si analizzano i mysteri italiani già affrontati.
In allegato al secondo catalogo vi è una raccolta degli articoli firmati da A. Castelli sulle più disparate riviste, articoli coinvolgenti il BVZM, mentre nel terzo viene presentata la seconda parte dell'Indice analitico, aggiornamento ovviamente della prima parte, presentata come volumetto indipendente in occasione dei dieci anni di vita del personaggio. Questo fascicolo raccoglie tutti i personaggi più importanti incontrati da Martin Mystére, oltre ai luoghi da lui visitati ed un elenco di tutte le storie, comprese quelle fuori serie.

Mister No. L'unico volume sino ad ora uscito, curato da Enzo Linari, Luca Brunori ed Antonio Vianovi, con il sottotitolo Amazzonia, ultima frontiera, è stato presentato in occasione della mostra dedicata a Mister No a Certaldo nel 1992. Si parla ovviamente di Amazzonia, del Sertao, del cinema brasiliano, del passato di Jerry Drake, del fantastico nella saga creata dal Guido Nolitta nel 1975, e della trasferta in terra d'Africa, all'epoca da poco conclusa (il volume usciva in corrispondenza del N.200). A complemento la cronologia di tutte le storie di Mister No, con relative copertine ed un articolo sull'attività di fumettaro di G. Nolitta.
In allegato un albetto con la storia breve Javaros! di G. Nolitta e Roberto Diso.

Nathan Never. Dimensione futuro è il sottotitolo del volume dedicato all'agente Alfa in occasione della mostra tenutasi a Certaldo nel 1994. Nel libro si affrontano diversi aspetti legati al mondo di Nathan Never: la città, l'agenzia, la scienza, lo spazio, il deserto, etc. Si affronta ovviamente anche il passato di Nathan Never, con le sue amicizie ed i suoi amori (all'epoca siamo al N.40 della serie ed alcuni aspetti sono già stati svelati). Vengono ripresentate a colori! tutte le copertine pubblicate sino al momento, comprese quelle della storie brevi, extra-Bonelli. Il volume è curato da Enzo Linari.
In allegato un albetto spillato che ripercorre il Decamerone di Boccaccio attraverso le immagini di diversi disegnatori: il titolo è Decameronever.

Nick Raider. Nick Raider indagine ad alto rischio è il volume presentato a Certaldo nell'aprile del 1997 per festeggiare i cento numeri di Nick Raider. Ad aprire il volume un interessante analisi del fumetto polizesco in Italia, seguita da una approfondito studio sulle tematiche sviluppate nella serie creata da Claudio Nizzi: a complemento la solita biografia degli autori legati a Nick Raider, un articolo sull'uccisione di Kennedy, con riferimento all'albo scritto da Nizzi sull'argomento, ed un'analisi fin troppo approfondita sull'opera di giallista di Alfredo Nogara, alias Alberto Ongaro: sin troppo nel senso che pur essendo un autore importante per Nick è Nizzi il suo creatore, il quale nella sua prefazione all'albo spiega in maniera molto brillante perché ha dovuto abbandonare sempre piú Nick, suo figlio naturale, per Tex, figlio adottivo con gli stessi diritti di Nick. In allegato la cronologia degli episodi apparsi, elaborata in modo un po' stringato. Il volume è curato da Enzo Linari, Gianni Brunoro, Paolo Guiducci e Roberto Davide Papini.

Tex. Due sono i volumi dedicati al nostro Ranger preferito: il primo del 1991 è in effetti un omaggio a Giovanni Luigi Bonelli, mentre il secondo del 1994 è proprio incentrato su Tex, ed è stato realizzato in occasione del N.400 e presentato a Lugano in occasione della mostra che si tiene ogni due anni nella città svizzera. Se sei sono i volumi dedicati a Dylan Dog con 100 numeri alle spalle, dovrebbero essere almeno 24 quelli dedicati a Tex! Questo per dire che in un volume solo è impossibile affrontare tutti i temi usciti dalla saga iniziata nel 1948 da G. L. Bonelli e Galep. E' stata quindi fatta una scelta ed è stato sviscerato l'argomento sicuramente più tabù mai affrontato nella saga: le donne! Viene quindi presentata un'ampia carrellata di tutte le figure femminili incontrate da Tex nel corso di 400 numeri. Non possono mancare ovviamente le interviste: a G. L. Bonelli, a Sergio Bonelli e ad Aurelio Gallepini. Quest'ultima assume un significato ancora più particolare data la recente scomparsa (10 marzo 1994) del creatore grafico del Ranger. Dall'intervista, raccolta da Antonio Carboni, curatore del volume insieme a Gianni Brunoro e Antonio Vianovi, emerge forse il rammarico di Galep nel passare il testimone delle copertine a Claudio Villa. Il volume è concluso da una raccolta di tutte le copertine (dalle prime per gli albi a striscia alle ultime della serie gigante) e da un'indicazione di tutte le avventure vissute da Tex e dai suoi pards.
In allegato un albetto con immagini di Tex a Lugano realizzate da diversi disegnatori.

Zagor. Il volume è uscito in occasione dei trenta anni di vita editoriale di Zagor (anche se è uscito con un anno di ritardo) e come catalogo della mostra allestita a Firenze nella Fortezza da Basso nel 1992. A differenza degli altri volumi questo presenta una particolarità: non si tratta di un volume ex-novo ma dell'ampliamento dello Speciale Zagor della rivista Collezionare, realizzato nel 1988 da Moreno Burattini, Francesco Manenti e Alessandro Monti, firmatari del volume edito da Glamour. E' ovviamente aggiornato, soprattutto per quanto riguarda le schede degli autori e dei personaggi via via incontrati dallo Spirito con la scure nella sua saga, ma la struttura resta la stessa. Si parla di tutto ciò che riguarda il mondo Darkwood, del rifugio nella palude, della realtà sempre a stretto contatto con la fantasia, della storia di Zagor e di Cico. Viene presentata la cronologia di tutte le storie insieme a tutte le copertine, comprese quelle delle strisce (copertine non presenti nel volume progenitore).
In allegato l'albetto con la storia breve "Smiling" Joe di Guido Nolitta e Gallieno Ferri, storia che riprende l'avventura omonima, pubblicata sul N.35 della collana, allungandola in pratica di 1 tavola e colorandola.

Miscellanea. In questo paragrafo sono indicati alcuni volumi nei quali i personaggi bonelliani sono coprotagonisti insieme ad altri: si tratta sempre di cataloghi di mostre, la maggior parte delle quali tenutesi a Lugano.

  • Un primo volume da ricordare è La fantascienza ed il fantastico, dove ovviamente compare Nathan Never, titolare dell'albetto allegato, dove l'agente speciale è ritratto in punti caratteristici di Lugano.
  • Nick Raider è presente ne Il fumetto in giallo.
  • Martin Mystére, con le protagoniste femminili dei suoi albi, e Legs Weaver sono il piatto forte del catalogo Lady Fumetto, stampato in occasione della mostra tenutasi nella città svizzera nell'aprile del 1996. In uno dei due albetti allegati (l'altro è dedicato a Eva Kant), Angie assurge a star insieme a Dee e Kelly in una breve avventura scritta da Alfredo Castelli e disegnata, insieme alla copertina, da Rodolfo Torti.
  • In Cielo di Piombo: fumetti e satira contro l'inquinamento, ritroviamo tavole di Dylan Dog, Mister No, Nathan Never e Martin Mystére: tale volume è stato edito in occasione della mostra tenutasi a Milano nel dicembre 1997. La ciliegina di questo volume è rappresentata dall'albetto allegato, con una breve e folgorante avventura del BVZM, scritta sempre da A. Castelli e disegnata da Giancarlo Alessadrini.
  • Tutto Bonelli é un magistrale volume realizzato da Mauro Giordani e Gisello Puddu, dove vengono analizzati, attraverso schede, tutti i personaggi e le collane uscite da via Buonarotti dal 1947 ad oggi: il volume infatti é uscito in contemporanea con Bonelliana, la mostra dedicata ai cinquanta anni di produzione Bonelli, tenutasi a Padova dal 5 al 19 ottobre 1997. Il volume é sicuramente imperdibile per i collezionisti, essendo fonte di utilissime informazioni. In un articolo, di Gianni Brunoro, a chiusura del volume, dedicato a tutto cio` che si occupa del mondo bonelliano, viene anche citata uBC. La copertina del volume, ritraente la maggior parte dei personaggi bonelliani (gli altri sono nella piega interna) é di Claudio Villa. Un primo aggiornamento al volume esce nel marzo 1999, ed è dedicato alla produzione della casa editrice per l'anno passato, oltre alle inevitabili (data la mole del lavoro) correzioni del volume base.
  • Stelle a strisce: le dive bonelliane tra cinema e fumetto di Franco Busatta (redattore della Sergio Bonelli Editore) e Antonella Bergamin, è un volumetto pubblicato in occasione dell'omonima mostra organizzata a Vacallo (Svizzera) dal 6 al 22 marzo 1998. In questo libro, in formato Tex, vengono svolti interessanti paragoni per i decenni dal cinquanta agli anni novanta (quelli relativi alle produzioni bonelliane) tra le eroine a strisce della casa editrice e quelle di celluloide. Alcuni esempi: Lilith e Debra Paget (anni cinquanta), Belinda e Jane Russel, Sarah Himmelmann e Lory Petty (Tank Girl), May e Monica Bellucci (anni novanta).
  • Oltre a questi volumi vi sono i volumi monografici dedicati ad alcuni autori bonelliani: Luigi Corteggi, Giovanni Ticci (uscito nel 1995 con in allegato un piccolo portfolio con i personaggi principali di Tex), Guglielmo Lettèri (quest'ultimo volume è uscito in occasione della mostra dedicata all'autore, tenutasi a Lucca dal 30 ottobre al 1 novembre 1998), Gallieno Ferri. Tutti questi volumi sono nel classico formato libro della Glamour, che ha inaugurato nel 1999 una nuova collana, sempre dedicata agli autori, denominata Profili, il cui formato è il classico formato Tex: i primi autori ad apparire nella collana sono Corrado Roi, Roberto De Angelis e Nicola Mari. L'ultimo per ora è Ferdinando Tacconi, volume presentato all'edizione primaverile di Expocartoon, con una bella mostra nella stessa manifestazione.
 
 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §