Salta direttamente al contenuto

Call Center

un'insistente centralinista costringe Dylan alle cattive maniere
Scheda di  |   | dylandog/


Call Center
IT-DD-g17b


uBCode: ubcdbIT-DD-g17b

Call Center
- Trama

Acquistare pentole per telefono non è la prima delle preoccupazioni di Dylan, sopratutto se questi si ritrova costretto a casa da una gamba ingessata e per di più minacciato da un serial killer.

Valutazione

ideazione/soggetto
 3/7 
sceneggiatura/dialoghi
 3/7 
disegni/colori/lettering
 3/7 
 43

Recensione

data pubblicazione 8 Nov 2008
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbGiovanni Gualdoni
disegni (matite e chine) di ubcdbStefano Voltolini
copertine
Dylan Dog Gigante n.17<br>copertina di Angelo Stano<br><i>(c) 2008 Sergio Bonelli Editore</i>
tag
,

Annotazioni

Note

  • È la prima delle due storie brevi di 24 pagine di questo gigante.
  • L'inseguimento in auto tra Dylan ed il killer ricorda quello tra l’indagatore e "Hook l’implacabile" (n.139), al quale tra l’altro l’assassino assomiglia.
  • Nella prima vignetta di pag.121 le figure rappresentate sono le stesse, nella medesima posizione, di quelle nella copertina di "Le due vite di Dream" (n.223).

La Frase

    "Chi ha inventato i call center dovrebbe andare all’inferno. Ah, già che stupida, lavori del genere li hanno inventati proprio qui."
    La signorina Hafern commenta il suo lavoro al termine del suo turno, pag.120.

Personaggi

Dylan Dog
Groucho
Bloch
Signorina Hafern
Harry Robertson
Signor Janos

Location

Londra
Inferno

Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...