Salta direttamente al contenuto






L'Eternauta
- In due parole

Creato da Oesterheld e Solano Lopez nel 1957 in Argentina, è una delle storie fantascientifiche a fumetti più famose di tutti i tempi ed una metafora degli orrori delle dittature. Juan Galvez, l'Eternauta, dotato della facoltà incontrollata di viaggiare nel continuum spazio-temporale, racconta ad un attonito ascoltatore un'imminente invasione aliena a Buenos Aires, annunciata da una nevicata mortale.
Pagina 1
Pagina 2 *

Pag.2/2 :: Torna a pagina precedente

Chi sono i protagonisti?

Tra parentesi il nome originale se diverso dalla versione italiana

L’Eternauta, alias Juan Galvez (Juan Salvo). Il protagonista della storia. Un semplice uomo della classe media e bravo padre di famiglia che è destinato a diventare il nemico giurato dei Loro, una razza aliena che vuole dominare le galassie. Alla fine del primo volume si perde nel crocevia tra le varie dimensioni e nella disperata ricerca dei suoi cari ritorna per materializzarsi di fronte a Germàn, raccontandogli le sue straordinarie vicende. Oltre alla facoltà, incontrollata, di viaggiare nel continuum spazio-temporale, nel secondo volume acquisisce la capacità di capire anche i sistemi più evoluti e una discreta super-forza, a discapito della sua umanità e sentimenti. Queste ultime qualità non vengono quasi mai usate nelle versioni successive.

Elena e Martita Galvez (Salvo). Moglie e figlia dell’Eternauta. Dopo essersi separati alla fine della guerra contro gli alieni, Juan percorre molte dimensioni parallele per trovarle.

German (in realtà è lo sceneggiatore Hector Germàn Hoesterheld, raffiguratosi nella storia con il suo secondo nome). Sceneggiatore di fumetti a cui appare dal nulla l’Eternauta, che gli racconta la sua storia. Sarà molto protagonista nella Seconda e Terza Parte.

Ferri (Favalli), Lucas e Polsky. I tre amici con cui Juan si riunisce durante le serate per giocare a carte ed insieme ai quali affronterà l’invasione aliena. Il primo è un robusto professore di fisica, il secondo un banchiere, entrambi con l’hobby dell’elettronica, e l’ultimo un arzillo pensionato.

Pablo, Alberto (Franco) e Ruiz (Mosca). Altri tre personaggi fondamentali che appaiono durante lo svolgimento della storia. Pablo è un adolescente che lavorava in una ferramenta dove si serviva Juan, mentre Alberto è un giovane fabbro che dimostra di essere un valido e spavaldo guerriero. Per ultimo, Ruiz, un giornalista che scrive in un diario tutto quello che succede per trasmetterlo alla future generazioni. Nella saga de Il Ritorno, sarà il manoscritto che riceverà Martita da ignoti lo spunto per iniziare la ricerca del padre scomparso.

Da destra a sinistra: Juan Galvez (l’Eternauta), Ferri, Lucas e Polsky
disegni di Solano Lòpez

(c) Editorial Frontera / Eura Editoriale

Da destra a sinistra: Juan Galvez (l’Eternauta), Ferri, Lucas e Polsky<br>disegni di Solano Lòpez<br><i>(c) Editorial Frontera / Eura Editoriale</i>

Chi sono i nemici?

Loro (Ellos). Una razza aliena che si dedica alla conquista di mondi. La prima arma che utilizzano durante le loro invasioni è la nevicata mortale, una specie di neve fluorescente che uccide al tatto qualsiasi essere vivente. Altra arma preferita è una palla nel cielo che crea delle allucinazioni e porta allo scoperto le paure dei nemici. Non si conosce la loro natura perché non appaiono mai in nessuna delle storie.

Kol (Manos). Alieni utilizzati dai Loro per dirigere gli altri schiavi-guerrieri. In spagnolo erano chiamati semplicemente Mano, perché la loro mano destra è fornita di moltissime dita, ottime per gestire le complesse apparecchiature utilizzate in battaglia. Sono gli unici esseri a non possedere un controllo sulla nuca, per poter mantenere il loro libero arbitrio. Per sottometterli, i Loro gli hanno impiantato una ghiandola del terrore, così appena hanno paura i Kol muoiono. Una versione macabra della pillola di cianuro delle spie.

Un alieno Kol
disegni di Solano Lòpez

(c) Editorial Frontera / Eura Editoriale

Un alieno Kol<br>disegni di Solano Lòpez<br><i>(c) Editorial Frontera / Eura Editoriale</i>

Gurbos. Giganteschi quadrupedi in grado di abbattere edifici e distruggere tutto al loro passo. Sono controllati con un dispositivo a distanza.

Insetti-Robot (Cascarudos). Una specie di scarafaggi giganti, alti come un uomo, la cui mente è annullata dal controllo dei Loro. Sono usati come forza d’assalto contro gli umani e di solito utilizzano un enorme raggio mortale, che uccide senza provocare danni evidenti.

Uomini-Robot. Sono le persone che vengono catturate dagli alieni e a cui viene impiantata nella nuca il telecomando dai Kol. Perdono la loro anima e combattono contro quelli della loro stessa specie.

Guida alla lettura


Eura Editoriale (oggi Editoriale Aurea)
  • Prima e Seconda Parte: la prima pubblicazione avviene sul settimanale Lanciostory, per poi essere raccolta su Euracomix n. 55, 56 e 57 oppure su Fantacomix Day n. 1, 2 e 3.
  • Il Mondo Pentito: Euracomix n. 136.
  • Il Ritorno (solo la prima parte, le altre due sono inedite in Italia): I Giganti dell’Avventura n. 66.

In giro per la rete

Eternauta.com (spagnolo)
il sito ufficiale

Editoriale Aurea
il sito ufficiale della Casa Editrice, subentrata all’Eura nella gestione del parco testate

Wikipedia (in spagnolo, versione più completa)
Wikipedia (in italiano)
le pagine dedicate all’Eternauta dalla famosa enciclopedia open source
001 Edizioni
  • La Prima Parte, nella versione originale argentina, nel formato orizzontale.
  • Memorie dell’Eternauta: saggio sull’opera.
L’Espresso
  • Prima Parte: I classici del fumetto di Repubblica n. 29.
Comma 22
  • L’Eternauta nella versione di Breccia.
Comic Art
  • Terza Parte: Best Comics n. 25 e 26.
Camei e apparizioni varie:
  • La città 1 / Fantacomix Day n. 4 / Eura Editoriale.
  • La Leggenda del Caballero Rojo / Allagalla Editore.
  • Parque Chas / 001 Edizioni.

L’Eternauta incontra Jan e Karen, i protagonisti della serie La Città
disegni di Juan Gimènez

(c) varie editoriali / Eura Editoriale

L’Eternauta incontra Jan e Karen, i protagonisti della serie La Città<br>disegni di Juan Gimènez<br><i>(c) varie editoriali / Eura Editoriale</i>

Dicono di lui

"Una delle dieci storie a fumetti più belle e importanti nella storia, probabilmente la migliore del genere fantascientifico, e in entrambi i casi non è un’esagerazione."
[Corriere della Fantascienza]
"Il lavoro fatto da Francisco Solano Lopez, con i suoi disegni, assieme ai testi di Hector Oesterheld, rimarrà, mi auguro per tutti noi, come memento perenne e sempiterno contro le dittature e la violenza."
[Nuvole Parlanti, blog dedicato al fumetto]
"Ci sono dei fumetti che, quando hai finito di leggerli, ti lasciano senza parole. Non sono molti: nella mia esperienza sono i reportage a fumetti di Joe Sacco, la pietra miliare Maus di Art Spiegelman... e L’Eternauta."
[Mondo a fumetti, chiacchiere sul mondo dei disegni parlanti, blog dedicato al fumetto]

Condividi questa pagina...