Salta direttamente al contenuto

uBC Enciclopedia online del fumetto (torna all'indice)

JP-VERS
Lady Oscar (Versailles no bara)
di Martina Galea - 1 Feb 2003

Quando nasce e chi lo crea?
"Versailles no bara" ("La rosa di Versailles") è il primo manga realizzato da Ryoko Ikeda: l'opera viene pubblicata in 82 puntate, dal 1972 al 1973, sul settimanale per ragazzi Shukan Margaret, edito da Shueisha. Solo successivamente il manga verrà edito anche in un'edizione rilegata in 10 volumi. In Italia è diventato celebre col nome della sua protagonista, Lady Oscar (ovvero la rosa di Versailles), soprattutto grazie all'ottima trasposizione animata in 41 episodi, realizzata nel 1979.

Oscar e Maria Antonietta.

disegni di Riyoko Ikeda.
(c) Planet Manga
 

Chi è la rosa di Versailles?
Oscar Francois de Jarjayes nasce nel 1755, nella Francia di Luigi XV. Il padre, che da sempre desiderava un erede maschio per continuare la tradizione militare, decide di educare la bambina come un ragazzo. Oscar, quindi, cresce come un soldato, al servizio della regina Maria Antonietta, della quale diventerà consigliera e amica. La sua vita è una costante crescita interiore: da ragazzaccio scavezzacollo a maturo comandante, ma soprattutto da ragazza spaventata dai suoi sentimenti a donna amata e amante. Le sue giornate si intrecciano scorrevolmente tra episodi storicamente avvenuti (come lo scandalo della collana) e altri appositamente inventati o romanzati (come la sua relazione con Fersen).

La crescita di Oscar.

disegni di Riyoko Ikeda.
(c) Planet Manga
 

Chi sono i suoi amici?
L'amicizia più importante, che alla fine sfocierà in amore, è quella con Andrè Grandier, suo amico d'infanzia e compagno di una vita intera. L'altro amore della vita di Oscar è Hans Axel von Fersen, nobile svedese realmente esistito, che si dice avesse una relazione con la regina di Francia Maria Antonietta, legata ad Oscar da amicizia sincera e rispetto. Rosalie è una protetta di Oscar, di cui si innamora, senza essere però ricambiata. Questi sono solo i personaggi più importanti, ma l'intera serie è ricca di comprimari interessanti, amici di Oscar, come suo padre ed Alain, suo sottoposto, ma anche avversari, come Jeanne, sorella di Rosalie, o la contessa Du Barry.

Andrè: da bambino timido a uomo coraggioso.

disegni di Riyoko Ikeda.
(c) Planet Manga
 

Fersen e Maria Antonietta

disegni di Riyoko Ikeda.
(c) Planet Manga
 

Guida alla lettura
connessioni enciclopedia:
Riyoko Ikeda
scheda dell'autrice
Caro fratello
altro manga della Ikeda

In Italia Versailles no bara viene pubblicato per la prima volta sul settimanale Candyssima, edito da Fabbri, tra il 1983 e il 1984. Tuttavia, questa edizione in 106 numeri si conclude con un lieto fine che non rispecchia affatto l'originale.

E' solo con l'edizione di Granata Press che il pubblico italiano può finalmente leggere l'intera serie, che viene pubblicata tra il marzo 1993 e il novembre 1994 in 20 albi. Purtroppo, questa edizione può dirsi quasi introvabile, e quindi grande merito va all'edizione riveduta e corretta della Planet Manga, grazie alla quale la serie (intesa come fumetto) diventa celebre in tutta Italia. Lady Oscar (questo il nome dell'edizione italiana) inizia ad essere pubblicato nel settembre 2001, e la serie è ancora in corso: consta di 20 volumetti (più 4 speciali), anche se già dal n.17 la protagonista viene a mancare.

In realtà, Lady Oscar appartiene all'immaginario collettivo di quasi due generazioni di italiani grazie all'ottima trasposizione animata, realizzata nel 1979. La serie, che viene trasmessa frequentemente sulle reti Mediaset (anche se ogni anno presenta qualche censura inutile in più...), segue fedelmente il manga, e ha reso Oscar un'eroina, un must tra i vari personaggi di cartoni animati.

Nel 1984, la Ikeda realizza altri quattro episodi, da collocarsi cronologicamente poco prima della perdita dell'occhio di André. Questi episodi, chiamati Versailles no bara gaiden, appariranno su Capolavori Manga n.21/24 (Planet Manga) dopo la conclusione della serie regolare.

Per avvicinarsi al mondo di Oscar, consigliamo sicuramente la lettura dell'edizione Planet Manga, ma anche (per i più pigri!!) la visione della serie televisiva.

Dicono di lei
connessioni fuori dal sito uBC:
Panini Comics
sito dell'editore della casa editrice
La rosa di Versailles
sito dedicato a Lady Oscar

"Una donna (Riyoko Ikeda) di raro talento che sa scrivere di sentimenti, ma che, soprattutto, sa trasmetterli ai suoi personaggi, riuscendo miracolosamente a renderli così reali che non puoi fare a meno d'innamorarti di loro."
Barbara Rossi in un articolo su Kappa magazine n.94

"Lady Oscar mostra la vita così com'è, con le sue sconfitte, le sue amarezze, le sue conquiste e le sue contraddizioni."
Claudia Baglini in Lady Oscar n.9


in due parole
Manga creato da Ryoko Ikeda, pubblicato tra il 1972 e il 1974. La protagonista, Oscar, vive le drammatiche vicende della Francia rivoluzionaria, al fianco di personaggi come Maria Antonietta e Robertspierre.