ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





Pagine correlate:
Recensione Maxi 1

  La terra delle
  lunghe ombre

Codice: [10] 160pp
Rating:
scheda di Francesco Manetti

    Soggetto/Sceneggiatura/Disegni/Copertina:
    Gigi Simeoni
    Lettering:
    Marina Sanfelice

    MAXI
    n.1 "La terra delle lunghe ombre / Il nido del crotalo" - 160pp - 02.08
    (5k)


In due parole. .

Dopo essere scampati ai mercanti Yafax del pianeta Mizar quinto (vedi sotto), Gregory e Badger ricevono l'incarico di recarsi sul pianeta Justice, sul quale sta per scoppiare una guerra fra le città di Caloris planitia e di Frigoris planitia, poste agli antipodi l'una dell'altra...

cliccare per ingrandire
(cliccare 70k)

mercanti Yafax
pag.14, Maxi n.1
(c) 2002 SBE

cliccare per ingrandire
(cliccare 63k)

la bella Diaphan
pag.40, Maxi n.1
(c) 2002 SBE

cliccare per ingrandire
(cliccare 72k)

inseguimento
pag.57, Maxi n.1
(c) 2002 SBE


Note e citazioni

  • Questa storia è contenuta nel Maxi Gregory Hunter uscito nell'agosto 2002, pochi giorni dopo la pubblicazione de "L'ultima sentinella" GH 17, ultimo numero della serie regolare. Il Maxi contiene un'altra storia completa, "Il nido del crotalo" GH m1b, anch'essa scritta e disegnata da Gigi Simeoni.
  • Prima prova di Gigi Simeoni come autore completo per la Sergio Bonelli Editore. Per questa casa editrice, Simeoni aveva già collaborato, come disegnatore, alla serie dedicata a Nathan Never, il personaggio creato agli inizi degli anni '90 da Antonio Serra (il creatore di Gregory Hunter) assieme a Michele Medda e Bepi Vigna. Fra i suoi lavori si può ricordare "Un nuovo futuro" NN g3, realizzato in collaborazione con Giancarlo Olivares su testi di Serra. Per quanto riguarda la sua attività di sceneggiatore, ricordiamo invece gli albi n.4 e n.8 della serie fantascientifica Hammer, pubblicata a metà degli anni '90 dalla Star Comics: "La montagna che canta" (suoi anche i disegni) e "Miraggio, coraggio" (disegni di Armando Rossi).
  • La copertina del Maxi è disegnata non da Elena Pianta, copertinista della serie regolare, ma dallo stesso Simeoni. Questa copertina si riferisce alla storia "La terra delle lunghe ombre", dato che mostra Gregory alle prese con due washak.
  • Il titolo, in copertina, non è "grafico" come quelli degli albi della serie regolare (e come quelli degli albi di Zagor e Tex, serie storiche alle quali Serra voleva esplicitamente ricollegarsi).
  • Diversamente dagli albi della serie regolare, il Maxi ha un frontespizio, anche in questo caso realizzato da Simeoni.
  • Nelle due storie del Maxi non sono presenti né il Monaco errante (congedatosi dai lettori in "Una scelta difficile" GH 17), né (malgrado Gregory uccida molte persone) Brynner, il fantasma che perseguita il ranger in seguito alla maledizione dello sciamano Thabias (vedi "Le origini dello spettro" GH 4).
  • L'assenza di Brynner è dovuta ad una sorta di malinteso fra Sime e Serra. Nella fase preparatoria della serie, Serra aveva previsto che Brynner si manifestasse solo nel caso in cui Gregory avesse ucciso dei terrestri. Quando Serra ha esteso le apparizioni dello spettro anche all'uccisione di alieni, Sime, avendo ormai pressoché completato le sue due storie, si è trovato nell'impossibilità di rimediare. Come dimostra la presentazione al Maxi, Serra si è comunque dichiarato molto soddisfatto del lavoro di Simeoni. Io, da lettore, mi limito a segnalare come questo malinteso abbia evidenziato un difetto della serie. Brynner, pur senza essere una trovata bislacca, finiva infatti con lo spezzare il ritmo delle storie e con l'annoiare, visto che le sue apparizioni non potevano che diventare prevedibili e ripetitive. Molto meglio, quindi, farne a meno.
  • La terra delle lunghe ombre del titolo è l'equatore di Justice, pianeta che espone sempre la stessa faccia al sole che lo illumina, di modo che su un suo emisfero la temperatura raggiunge i 500 gradi, mentre sull'altro scende anche a -150.
  • Il "gangster" Little Caesar (il capo dei caloriani) omaggia chiaramente il Piccolo Cesare interpretato nell'omonimo film da Edward G. Robinson segnalazione di G.Gentili
  • Diaphan, l'energica figlia di Caesar, ha manifeste intenzioni erotiche nei confronti di Gregory (il quale non raccoglie i tentativi di seduzioni perché la ragazza è, per l'appunto, la figlia "di un gangsterucolo da due soldi").
  • La pubblicità di pag.28 ("a gun is forever", ovvero "una superarma è per sempre") riprende lo slogan "un diamante è per sempre" della De Beers. segnalazione di P.Dionisio
  • Le enormi miniere mobili sono riprese da "Dune" di Frank Herbert (ma hanno la forma dei mezzi usati, nel deserto, dai Jawa di "Guerre stellari"), così come i vermi giganti (per quest'ultimi vedi anche Nausicaa di Hayao Miyazaki, "Terra bruciata/I predoni del deserto" NN 14/15 di Michele Medda e il film "Tremors" di Ron Underwood con Kevin Bacon). segnalazione di P.Dionisio
Incongruenze
  • Per rapire Diaphan vengono inviati due washak, mentre un solo washak si occupa di Gregory (che fra l'altro dorme nella stessa stanza di Badger).
  • Non si capisce perché, incontrando per strada il commerciante di ologrammi e constatando che questi ha "una fretta notevole", Gregory debba insospettirsi e decidere di pedinarlo. Puro sesto senso da sbirro? ;-)
La frase
  • Gregory e Badger, legati assieme con le spalle rivolte l'uno verso l'altro, i piedi immersi in ossa umane (crick, scrock, scrick...), dibattono sulle loro più recenti vicissitudini...

    Gregory:
    "Maledizione! E sarebbe questa la tua impareggiabile abilità commerciale, Badger?"

    Badger:
    "Beh... E' passato molto tempo dall'ultima volta che ho trattato con gli yafax, Gregory! Devo avere usato il codice gestuale in modo ehm... inesatto..."

    Gregory:
    "Inesatto!? Dovevi solo chiedere una guida esperta! Come minimo hai sparato una serie di oscenità sulle loro madri o su chissà cos'altro, visti i risultati..."

    Badger:
    "Beh, effettivamente il gesto corrispondente a "guida" assomiglia molto a quello di "mamma" e l'elaboratore di bordo avvertiva della possibilità di venire fraintesi..."

    Gregory:
    "Ma le loro intenzioni non si possono fraintendere, ora... Quelle che scricchiolano sotto i nostri piedi sono ossa umane... e tra poco le nostre faranno lo stesso rumore!"

    Badger:
    "Parla per te, testone. Qui l'unico umano sei tu!"


Personaggi

Gregory Badger mercanti yafax Golgoth mostro Chris Marderson comandante dei Ranger dello Spazio Diaphan figlia di Caesar McSheer venditore di ologrammi Caesar McSheer detto Little Caesar ex-gangster, magnate delle industrie minerarie di Caloris planitia e capo dei caloriani Aloisius consigliere di Caesar aka re dei washak Noah El Katif magnate delle industrie minerarie di Frigoris planitia e capo dei frigoriani popolazione washak equipaggio del cargo "Sphera uno" pachidonte [+] gigantesco verme carnivoro Asha figlia di Noah El Katif

Locations

Mizar quinto Jolly Roger Justice
terzo pianeta del sistema Alkaid Caloris planitia città di Justice Reggia di Caesar Laboratorio del commerciante di ologrammi Sphera uno cargo Città sotterranea dei washak Frigoris planitia città di Justice

Elementi

Mercanti yafax Golgoth mostro Fuga Rapimento Washak popolazione autoctona di Justice Aladdin sorta di passepartout Ologrammi Granate elettromagnetiche Pachidonte gigantesco verme carnivoro Doppio gioco Guerra globale Popolo oppresso
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §