Salta direttamente al contenuto

Artista della fuga, L'


Scheda di  |   | johndoe/


Artista della fuga, L'
IT-JD-45


uBCode: ubcdbIT-JD-45

Artista della fuga, L'
- Trama

Dopo il funerale del Dio dei Luoghi Comuni, John Doe aveva inscenato la sua morte con tanto di esplosione. In questo numero è lui stesso a raccontare ad Autumn come, tre anni prima, Harry Houdini lo aiutò nell'impresa e di cosa, il grande escapista, pretese in cambio: aiutarlo a far raccontare le sue gesta dal re degli scrittori, per guadagnarsi l'immortalità.

Valutazione

 58

Recensione

data pubblicazione Feb 2007
soggetto di ubcdbLorenzo Bartoli
soggetto di ubcdbRoberto Recchioni
sceneggiatura di ubcdbLorenzo Bartoli
copertina di ubcdbMassimo Carnevale
disegni (matite e chine) di ubcdbGiorgio Pontrelli
copertine
John Doe 45<br><i>(c) 2007 aventi diritto</i>
tag
, , , , ,

Annotazioni

Note e citazioni

  • L'obbiettivo dell'albo è quello di far luce sulla scena conclusiva del n.12 "Morte di un piccolo Dio", durante la quale John inscena la sua morte durante l'esplosione della sua auto.
  • Ad aiutare John nell'escatologica impresa fu Harry Houdini, pseudonimo di Erik Weiss, (Budapest, 1874 – Detroit, 1926), il più grande illusionista della storia. Houdini inizialmente si applicò ai giochi di carte ed alle altre arti magiche tradizionali, ma nel 1890 cominciò a specializzarsi in evasioni; quattro anni più tardi divenne una vera leggenda. Molti dei suoi trucchi li svelò egli stesso in una serie di libri pubblicati negli anni '20. Morì di peritonite, in seguito alla rottura dell'appendice all'età di 52 anni. La sua intera eredità finì nelle mani degli oppositori dello spiritismo con i quali aveva collaborato a smascherare ciarlatani.
  • Harry Houdini aveva un fratello, anch'egli escapista anche se meno bravo, proprio come il protagonista del film di Christopher Nolan, "The Prestige", con Hugh Jackman, Christian Bale, Scarlett Johansson, che racconta gli scontri di due illusionisti che sognano di diventare leggenda.
  • Harry Houdini è una delle tante anomalie create e sedotte da Morte durante la vecchia gestione, ed è lo stesso ascapista a raccontare come Morte lo abbia prima salvato, poi sedotto e in fine premiato con la vita eterna.
  • Scopriamo finalmente che John non è morto nell'esplosione della sua auto perchè Houdini aveva organizzato due esplosioni: una innocua con fuochi d'artificio per permettere a John di infilarsi in una apposita botola senza esser visto, e una vera che confutasse qualunque riserbo dei presenti.
  • Houdini spiega a Doe come già una volta aveva commissionato un libro sulle sue imprese a H. P. Lovecraft, che nel 1926 scrisse "Under the Pyramids", apparso su Weird Tales col titolo "Imprisoned with the Pharaohs".
  • Lo scrittore, o meglio il re degli scrittori, al quale John e Henry vogliono affidare la stesura della biografia altri non è che Stephen King (Portland 1947), il più importante scrittore horror della contemporaneità, capace di vendere milioni di copie dei suoi libri in tutto il mondo. La sua carriera comincia nel 1973 con la publicazione di "Carrie" al quale in breve tempo fanno seguito, per citarne solo alcuni, "Le notti di Salem", "Shining", "It", "Misery", "Insomnia", "Il miglio verde".
  • Durante una passeggiata nei pressi di casa, Stephen King viene travolto da un furgone e ridotto in fin di vita. E nell'albo scopriamo che son stati proprio John ed Herry ad investirlo e poi a prestargli soccorso. Ma nella realtà viene operato ben tre volte in pochi giorni e per la sua completa guarigione occorreranno nove mesi.
  • Ripresosi dall'incidente publica un libro, "On writing: autobiografia di un mestiere", un resoconto della sua vita di scrittore e una serie di riflessioni su come nasca la scrittura. Libro certamente d'ispirazione per Bartoli e Recchioni vista l'idea della storia.

Incongruenze

  • Le anomalie, come quella di Harry Houdini, sono state tutte risolte e liquidate nel n.27, comunque posteriore alla storia narrata in quest'albo, ma ugualmente non avevamo avuto nessuna informazione riguardo alla sua esistenza e adesso non sappiamo come e quando John ha sbrigato questa pratica.

Frase

  • un costruttore di mondi...colui che può fare in modo che io non sia mai esistito...e nemmeno tu, potremmo essere i sogni di qualcuno. Se fosse così John, e se qualcuno arriverà per strapparmi a te, io non sarò il suo sogno...sarò il suo incubo!
  • John e Autumn si scambiano le ultime considerazioni sull'intera vicenda, pag.97.

Personaggi

John Doe Autumn Henry Houdini Stephen King

Locations

Maine, USA Casa di Jhon Doe Casa di Henry Houdini Baita

Elementi

Fuga ed Illusioni Creatività rapporto tra autore e personaggi

Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...