Salta direttamente al contenuto

Arrivederci, Berlinguer

la biografia del segretario del P.C.I.
Articolo di  |   | italia/


Arrivederci, Berlinguer
Arrivederci, Berlinguer


La Becco Giallo, meritoria casa editrice specializzata nella produzione di fumetti dedicati alla cronaca e alla storia italiana, espande sempre più il proprio catalogo con Arrivederci, Berlinguer, graphic novel realizzata da Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini, dedicata allo storico segretario del Partito Comunista Italiano degli anni '70, scomparso nel 1984 a soli 62 anni durante una campagna elettorale.
Molto al di là di qualsiasi valutazione politica, Enrico Berlinguer è un personaggio che appartiene all'intera nazione, artefice del compromesso storico e del distanziamento dall'Unione Sovietica, che pose il problema della questione morale, che per primo portò all'attenzione della pubblica opinione, in un'epoca di terrorismo e di infiltrazioni massoniche nelle istituzioni.

Gli autori dell'opera, la sceneggiatrice di origini greche Elettra Stamboulis e il disegnatore ravennate Gianluca Costantini, hanno già dimostrato il loro affiatamento in Cena con Gramsci, apparso sempre per Becco Giallo nel 2012, rivelandosi tra gli artisti più attivi nell'orbita della casa editrice veneta.

Il comizio conclusivo
Tavola di G.Costantini; Arrivederci, Berlinguer; p.18

(c) 2013 Creative Commons

Il comizio conclusivo<br>Tavola di G.Costantini; Arrivederci, Berlinguer; p.18 <br><i>(c) 2013 Creative Commons</i>
Il punto di partenza del volume è rappresentato dai ricordi personali di Stamboulis, quando, ancora bambina, partecipa ai funerali del politico sardo, in un clima di afflizione ma anche di enorme mobilitazione, con la presenza di un milione di persone. Scorre, insieme ai commenti autorevoli delle personalità di allora, da Pertini a Napolitano, la storia italiana del dopoguerra: dalle repressioni del governo Tambroni alle occupazioni del 1968, dal terremoto in Irpinia all'omicidio Moro, dalla scoperta delle liste della P2 all'emergere prepotente del disimpegno degli anni '80, con la marcia dei quarantamila della Fiat.

L'infanzia impegnata di Stamboulis
Tavola di G.Costantini; Arrivederci, Berlinguer; p.90

(c) 2013 Creative Commons

L'infanzia impegnata di Stamboulis<br>Tavola di G.Costantini; Arrivederci, Berlinguer; p.90<br><i>(c) 2013 Creative Commons</i>
Viene narrata la giovinezza di Berlinguer, la sua formazione politica durante il fascismo, la scelta partigiana e la lotta antifascista durante la seconda Guerra Mondiale, cui segue prima la segreteria della F.G.C.I., e poi il ruolo di segretario generale del Partito nel 1972, con la rinuncia forzata al proprio privato di fronte ai doveri pubblici richiesti dal P.C.I., il secondo partito italiano, e il maggiore partito comunista al di qua della cortina, che sotto la sua guida riuscirà ad ottenere i migliori risultati elettorali della sua storia.

Straordinario l'apporto di Gianluca Costantini, capace di assemblare i contributi grafici più differenti, a partire dalle fotografie d'epoca che utilizza per illustrare i momenti pubblici, alternando un tratto realistico ad un segno volutamente più naif, nel momento in cui è raccontata l'infanzia di Stamboulis, fino alle figure ritratte volutamente senza volto, che ben rappresentano i professionisti della politica. L'aspetto più sorprendente del lavoro di Costantini è la sua capacità di riuscire a costruire un'opera dal grande valore estetico, mantenendo una coerenza narrativa equilibrata e costantemente tesa ad accompagnare la lettura.

Tempo pubblico e tempo privato
Tavola di G.Costantini; Arrivederci, Berlinguer; p.82

(c) 2013 Creative Commons

Tempo pubblico e tempo privato<br>Tavola di G.Costantini; Arrivederci, Berlinguer; p.82 <br><i>(c) 2013 Creative Commons</i>

Un volume di questo genere rappresenta molto di più che una semplice biografia, riuscendo nell'impresa di far trasparire, attraverso le vicende di un'unica persona, la storia di un intero paese, che pare, stando all'amara conclusione della graphic novel, condannato ad un impietoso destino, anche per non aver saputo raccogliere l'eredità, prima di tutto morale, di un suo grande politico, Enrico Berlinguer, segretario del P.C.I.

Arrivederci, Berlinguer di Elettra Stamboulis (testi) e Gianluca Costantini (disegni) - volume brossurato - colore - Edizioni Becco Giallo - 15,00€

Condividi questa pagina...