ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  La lunga pista rossa
Codice: [17] 96pp
Rating:
scheda di Marco Migliori

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Giancarlo Berardi
    Disegni/Copertina:
    Renzo Calegari - Giorgio Trevisan / Ivo Milazzo

    1a SERIE
    n.17 "La lunga pista rossa" - 96pp - 78.11
    (5k)

    COLLANA WEST
    n.14 "La lunga pista rossa" - 48pp - 86.07
    (5k)

    SERIE ORO
    n.17 "La lunga pista rossa" - 96pp - 90.09


In due parole. .

Ken è sulle tracce di due bambini apache, affidati ad una coppia di vecchi, Jacinto e Kayita, dalla madre bianca rapita 12 anni addietro. Il desiderio del nonno bianco, di rintracciare i nipoti di cui era ignaro, resterà insoddisfatto per la brutalità del mondo della frontiera. Ken dovrà vedersela con l'ira apache, e difendere un intero paese terrorizzato.


Note e citazioni

  • Calegari disegna fino a pag.27, il resto è di Trevisan.
  • a pag.14, Berardi dopo una breve introduzione dello zoo ambulante, calca la mano sull'atteggiamento dei bianchi nei confronti degli indiani. I due bambini apache, sono stati venduti al proprietario dello zoo, che li esibisce in gabbia assieme a scimpanzè e altri animali.
  • a pag.31, Berardi fa dire a Ken "me ne dispiace, ma è in errore lo stesso. la più raffinata crudeltà gli indiani l'hanno imparata proprio dai bianchi". Molto politically correct, ma dubbio dal punto di vista storico. Fermo restando che i bianchi (e parlando di apache, più precisamente gli spagnoli) hanno compiuto massacri e non solo ai guerrieri, bisogna anche riconoscere che ben prima che arrivasse l'uomo bianco, la tortura e l'annientamento del nemico erano parte integrante della cultura delle tribù indiane.
  • per contro, l'intero episodio è volutamente un pretesto per esasperare i comportamenti delle due parti (bianchi e indiani) nella frontiera. Taza o chi per lui - in fondo non è importante se era veramente lui, e infatti Berardi non ce lo dice - si comporta in modo che dire crudele sarebbe poco. Lo stesso Ken alla fine dice "non mi piacciono le esecuzioni di massa. nemmeno se si tratta di una belva". Eppure lo stesso Taza ha visto i suoi figli esposti allo Zoo e lasciati morire per malnutrizione, i suoi genitori uccisi, ecc.. E che dire dei bianchi che vanno allo zoo per vedere gli indiani, o dei messicani che fecero il massacro di Santa Rita? Le due parti sono prigioniere di un ruolo imposto loro dalla Storia, senza possibilità di incontro o comprensione. E Berardi vuole portarci, drammatizzando situazioni e personaggi (quasi tutti morti alla fine), in questa realtà.
  • lo sceriffo ricorda John Wayne nell'aspetto.
  • da pag.67, Berardi ci racconta tramite flashback, l'incontro di Taza con Ken. Lo stesso Taza ucciderà la moglie bianca col coltello, a lui sfuggita in precedenza.
  • i genitori di Taza sono morti nel massacro di Santa Rita del Corbre, che ha ispirato anche l'episodio di Tex "Fiesta di morte" n.259/261.
  • In questo numero Ken ha un contratto occasionale con l'Esercito, che lo mette anche a contatto con i genitori di Cheever.
Incongruenze
    Inviateci le vostre segnalazioni
La frase
    Miss Hanson:
    "Non v'interessa sapere se si trattava veramente di Taza?."

    Ken:
    "Non ha più importanza, ormai. Questa storia è finita come doveva, con dei vincitori e dei vinti..."

    "...il mio guaio è che non appartengo ne agli uni ne agli altri."


Personaggi

Ken Kayita [+] sorellastra di Taza Jacinto [+] marito di Kayita ed ex-scout dell'Esercito Vera Hanson maestra di scuola di Leadville Miller [+] padrone dello zoo Sally [+] scimpanzè Reg [+] sceriffo Doc dottore del paese Taza [+] apache, padre dei bambini Martha [+] moglie dello sceriffo Cheever [+] rapita da Taza, e sua moglie

Locations

Arizona meridionale Riserva Apache di San Carlos Leadville Contea di Springfield Colorado Dry Rock Rocky Mountains New Mexico Albuquerque

Elementi

Miller's Western Zoo Show zoo ambulante vendita di bambini ribelli apache vendetta apache bianche rapite dagli indiani spedizione geologica sulle Rocky Mountains
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §