Salta direttamente al contenuto

uBC Enciclopedia online del fumetto (torna all'indice)

IT-ZX
Zona X
di Luigi Ferrini - 1 Feb 2003

Quando nasce e chi la crea?
Il balenottero della Bonelli nasce da un'idea del vulcanico Alfredo Castelli, che decide di produrre per Martin Mystère alcune storie "particolari", con la parola d'ordine "libero spazio alla fantasia".

Dopo una lunga fase di preparazione, nell'aprile 1992 esce il n.1 di "Martin Mystère presenta Zona X", inizialmente quadrimestrale, nel classico formato bonelliano: ogni numero presenta due storie complete, saltuariamente interpretate dallo stesso Martin Mystère (ma si tratta comunque di storie "di fantasia" e non di "reali" avventure del BVZM).

Con il n.10 Zona X diventa bimestrale ed inizia ad alternare alcune miniserie alle storie complete (i cosiddetti "classici").

Con il n.21, infine, Zona X diventa mensile: il ruolo di Martin Mystère è sempre più defilato, mentre i temi continuano a spaziare dal fantasy alla fantascienza, passando per tutte le contaminazioni a cui questi generi vanno soggetti. Zona X ha chiuso con il n.45, nel marzo 1999 (vedere articoli dello speciale di addio "Lacrime di coccodrillo").

Descrizione delle miniserie:

Magic Patrol. Questa serie, gestita da Vincenzo Beretta, è uno spin-off della serie regolare di Martin Mystère: riprende cioè alcune situazioni e alcuni personaggi "mysteriani" per poi elaborarli autonomamente. Magic Patrol è il soprannome della squadra speciale di intervento Lambda, che opera nella base di Altrove. Dopo la chiusura continua ad apparire sulle pagine di Martin Mystère

La stirpe di Elän. Prima serie fantasy apparsa in casa Bonelli, si svolge parallelamente sulla Terra e sul fantastico mondo di Elän. Vi vengono riproposte tutte le tematiche classiche del genere fantasy, tra cui i draghi, la magia, le guerre epiche. L'ambientazione non è però di stampo "tolkeniano": la tecnologia di Elän è molto simile a quella proposta dai canoni dello "steampunk" e da Jules Verne. Dopo la chiusura l'autore Federico Memola proseguirà la narrazione degli eventi nella sua serie Jonathan Steele (vedere "La mutazione da Elän a Jonathan Steele").

Robinson Hart. Ideata da Luigi Mignacco, nasce come serie destinata a concludersi in poco tempo, e si trasforma "in fieri": il protagonista è un ragazzo della nostra epoca che si ritrova a vivere nel quinto secolo, a causa d'uno strano fenomeno. In seguito Robinson si trasforma in un viaggiatore del tempo a tutti gli effetti e si sposta in varie epoche.

Legione stellare. In un futuro imprecisato, nel quale sono possibili i viaggi interstellari, l'equipaggio della Lutezia si trova a vivere avventure più o meno pericolose contro criminali e pirati dello spazio, oltre ad incontrare forme di vita aliena più o meno probabili, secondo i canoni molto permissivi della "space opera". Anche questa miniserie è intrecciata con l'universo di Jonathan Steele (vedere IT-JS-25 "Un nuovo mondo").

Guida alla lettura
connessioni enciclopedia:
Alfredo Castelli
la scheda dell'autore
Martin Mystère
di Alfredo Castelli
Jonathan Steele
di Federico Memola

La serie si è conclusa con il numero 45 e gli arretrati sono reperibili nelle fumetterie o alle fiere specializzate.

Per chi voglia avvicinarsi per la prima volta alla testata consigliamo di reperire qualcuna delle storie presenti nella Top Ten di uBC.


in due parole
Contenitore multitematico bonelliano ideato nel 1992 da Alfredo Castelli con la parola d'ordine "libero spazio alla fantasia". A partire dal n.10 ospita alcune miniserie: Magic Patrol, La stirpe di Elän, Robinson Hart, Legione stellare. Chiude nel 1999.