Salta direttamente al contenuto

Intervista a Leo Ortolani

i 10 anni di uBC
Intervista di uBC staff |   | interview/


Intervista a Leo Ortolani
 


Intervista a Leo Ortolani

Articolo

Scheda

Scheda

uBC ha contattato Leonardo Ortolani in occasione del decennale della sua nascita, e Leo ha risposto alle nostre domande in modo semi-serio... poco semi e per niente serie, per dirlo con le parole dell'autore! Buona lettura!

1) 1996-2006... pensando rapidamente agli ultimi dieci anni come è cambiato il fumetto e il suo mondo editoriale (in Italia e/o all'estero)?

Guarda, io ho scelto il tema numero tre. “Le donne nell’opera manzoniana”.
C’è Lucia, figura che rappresenta la fede nella misericordia divina, mentre la monaca di Monza, costretta dalla famiglia a intraprendere la carriera ecclesiastica, sembra gridare nel disperato bisogno di vivere una vita più passionale, meno estatica, sicuramente, di quella che vagheggia la timorosa Lucia. Il Manzoni parteggia tuttavia per Lucia, in un intento didattico che però non lascia orfana d’autore la Monaca, alla quale dedica sicuramente la sua frase più celebre: “La sventurata rispose”. Poi di recente ho incontrato una signora che da anni studia l’opera di Manzoni e ha praticamente le prove che il Manzoni ha copiato tutto dal suo mecenate.

2) Finito il boom di Dylan Dog si è iniziato a parlare di crisi del fumetto italiano. Ma la cosiddetta "crisi" oggi c'è veramente? In caso di risposta positiva, direbbe che la crisi riguarda principalmente quale tra le seguenti ipotesi?

  1. a) l'età media dei lettori
  2. b) il numero di copie vendute
  3. c) le idee degli autori
  4. d) il coraggio degli editori di fare nuove proposte
  5. e) il fumetto come medium

Ma basta, con la crisi! Bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
Sempre i soliti italiani, mangia spaghetti, suona mandolino!
Sempre che ci piangiamo addosso, eh?
Che poi devo lavare io!
E mica posso stare qua tutto il giorno a farvi da serva!
Che è ora che vi decidiate a fare qualcosa anche voi!

L'ironia a doppio taglio di Rat Man
disegni di Leo Ortolani

(c) aventi diritto

L'ironia a doppio taglio di Rat Man<br>disegni di Leo Ortolani<br><i>(c) aventi diritto</i>

3) A questo proposito la recente tendenza (in Italia) di allegare ristampe di

Le sinergie sono quella cosa che poi ti tocca lavorare per due. In quanto alla fuga di cervelli, se avete visto il mio, cortesemente, telefonatemi. E’ sul viola chiaro, poche anse, ben definite, risponde al nome di “Maffo”.
fumetti a quotidiani o riviste come va valutata?

Io di solito compro solo le riviste dei mesi estivi. Lì sono allegati i calendari della Ferilli e di Anna Falchi, che scacciano la malinconia e poi torno a fare fumetti più contento.

4) Immaginiamo di andare a cercare un fumetto nel 2016. La prima cosa che mi viene in mente è...

  1. a) mi vedo andare in edicola come oggi
  2. b) me lo scarico in un qualche tipo di dispositivo digitale mobile
  3. c) mi vedo da un antiquario specializzato

…che devo fare la copertina per l’ultimo numero della ristampa, TUTTO RAT-MAN.

5) Qual è oggi il rapporto del fumetto con gli altri media come cinema, videogiochi…?

Ogni tanto so che si vedono ancora.

6) A metà degli anni '80 abbiamo opere come Watchmen o Dark Knight Returns che influenzano schiere di autori. Nel periodo considerato esistono opere (non solo italiane) dall'impatto equivalente o comunque significativo?

Non lo so, io nella metà degli anni Ottanta mi sono messo per la prima volta con una ragazza, non capivo più niente, appena potevo correvo fuori a limonare.

Rat-Man Collection n.55
disegni di Leo Ortolani

(c) aventi diritto

Rat-Man Collection n.55<br>disegni di Leo Ortolani<br><i>(c) aventi diritto</i>

7) Sono ormai quasi vent'anni che i manga vengono pubblicati in Italia.
Ci hanno influenzato come autori o come lettori? E in termini positivi o meno?

Sono ormai quasi vent’anni che, da quando mi sono messo con una ragazza, ho capito che l’unica vera cosa che mi interessa sono le ragazze, così non ho fatto molto caso a quello che succedeva, però una volta la mia prof di disegno delle medie mi ha sgridato perché ha trovato un disegno di Heidi con il nonno e Nebbia nella mia carpetta.

8) Italia / Francia: fuga di cervelli (e matite) o possibili sinergie editoriali per cambiare anche il mercato italiano?

Le sinergie sono quella cosa che poi ti tocca lavorare per due.
In quanto alla fuga di cervelli, se avete visto il mio, cortesemente, telefonatemi. E’ sul viola chiaro, poche anse, ben definite, risponde al nome di “Maffo”.

9) Nel 1995 inizia a diffondersi internet come fenomeno di massa. Nel 2001 appaiono nella rete italiana i primi esperimenti di "fumetto elettronico" (nato per il web e non trasposto dalla carta).
Nel 2006 la giapponese NTTSolmare dichiara che in un mese vengono scaricati a pagamento nei cellulari "3 milioni di manga digitali".
I cosidetti webcomics sembrano però ancora cercare una propria identità e molti autori sembrano tuttora non riconoscergli una vera dignità.
C'è futuro per questa particolare forma di fumetto?
E si può parlare di fumetto senza carta?

Non so se si possa parlare di fumetto senza carta, ma pensate solo a questo: siete al gabinetto, avete finito, vi girate per pulirvi e trovate solo lo schermo di un computer.

10) Le fanzine cartacee dalla incerta diffusione e certissima passione dei produttori sono scomparse. Al loro posto le varie web-zine. Abbiamo perso o guadagnato qualcosa nel cambio?

Vorrei rispondere seriamente per una volta, ma non so dove siano le web-zine.

Le opinioni di Leo sull'editoria
disegni di Leo Ortolani

(c) aventi diritto

Le opinioni di Leo sull'editoria<br>disegni di Leo Ortolani<br><i>(c) aventi diritto</i>

11) Internet pone un'altra domanda: quale rapporto tra autori e "forum di discussione"? L’interazione tra autore e lettore non è mai stata così facile e pubblica come oggi. Fermo restando il diritto di ognuno di scegliere la propria “politica” in questo senso, se doveste consigliare un collega, suggerireste come Clifford D.Simak al neoscrittore Asimov: "Isaac, ora che sei dall'altra parte della barricata non puoi più battibeccare con i lettori sulla pagina della posta delle riviste"?

In giro per la rete


Rat Man
sito ufficiale del personaggio
Leo Ortolani
la scheda di Leo su Wikipedia

Non ho molto tempo per chiedermi queste cose, devo rispondere ai lettori.

12) Uno sguardo al passato. Recentemente è stato finalmente ristampato il Commissario Spada. Ci sono altri fumetti italiani immeritatamente sepolti di cui le ultime generazioni di lettori non hanno potuto usufruire?

La vera domanda è: ne vogliono usufruire?

13) Uno sguardo al futuro. Tra i nuovi autori italiani pubblicati negli ultimi 10 anni, salta in mente qualche nome come possibile nuovo Pratt / Bonvi / Caprioli / Bonelli...?

La vera domanda è : chi vincerà Sanremo?

14) 2006-2016... pensando ai prossimi dieci anni che linee di tendenza si possono vedere nel futuro dei fumetti (in Italia e/o all'estero)?

Non penso mai al futuro del fumetto. C’è tanto da fare, ancora, nel presente.
“A ogni giorno, la sua tavola inchiostrata”.

Vedere anche...

Articolo

Scheda

Scheda

Condividi questa pagina...