Salta direttamente al contenuto






Corto Maltese


Pagina 1
Pagina 2 *

Anteprima

Scheda IT-CMALT-1

Pag.2/2 :: Torna a pagina precedente

Cronologia: 1917 e oltre

1917| Corto Maltese continua a girare per l'America Latina: nelle Antille, in "..e riparleremo di gentiluomini di fortuna", ritrova Rasputin nella vana ricerca del tesoro di un bucaniere, perde la memoria in Belize in "Per colpa di un gabbiano", avventura in cui conosce la bella Soledad Lokaarth. Recupera la memoria in Venezuela un mese dopo, in "Teste e funghi" grazie a Steiner e al suo amico Levi Colombia. In Honduras, ne "La Conga delle banane", ritrova Bocca Dorata e la giovane Esmeralda che tentano di contrapporsi all'egemonia statunitense nella zona, fronteggiando letali avversari come la lugubre Venexiana Stevenson. In "Vudu per il presidente" Corto si trova nella misteriosa isola di Port Ducal, dove salva Soledad Lokaarth da un'accusa di stregoneria. Corto conclude le sue avventure in Sud-America nel delta dell'Orinoco (episodio "La Laguna dei bei sogni"), dove assiste alla morte di un ufficiale inglese disertore, e nella foresta amazzonica peruviana ("Nonni e fiabe"), dove aiuta il capo jivaro Marangwè a vendicare la morte della figlia.
Alla ricerca di notizie sull'Eldorado, Corto si sposta a Venezia dove, ne "L'angelo alla finestra d'oriente", smaschera una spia austriaca, e in seguito sul fronte italo-austriaco ("Sotto la bandiera dell'oro") in cui ritrova il tesoro del re del Montenegro grazie alla collaborazione di personaggi storici e letterari come Radetsky, Hemingway e Onassis.
In "Concerto in O minore per arpa e nitroglicerina" Corto si sposta a Dublino, in un'Irlanda in pieno tumulto per l'indipendenza, mentre il 21 dicembre è a Stonehenge ("Sogno di un mattino di mezzo inverno") per aiutare i personaggi della mitologia celtica a sventare una tentata invasione delle armate tedesche in Inghilterra.

Un triste addio
da "Concerto in O minore per arpa e nitroglicerina", ciclo delle "Celtiche"

(c) 1972 Cong S.A.

Un triste addio<br>da "Concerto in O minore per arpa e nitroglicerina", ciclo delle "Celtiche"<br><i>(c) 1972 Cong S.A.</i>

1918|In primavera Corto si trova in Francia: il 20 e il 21 aprile assiste sulle rive della Somme alla morte del Barone rosso ("Cotes de nuit e rose di Piccardia") e in seguito salva Cain Groovesnore dall'infamante accusa di omicidio e tradimento ("Burlesca e no tra Zuydcoote e Bray-Dunes").
Corto si sposta poi in Yemen nell'avventura "In nome di Allah misericordioso e compassionevole" dove, insieme al Dancalo Cush, salva il principino reale saudita Saud dalle grinfie dell'esercito turco. Corto e Cush in seguito vanno nella Somalia britannica dove assistono all'attacco da parte dei Dervisci ad un fortino inglese ("L'ultimo colpo"). I due amici sono poi in Etiopia dove sventano una guerra tribale tra abissini e dancali ("Di altri Romei e di altre Giuliette"). In "Leopardi" Corto Maltese è in Tanzania dove, ferito, è prosciolto da un'accusa di omicidio.
Il I° novembre Corto è ad Hong kong dove ritrova Rasputin. Due anni dopo l'avventura vissuta a Saint Kitts, può iniziare "Corte Sconta detta Arcana".

Corto e il guerriero dancalo Cush
da "... e di altri Romei e di altre Giuliette", ciclo delle "Etiopiche"

(c) 1973 Cong S.A.

Corto e il guerriero dancalo Cush<br>da "... e di altri Romei e di altre Giuliette", ciclo delle "Etiopiche"<br><i>(c) 1973 Cong S.A.</i>

1919| Corto Maltese si sposta a Shanghai, in Manciuria, in Mongolia e in Siberia alla ricerca del Treno d'Oro dell'Ammiraglio Kolchak.

1920| A Hong Kong (marzo) e nel Kiang Si in Cina (aprile) si conclude "Corte Sconta detta Arcana", senza che neppure questa volta Corto Maltese e Rasputin siano riusciti ad impossessarsi del tesoro a lungo cercato.

1921| Corto Maltese è a Venezia dove, dal 19 al 25 aprile, conosce Louise Brookszowyc ("Sirat al Bunduqiyyah- Favola di Venezia") e, durante la ricerca dello smeraldo Clavicola di Salomone, subisce un curioso scherzo dello scrittore Rolfe Baron Corvo. In autunno Corto parte per Rodi dove iniza l'episodio "La Casa Dorata di Samarcanda" ed in cui, alla ricerca del tesoro di Alessandro Magno , si sposta in Turchia, in Azerbaigian, nell'Emirato di Bukhara, in Tagikistan, in Afghanistan ed in Pakistan, insieme all'inseparabile Rasputin.

1922| I due assistono alla morte di Enver Pasha nel Turkestan, mentre al confine tra l'Afghanistan e il Pakistan non riescono ad impossessarsi del tesoro di Alessandro Magno, soltanto intravisto o sognato. Sicuramente Corto si sposta poi a Venezia dove consegna alla comunità armena una bimba trovata durante l'avventura.

1923| Corto Maltese, ad inizio giugno, ritorna in Argentina dopo 15 anni. Il 13 giugno, a San Isidro, un sobborgo di Buenos Aires, inizia l'avventura "Tango- Y todo a media luz", in cui Corto indaga sulla sorte della sua amica Louise Brookszowyc, ritrovando Butch Cassidy ed Esmeralda.

1924| Corto è in Svizzera, prima a Savuit-sur-Lutry nel cantone di Vaudin e poi a Montagnola nel Canton Ticino, a casa dello scrittore Hermann Hesse (episodio "Le Elvetiche-Rosa Alchemica"). Dopo aver bevuto dal Santo Graal, forse solo in sogno, Corto parte in viaggio per Zurigo con la pittrice Tamara de Lempicka.

1925| Corto è nel mar dei Caraibi alla ricerca dei resti di Atlantide nell'episodio "Mu, la città perduta", insieme a gran parte dei comprimari che lo hanno accompagnato nelle sue 29 avventure (Rasputin, Steiner, Tristan Bantam, Bocca Dorata, Levi Colombia e Soledad Lokaart) ed in cui, durante la sua strana esplorazione del continente scomparso, conosce l'aviatrice Tracy Eberhard e l'ultimo discendente di San Brendan.

L'ultimo saluto di Corto Maltese
la tavola conclusiva di "Mu, la Città Perduta"

(c) 1988 Cong Sa

L'ultimo saluto di Corto Maltese<br>la tavola conclusiva di "Mu, la Città Perduta"<br><i>(c) 1988 Cong Sa</i>

1928| Corto è in Etiopia insieme al romanziere Henry de Manfried e al paleontologo Teilhard de Chardin, come mostrato da Pratt in un acquarello sulla rivista Corto n.5, edizione francese, del febbraio 1986.

1936| Corto si arruola nelle Brigate Internazionali durante la guerra in Spagna, scomparendo apparentemente per un certo periodo (come annunciato da Cush nel gennaio 1941 nell'episodio "Piccolo Chalet" degli Scorpioni del Deserto). In realtà, Corto si ritira a vivere insieme a Tarao presso Pandora Groovesnore.

Guida alla lettura

La prima avventura in cui compare Corto Maltese, "Una Ballata del Mare Salato", è pubblicata a puntate sulla rivista Sgt. Kirk dall'editore genovese Ivaldi nel 1967, mentre la prima edizione in volume è del 1972 ad opera della Mondadori nella collana "Intrepida".

In giro per la rete

Corto Maltese
Il sito ufficiale

Lizard Edizioni
Il sito ufficiale della casa editrice
Le avventure successive, i celebri 21 racconti brevi di 20 pagine (i primi con Corto Maltese espressamente protagonista) sono realizzati per le francesi edizioni Vaillant sulla rivista per ragazzi "Pif" dall'aprile 1970 all'aprile 1973. La prima edizione italiana appare sul "Corriere dei Piccoli" dal 1971 al 1972 e su "Linus" nel 1973, ma l'edizione definitiva, con i colori di Patrizia Zanotti, arriva dal 1983 al 1986 sulla rivista "Corto Maltese".
La collaborazione con "Linus", edito da Milano Libri, prosegue dal 1974 al 1977 per la versione a puntate di "Corte Sconta detta Arcana" in bianco e nero, mentre la prima versione con i colori di Anne Frognier è sempre della Milano libri in volume.
Dal giugno al dicembre del 1977 appare sulla rivista "Europeo" della Rizzoli il racconto lungo "Favola di Venezia - Sirat al-Bunduqiyyah" (con i colori di Mariolina Pasqualini), mentre la prima versione in volume è della Milano Libri nel 1979.
"La Casa Dorata di Samarcanda" inizia nel 1980-1981 su "Linus" per finire su "Corto Maltese" dal 1983 al 1985 in bianco e nero, mentre il primo volume appare nel 1987 per Rizzoli-Milano Libri.
Nel frattempo, nel 1981, appare "La Giovinezza" con l'assistenza di Guido Fuga ai disegni e i colori di Patrizia Zanotti, prima sul quotidiano "Matin de Paris" dall'agosto 1981 al gennaio 1982 e in Italia su L'Eternauta, mentre il primo volume del 1985 è edito da Milano Libri.

La dimensione onirica del periodo finale
da "Le elvetiche - Rosa alchemica"

(c) 1987 Cong S.A.

La dimensione onirica del periodo finale<br>da "Le elvetiche - Rosa alchemica"<br><i>(c) 1987 Cong S.A.</i>

Nel 1985 esce su "Corto Maltese" l'episodio "Tango Y todo a media luz" in bianco e nero, con l'assistenza di Guido Fuga, ristampato in volume da Rizzoli-Milano Libri nel 1988. Le "Elvetiche- Rosa Alchemica" appare su "Corto Maltese" dal marzo all'agosto 1987, sempre con assistenza ai disegni di Guido Fuga e i colori di Patrizia Zanotti, mentre la prima edizione in volume è della Rizzoli-Milano libri nel 1989. "Mu" appare su "Corto Maltese" sempre con la collaborazione di Guido Fuga e Patrizia Zanotti.

La Lizard ha ristampato più volte tutte le storie in versione in volumi di lusso con acquarelli e articoli di commento e in versione tascabile in bianco e nero, sebbene abbia spesso effettuato discutibili rimontaggi delle vignette rispetto alle edizioni originali (cfr. articolo "Hugo Pratt by Lizard"). Nel 2006 il Gruppo editoriale L'Espresso ha pubblicato, in 10 lussuosi volumi cartonati a colori e con introduzione critica, l'intera opera di "Corto Maltese". Anche questa edizione presenta diversi episodi di ampio respiro in un formato rimontato.

Hanno detto di lui

Alto un metro e ottanta già a quindici anni (si sarebbe però fermato a quella statura) bruno, con zigomi alti e labbra spesse, un anello all'orecchio sinistro, Corto Maltese aveva un'aria piratesca e romantica che piaceva a tutti. Del suo sangue anglosassone non c'era traccia fisica evidente. Tuttavia la calma, il senso dell'umorismo, l'ironia esercitata non tanto nei confronti del prossimo quanto nei propri confronti, rivelava che Corto Maltese era anche figlio della convenzione britannica. un uomo d'azione e un bravo marinaio.
Sul palmo sinistro della mano ha ancora la cicatrice che indica una falsa linea della fortuna. In realtà, di fortuna ne ha avuto poca. Le cose che conquista gli sfuggono dalle mani così regolarmente che si ha il sospetto che sia proprio lui a lasciarsele sfuggire apposta. In realtà, l'unica cosa che gli importi è di recitare una parte nel mondo dell'avventura.
Alberto Ongaro

... se l'approccio alla realtà di tanti politici o "liberi pensatori" fosse più vicino a quello dell'avventuriero Corto Maltese e del suo creatore Hugo Pratt, probabilmente questo non basterebbe a cambiare il mondo, sicuramente non potrebbe sanarne le piaghe che lo devastano, ma l'umanità ne avrebbe solo da guadagnare.
Oscar Cosulich



Vedere anche...

Anteprima

Scheda IT-CMALT-1

Condividi questa pagina...