Salta direttamente al contenuto

Seconda occasione, La

i rimorsi di Dylan nel cerchio del tempo
Scheda di  |   | dylandog/


Seconda occasione, La
IT-DD-296


uBCode: ubcdbIT-DD-296

Seconda occasione, La
- Trama

Avendo sorpreso l'assassino della propria fidanzata, Dylan si lancia al suo inseguimento e compie un gesto di vendetta che lo sprofonda nella disperazione. Per porre rimedio alla drammatica situazione, l'Old Boy è disposto a percorrere una via tortuosa e imprevedibile...

Valutazione

ideazione/soggetto
 4/7 
sceneggiatura/dialoghi
 6/7 
disegni/colori/lettering
 6/7 
 78

Recensione

data pubblicazione 29 Apr 2011
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbPaola Barbato
copertina di ubcdbAngelo Stano
disegni (matite e chine) di ubcdbGiampiero Casertano
copertine
Dylan Dog 296<br>copertina di Angelo Stano<br><i>(c) 2011 Sergio Bonelli Editore</i> Quando l'ira vince la claustrofobia...<br>p. 27 dell'albo, disegni di Giampiero Casertano<br><i>(c) 2011 Sergio Bonelli Editore</i>
tag
, ,

Annotazioni

Note e Citazioni

  • Tre citazioni dirette: le canzoni All by myself di Eric Carmen (p. 10) e I will survive di Gloria Gaynor (p. 11) e, naturalmente, L'uomo che vende il tempo, n.132 della serie regolare (p. 41)...
  • ... nonché una citazione indiretta ad Attrazione fatale di Adrian Lyne (1987) a p. 9: il riferimento al «coniglio bollito vivo» richiama la scena in cui la persecutrice Alex (Glenn Close) lascia appunto a bollire in pentola il coniglio della figlia dell'amato Dan (Michael Douglas), che la respinge. (segnalazione di D. Castellano)
  • Viene ripresa da L'uomo che vende il tempo la presenza pervasiva dei rintocchi dell'orologio. (segnalazione di O. Tamburis)
  • Poiché sul tema sono sorte delle considerazioni anche tra lo Staff, un'osservazione sulla scomparsa del duplicato di Dylan nel finale. La confusione è ingenerata dal fatto che la storia inizia dal punto di vista del "Dylan B" (la replica creata tornando indietro nel tempo). Fino a metà storia, quando ancora non si sa che a essere sorpreso nei pressi del cadavere di Becky, inseguito e poi freddato è "Dylan A", si crede che la vicenda stia svolgendosi in tempo reale: per cui "Dylan A" sarebbe il carnefice e non la vittima, viaggerebbe nel tempo e tutto il resto. Ma la scoperta dell'ipotetico omicida impone di adottare un'altra ottica: "Dylan B" trova Becky morta, mentre nascosto in bagno è "Dylan A", che a questo punto potremmo chiamare "Dylan presente" o "precedente" (rispetto all'altro in senso cronologico). Per cui Varley colpisce di fatto col suo coltello "Dylan B" (o "passato", in analogia con il "Dylan presente"), che non ricevendo da lei l'orologio non può tornare a sua volta indietro nel tempo, innescando un diabolico loop, e pertanto sparisce. In sostanza è come se il viaggio nel tempo non avesse avuto luogo («Io non ho fatto niente!», esclama Varley). Più che altro lei e Dylan acquistano nuove consapevolezze: l'una riceve conferma del funzionamento dell'orologio del vero Mastro Hora, l'altro comprende com'è morta Becky per poter convivere con questo ricordo.

Incongruenze

Inviateci le vostre segnalazioni!

La frase

Non credo che abbiate acquistato niente... se non qualche incubo in più. Addio, signor Dog.
Lynn Varley congeda Dylan e tira le somme, p. 93.

Personaggi

Dylan Dog
Becky, fidanzata di Dylan
Lynn Varley, ex amante di Roger Drewin, alias Mastro Hora
Groucho
Bloch
Mills, agente di Scotland Yard

Location

Londra


Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...