ubcfumetti.com
Indice del SitoNovit !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





  Il capobranco
Codice: [280] 94pp
Rating:
scheda di Oscar Tamburis

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Paola Barbato
    Disegni/Copertina:
    Montanari e Grassani / Angelo Stano
    Lettering:
    Alessandra Belletti

    MAXI Dylan Dog
    6a "Il capobranco" - 94pp - 2003.07
    (5k)


In due parole. .

A Londra � di nuovo tempo di lupi mannari...e a Dylan Dog toccher� ancora una volta incamminarsi lungo i sentieri rischiarati dalla luna piena, dove gli agghiaccianti ululati dei licantropi lo guideranno nell'infernale sottobosco delle competizioni canine. Ancora una volta, quindi, l'indagatore dell'incubo, posto di fronte all'eterno dilemma, dovr� chiedersi: chi � il vero mostro? Il lupo, o chi gli da' la caccia?


Note e citazioni

  • Questa storia si pone come la conclusione di un'ideale trilogia sui lupi mannari, iniziata nel n.3, "Le notti della luna piena", e proseguita nel n.72, "L' ultimo plenilunio".
  • E' proprio nel n.72 che compare per la prima volta il personaggio di Dea; mentre per� allora veniva rappresentata come una ricca snob con l'hobby (costoso) dell'animalismo (cfr.la quinta vignetta di pag.16), qui appare "trasandata e dimessa" (per usare parole dello stesso Dylan), ma sempre dalla parte degli animali - in questo caso principalmente dei cani.
  • L'intera storia si pu� vedere anche come una sorta di mirata denuncia verso il mondo delle competizioni canine clandestine, e pi� in generale verso i maltrattamenti e le torture che i cani sono costretti a subire in molteplici occasioni. Per l'occasione, i disegnatori Montanari & Grassani si sono sbizzarriti nel dare origine ad un vasto e diversificato affresco dell'universo "canino": basti citare - una per tutte - la terza vignetta di pag.24 ;-).
  • Come viene spiegato a pag.84, Dea venne contaminata dal "morbo" della licantropia mischiando il proprio sangue (uscito da una ferita sotto il mento) con quello di Caspar Price (pag.84 terza vignetta, la quale richiama in pratica l'ultima pagina del n.72). Quest'ultimo veniva presentato, sempre nel n.72, come il frutto dell'unione tra la giovane Mary Ann ed uno dei lupi della Foresta Nera tedesca che gli esperimenti delle sorelle Blucher avevano trasformato in uomini (al contrario di quanto accade nella licantropia "classica"), cos� come narrato nel n.3. Ne segue che la doppia natura di Dea ha un carattere "ibrido", con trasformazioni lente ed instabili, controllabili solo lontano dalla luna piena (come Dea stessa racconta, sempre a pag.84).
  • Al di fuori delle storie che compongono questa "trilogia" (storie disegnate peraltro sempre dal duo Montanari & Grassani), la tematica sui lupi mannari � stata affrontata anche in "Sangue di lupo" (contenuta nel Gigante 6b) e ne "La stirpe degli immortali" (Almanacco della Paura 1998), entrambe su testi di Ruju.
  • Pag.25, ultima vignetta: a casa di Dea, Dylan ritrova il cane Botolone, da lui incontrato per la prima volta nel n.26, "Dopo mezzanotte". Tra le sue successive (e saltuarie) apparizioni si possono ricordare quelle nel n.45, "Goblin", nel n.81 "Johnny Freak" e nel Gigante 1c "Il giorno del giudizio".
  • Da pag.83 a pag.93, un ulteriore esempio delle famose "spiegazioni - fiume" della Barbato. Da notare, inoltre, che anche in questa storia l'autrice non getta automaticamente la protagonista femminile tra le braccia dell'indagatore dell'incubo ;-).
Incongruenze
La frase
  • Cagnolino: "Arf arf arf !!!"
    Dylan: "Bau !"
    Cagnolino (spaventato): "Ca� !"
    Dylan e cagnolino, pag.61.

  • "Il capobranco ora sono io !"
    Dylan, pag.97.


Personaggi

Dylan Groucho isp.Bloch Benton, Dea [+] ex-fidanzata di Dylan e convinta animalista, contaminata dal "morbo" della licantropia (gi� apparsa nel n.72) Clutter [+] organizzatore di incontri clandestini tra cani Cane Botolone Scagnozzi [+] di Clutter Flanders agente di Scotland Yard Durham agente di Scotland Yard Scommettitori [+] che assistono alle lotte clandestine

Locations

Londra Casa di Dylan Dog Magazzino dove si tengono gli incontri clandestini Casa e canile di un allevatore Casa di Dea Magazzino nel giardino di Dea Zona boscosa nelle vicinanze di Londra, dove Dylan incontra per la prima volta il lupo mannaro

Elementi

Competizioni canine clandestine Doppia natura uomo-lupo mannaro Difesa dei cani
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §