Salta direttamente al contenuto

uBC Enciclopedia online del fumetto (torna all'indice)

JP-DB
Dragon Ball
di Cristian Di Clemente - 2 Lug 2003

Quando nasce e chi lo crea?
Pubblicato in Giappone tra il 1984 e il 1995 sul settimanale Weekly shonen jump della casa editrice Shueisha e, in seguito, raccolto in 42 volumi, Dragon Ball è il più grande successo di Akira Toriyama, autore noto anche per il manga "Dr.Slump & Arale Chan".
A partire dal 1986 le vicende del manga, popolarissimo in patria, sono state trasposte dalla Toei Animation in due lunghe serie a cartoni animati (Dragon Ball, 153 episodi, e Dragon Ball Z, 291 episodi), alle quali ne è seguita una terza (Dragon Ball GT, 64 episodi), che ha proseguito la storia da dove termina il manga.
La serie animata ha avuto successo in tutto il mondo, e non solo presso i bambini: il merchandising che ne è seguito è stato colossale, i siti internet amatoriali si contano, in tutte le lingue, a decine. Di Dragon Ball sono stati prodotti anche 17 film d'animazione autoconclusivi e 3 speciali televisivi.

A sinistra, il Dio Drago con due sfere. A destra, Goku sul suo principale mezzo di trasporto da bambino, la nuvola d'oro, insieme ad Arale e altri personaggi nati dalla penna di Akira Toriyama.

disegni di Akira Toriyama
(c) Bird Studio/Shueisha
(c) Star Comics
 

Che cos'è Dragon Ball?
Il titolo del manga deriva dalle sette sfere del drago che, riunite, consentono di evocare il Dio Drago, il quale esaudirà qualsiasi desiderio gli venga richiesto.
Il manga è una saga corale e generazionale: i protagonisti crescono fisicamente e spiritualmente, si sposano, hanno figli, muoiono e (grazie alle sfere) resuscitano.
La ricerca delle sfere è il filo conduttore degli anni adolescenziali di Goku, il principale protagonista, ispirati ad una popolare
L'incipit di Dragon Ball è ispirato al racconto "Saiyuki" (Viaggio ad Ovest) di Sanzo Hoshi, che si rifà alle mitologie e sacralità cinesi.
leggenda cinese e caratterizzati da un registro avventuroso-demenziale delle vicende. Con l'età adulta di Goku, i siparietti comici diventano marginali, pur non scomparendo, mentre la serie si evolve in una serie di combattimenti, basati su arti marziali e poteri energetici, contro avversari sempre più forti che vogliono distruggere la Terra.

In alto: alcune situazioni comiche degli anni adolescenziali di Goku (una celebre sequenza di Bulma, una vittoria poco ortodossa di Crilin, il metodo di Goku per capire il sesso di una persona e gli allenamenti del Maestro Muten).
In basso: Goku adulto in versione super saiyan e, in due tavole di combattimenti, mentre lancia i suoi colpi più potenti, la Kamehameha e la sfera Genkidama.

disegni di Akira Toriyama
(c) Bird Studio/Shueisha
(c) Star Comics
 

Chi sono i protagonisti?
Goku è il principale protagonista del manga, che conta decine di personaggi. Di seguito se ne riportano solo i più significativi, distinguendoli tra gli anni adolescenziali e adulti di Goku.
Nel periodo adolescenziale Goku ha già una
Goku è un saiyan, razza aliena di guerrieri con la coda che, con la luna piena, si trasformano in enormi scimmioni senza controllo. La crescita della forza dei saiyan più potenti è accompagnata da trasformazioni fisiche temporanee (capelli biondi e dritti, il cosiddetto "super saiyan", in vari livelli). Goku (il cui nome saiyan è Kakaroth) è animato da un profondo spirito di giustizia e lealtà e non combatte per vincere o uccidere ma per oltrepassare i propri limiti.
forza sovrumana, pari soltanto alla sua ingenuità. I suoi "amici non guerrieri" sono Bulma, fanciulla disinibita e abilissima con la tecnologia, Olong e Pual, due animali antropomorfi capaci di trasformarsi in qualsiasi cosa per un breve tempo, mentre tra gli "amici guerrieri" ricordiamo il fedelissimo Crilin, il rubacuori Yamcha ed il tenace Tenshinhan. I maestri di arti marziali di Goku sono il simpatico e allupatissimo Maestro Muten, il gatto Karin e Dio, il creatore delle sfere del drago.
Alla categoria dei "cattivi" appartengono il pasticcione Pilaf, i generali del Red Ribbon, il Grande Mago Piccolo e suo figlio Piccolo.

Nel periodo adulto Goku si sposa con Chichi e scopre le sue origini saiyan: i suoi poteri crescono in termini esponenziali, fino a diventare l'essere più forte dell'universo. Piccolo diventa un prezioso alleato. Un nuovo popolarissimo protagonista è Vegeta, il principe dei saiyan, crudele e malvagio. Odia Goku perché più forte di lui, e il suo passaggio dalla parte del bene è lento e si compie soltanto nel finale del manga. Importante è anche la seconda generazione dei saiyan, rappresentata da Gohan (figlio di Goku e più forte del padre per un certo periodo), Trunks (figlio di Vegeta e Bulma) e Goten (secondogenito di Goku). Altri personaggi da ricordare sono Re Kaioh, maestro d'arti marziali di Goku nell'aldilà, il gradasso Mr.Satan, l'androide femmina 18 (che si sposerà con Crilin) e il divino Kaiohshin.
I principali avversari, al centro di lunghissime saghe e relative sottotrame, sono l'alieno Freezer, l'essere perfetto Cell e Majin-Bu, mostro creato da un mago.

In alto, la crescita di Goku.
In basso, la copertina del volume numero 30, con una foto di gruppo dei guerrieri all'epoca della saga di Cell: da sinistra a destra, Crilin, Vegeta, Tenshinhan, Gohan, Goku, Piccolo, Yamcha e Trunks.

disegni di Akira Toriyama
(c) Bird Studio/Shueisha
(c) Star Comics

 

Qual'è l'ambientazione della storia?
Le vicende di Dragon Ball hanno luogo in un pianeta Terra "alternativo", in cui oltre agli uomini vivono animali antropomorfi e creature preistoriche. Le case hanno architetture insolite e le grandi città un aspetto futuristico. Lo stadio evolutivo è, infatti, elevato: le persone si muovono con mezzi volanti motorizzati personali e le minuscole capsule hoipoi permettono di miniaturizzare qualsiasi oggetto (addirittura una casa) per trasportarlo comodamente in tasca.
Sulla Terra le ambientazioni più ricorrenti sono l'isola del Maestro Muten, la Città dell'Ovest dove vive Bulma, il torneo Tenkaichi di arti marziali, la casa di Goku e il palazzo di Dio, posto al di sopra delle nuvole.
Nel corso della saga di Freezer la scena si è svolta sul pianeta natale di Piccolo, Namecc. Un altro scenario ricorrente è un aldilà molto ironico, con inferno e paradiso, in cui Goku (che nel manga muore e resuscita due volte) continua ad allenarsi con un'aureola sulla testa.

In alto, collage di immagini con: Gohan inseguito da un dinosauro, Goku nella Città dell'Ovest, il palazzo di Dio e Goku trasformato in scimmione mentre devasta il torneo di arti marziali.
In basso, il saluto di Akira Toriyama ai lettori di Dragon Ball nell'ultima tavola del manga.

disegni di Akira Toriyama
(c) Bird Studio/Shueisha
(c) Star Comics

 

Guida alla lettura
connessioni enciclopedia:
nessuna

In Italia Dragon Ball è stato pubblicato da Star Comics in varie edizioni di formato tascabile, con lettura "alla giapponese", tutte facilmente reperibili presso negozi specializzati in fumetti.
La prima edizione ("Dragon Ball", costa azzurra, brossurata) è stata pubblicata, tra l'aprile 1995 e l'ottobre 1997, in 62 numeri quindicinali di circa 110 pagine l'uno.
La seconda edizione ("Dragon Ball Deluxe", costa rossa, brossurata) è stata pubblicata mensilmente tra il giugno 1998 e il novembre 2001, in 42 volumi (analoghi, per numero e copertine, all'originale giapponese) di circa 170 pagine l'uno.
La terza edizione ("Dragon Ball New", costa nera), in due distinte vesti editoriali (brossurata e con sovracopertina), è iniziata nel giugno 2002 ed è attualmente in fase di pubblicazione. Anche questa edizione rispetta la suddivisione originale dei volumi e le rispettive copertine, ma segnaliamo che i testi e le immagini di alcune situazioni umoristiche un pò piccanti sono stati oggetto di ritocco.
Star Comics ha pubblicato e ristampato anche gli anime comics di Dragon Ball (versioni a fumetti dei film d'animazione autoconclusivi, ottenute aggiungendo i "balloons" ai fotogrammi del film): 4 ispirati alla prima serie televisiva, 13 alla seconda e 3 speciali televisivi. Per queste storie "fuori serie" suggeriamo, tuttavia, di reperire le videocassette DeAgostini: la versione a fumetti dei film non ha, infatti, la leggibilità e la dinamicità delle scene di lotta che è propria del manga.

Dicono di lui
connessioni fuori dal sito uBC:
Dragon Ball
sito ufficiale della prima serie televisiva
Dragon Ball Z
sito ufficiale della seconda serie televisiva
Dragon Ball GT
sito ufficiale della terza serie televisiva
Star Comics
la casa editrice della versione italiana

"Dragon Ball è, a tutti gli effetti, l'opera "più Toriyama di Toriyama", nel senso che qui converge tutta la sua demenzialità, l'umorismo, i personaggi, le situazioni e le idee lasciate in sospeso o appena abbozzate in precedenti fumetti brevi. [...] Le uniche due serie "lunghe" da lui create [Dragon Ball e Dr.Slump & Arale Chan, n.d.r.] hanno fatto ridere sia i bambini che gli adulti e sono rimaste nella storia del fumetto giapponese."
Kappa Magazine n.34, articolo di Andrea Baricordi

"L'ultima fiaba di fine secolo"
Rock'N'Comics, Speciale Dragon Ball a cura di Fabrizio Francato


in due parole
Manga di Akira Toriyama, pubblicato in Giappone tra il 1984 e il 1995, da cui è stata tratta una popolarissima serie a cartoni animati. Tra situazioni avventurose, comiche e drammatiche, il fumetto narra della ricerca delle sfere del drago da parte di Goku, un bambino con la coda che diventerà il guerriero più forte dell'universo.