ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





Pagine correlate:

  Necropolis
Codice: [295] 94pp
Rating:
scheda di Cristian Di Clemente e Martina Galea

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Paola Barbato
    Disegni/Copertina:
    Giovanni Freghieri / Angelo Stano
    Lettering:
    Renata Tuis

    SERIE REGOLARE
    n.212 "Necropolis" - 94pp - 2004.05
    (5k)


In due parole. .

Una sfortunata serie di eventi proietta Dylan Dog a Necropolis: una prigione in un bunker inaccessibile, senza carcerieri, totalmente gestita da un computer.


Note e citazioni

  • La storia è ambientata per la quasi totalità a Necropolis (Native Exemplary Criminals Obliged Polis, "Città costrittiva per criminali naturali esemplari"), originale carcere in cui sono rinchiusi i peggiori criminali irrecuperabili.
  • Dylan Dog ha avuto un'esperienza in un penitenziario più tradizionale nel Gigante 10, "I peccatori di Hellborn".
  • Il bibliotecario di Necropolis si chiama Harry Dufresne, un nome e un ruolo che rendono omaggio al film "Le ali della libertà" ("The Shawshank redemption", 1994) ed al personaggio Andy Dufresne, interpretato da Tim Robbins. Nel film, tratto da un racconto di Stephen King ("Rita Hayworth and the Shawshank redemption"), Dufresne è un bancario, incarcerato ingiustamente, che si adopera per arricchire e ristrutturare la biblioteca del penitenziario di Shawshank.
  • Il detenuto n.23 ha le fattezze di Fred Ward, il celebre protagonista del film "Il mio nome è Remo Williams" ("Remo Williams: the adventure begins", 1985) che ha interpretato un detenuto in un altro classico del genere carcerario: "Fuga da Alcatraz" ("Escape from Alcatraz", 1979), con Clint Eastwood nel ruolo principale.
  • La struttura e le tematiche di Necropolis ricordano molti film e romanzi, anche se lo sviluppo scelto dalla Barbato rendono l'albo assolutamente innovativo.
    Ad esempio, solo per citare due film, ricordiamo il cubo perfetto e sigillato di "Cube" (V.Natali, 1997), nel quale vengono rinchiusi alcuni personaggi, senza alcun apparente motivo. I protagonisti del film sono prigionieri in un'abominevole, enorme costruzione, fatta di celle cubiche tutte uguali e disseminata di trappole, dalla quale cercano disperatamente di uscire. Nel corso della vicenda, tuttavia, osserviamo un generale abbruttimento dei protagonisti, che non esitano ad aggredirsi l'un l'altro, proprio come accade a Dylan alla fine dell'albo, quando ormai la disperazione e la disumanizzazione lo rendono simile ad una belva. Un altro film che quest'albo ricorda è "The experiment" (O.Hirschbiegel, 2001), dove un gruppo di volontari partecipa ad una simulazione di un carcere, con risultati drammatici.
  • Lo stesso "Cube" è ispirato ad un racconto intitolato "La stanza chiusa". Segnalazione di Daniele J.Farah
  • Una curiosità: Vincenzo Natali, il regista di "Cube", sta girando un lungometraggio dal titolo..."Necropolis"!! ;-)
  • Pag.32, rarissimo esempio di splash page nella serie.
  • Pag.58, il dialogo citato è tratto da "La bisbetica domata" di William Shakespeare, pubblicata a stampa per la prima volta nell’in-folio del 1623. Nello specifico, il dialogo è tratto dal quarto atto, scena V, e vede protagonisti Petruccio e Caterina.
  • Pag.63, Dylan ha un rapporto con una donna, è la prima volta che succede in un episodio scritto da Paola Barbato ;-).
  • Il trattamento usato coi detenuti in Necropolis è ispirato ad un tipico esperimento scientifico applicato alle cavie da laboratorio inserite in un labirinto. Da sole si perdono e non arrivano, se non per caso, al formaggio. Così le si istruisce con delle scariche elettriche: una scarica elettrica sul fianco destro per farle correre sulla sinistra, una scarica elettrica sul fianco sinistro per farle correre sulla loro destra. Dopo un certo numero di volte il topino avrà imparato il percorso a memoria ed arriverà tranquillo al formaggio che fa da premio per la sua bravura. Segnalazione di Daniele J.Farah
  • Le modalità riabilitative usate in Necropolis, attraverso la terapia del dolore, fanno evidente riferimento al metodo Ludovico usato in "Arancia meccanica" (S.Kubrick, ). Segnalazione di Daniele J.Farah
Incongruenze
La frase
  • "Dico davvero! Mi dovete essere grato! Grazie a me sarete tutti più sicuri! Potrete dormire sonni tranquilli! Perché io ho dimostrato che il sistema funziona! E ho dimostrato che se i criminali naturali si mescolano alle persone normali possono contagiarle... e spingerle a uccidere a mani nude un loro simile. Ho dimostrato... che l'inferno paga... Ma come potrò dimostrare di averlo vissuto, questo inferno? Sono stanco... Sono stato via a lungo... voglio tornare a casa..."
    Dylan, pag.97/98


Personaggi

Dylan Kat donna con cui Dylan era uscito Infermieri nell'ambulanza Dottore della clinica in cui Dylan è ricoverato Gordon uomo con bende sul volto Dufresne, Harry detenuto n.33, bibliotecario Céline alias Arcangelo [+] detenuto n.22 Karpowsky, Ned detenuto n.7, cuoco Moore, Enoch detenuto n.34, architetto di Necropolis n.38 detenuto grasso che uccide Céline n.23 [+?] detenuto sadico ucciso dal n.38 Detenuti vari di Necropolis isp.Bloch cameo Wells cameo Jenkins cameo

Locations

Londra
Ambulanza Clinica privata Strada dove Dylan si risveglia Necropolis Cella di Dylan Biblioteca Serra Cucina

Elementi

Leggende metropolitane
Riabilitazione Prigionia Carcere Criminali naturali Controllo indotto
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §