ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





Pagine correlate:

  Il giardino di pietra
Codice: [31] 94pp
Rating:
scheda di Giorgio Loi

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Federico Memola
    Disegni/Copertina:
    Teresa Marzia e Jacopo Brandi / Giancarlo Olivares
    Lettering:
    Omar Tuis

    SERIE REGOLARE
    n.43 "Il giardino di pietra" - 94pp - 02.10
    (5k)


In due parole. . .

Il destino di Myriam si compie. Tutto ruota intorno a lei. Mentre la sua presenza sulla Luna è indispensabile per il mantenimento della magia sulla Terra (nonostante questo sembra minacciarne la vita) la sua assenza dalla Terra stessa rischia di sconvolgere le vite di Jonathan e Jasmine. Un equilibrio così instabile non è destinato a durare, ma perché tutto si avvii a una stabile conclusione bisognerà prima sventare nientepopodimeno che... un complotto divino!


Note e citazioni

  • Conclusione del cosiddetto "doposaga", ossia quel ciclo di avventure iniziate dopo il confinamento di Jasmine sulla Luna, a sua volta evento finale della grande "saga lunare". Alcuni fili pendenti saranno comunque riannodati nel numero successivo (n.44).
  • La storia è anche un'ideale prosecuzione (nonché conclusione?) della vicenda narrata nei nn.3-4 "Sfida nella città sommersa", "La regina delle fate".
  • In un solo albo Jonathan riceve, in forma diversa, tre diverse dichiarazioni d'amore: da Jasmine, da Selene e, ovviamente, da Myriam. Beato lui! :-)
  • Proseguono le restrizioni verso la magia negli Stati Uniti, adottate anche dal vicino Canada. L'Europa, invece, ne resta fuori. L'emulazione da parte del Canada è una mossa altamente verosimile. Restiamo invece un tantino perplessi di fronte a un'Europa più "liberale" degli Stati Uniti. D'altronde non è la prima volta che Memola lancia velate frecciate nei riguardi degli USA, dipinti come una finta culla di libertà.
  • Veniamo a conoscenza di una sorveglianza sulle attività magiche quasi orwelliana da parte delle autorità governative nordamericane, che si servono di satelliti per spiare, nascostamente, i cittadini.
  • Dopo l'assorbimento del libro di magia ora Jasmine è in grado di lanciare incantesimi come una maga provetta. Evidentemente ha imparato anche tutte le formule!
  • Quando acquisisce la "forma astrale" (come nel n.31) Jonathan se la vede da pari a pari anche con gli dei, e li prende pure a cazzotti!
  • Con il ripristino del vecchio trio Isabel e Max escono temporaneamente di scena. Che ci sia una mezza tresca? ;-)
  • Finalino comico "alla giapponese" nell'ultima tavola. Manca solo la scritta "Fine" con gli ideogrammi!
  • Tre anni e mezzo fa, in occasione della recensione del n.1, Luigi Ferrini scrisse, con non comune lungimiranza: "Jonathan afferma di saper controllare benissimo la propria volontà, anche contro l'effetto di incantesimi e malìe: questa affermazione, se non dovesse essere giustificata in futuro con motivi più validi, sarebbe quantomeno stupida." Alla luce di quanto emerso in questo n.43 dobbiamo convenire che aveva più d'una ragione di essere scettico!
Incongruenze
  • Non sappiamo se definirla un'incongruenza nel senso letterale del termine, ma certo è che tutta la spiegazione messa in piedi per giustificare prima la segregazione di Myriam, poi il complotto per eliminarla e infine la sua liberazione ci è sembrata un gran papocchio! Tra l'altro non si capisce quale sia stata la parte di Jonathan nella vicenda, visto che Selene e Ch'Ang-O erano perfettamente in grado di eliminare Mot da sole, e pure senza troppa fatica. Anche il nesso fra il collasso di Jonathan per mancanza di magia e l'assorbimento all'interno dell'albero sul piano astrale non è troppo chiaro (per usare un eufemismo). Sono solo due esempi.
  • Com'è possibile che tutti gli dei, che ci sono stati presentati come esseri quasi onnipotenti e onniscenti, non sappiano del fatto che Myriam è tornata in vita? Questo considerato anche il fatto che ella non intende fare vita da monaca di clausura ma, anzi, presumiamo riprenderà un'attività quanto mai avventurosa, e quindi esposta, al fianco dei suoi amici.
  • Frase un po' strana da parte di Jonathan: "Sono sempre state le donne a mettermi in crisi... e quanto più sono coinvolto, tanto meno riesco a controllare la situazione". Come se fosse un caso speciale! Caro Jonathan, questo capita a tutti. E' ovvio che quanto più sei coinvolto (leggi: innamorato) tanto meno sei in grado di mantenerti lucido e distaccato. Per questo chi fa la tua professione, o analoghe, preferisce prevenire il problema, ossia evitare di farsi coinvolgere. Ma tu non sembri intenzionato a seguire questa regola, vero? ;-)
La frase
  • "Isabel, perché non ti elidi dall'universo?"
    Jonathan, pag.9


Personaggi

Selene dea greca della Luna Ch'Ang-O dea cinese della Luna Jonathan Isabel avventuriera, amica di Jonathan e Max Jasmine Myriam Mot [+] dio egizio della siccità e della calura Rosalie padrona di casa di Jonathan

Locations

Casa di Jonathan Francia Parigi Vecchia sede dell'agenzia di invetigazioni magiche Parigi Quebec City Canada Giardino di pietra all'interno di un centro commerciale, Quebec City

Elementi

Proibizione della magia Sorveglianza illegale della popolazione Piano astrale
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §