ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





Pagine correlate:

  Il settimo girone
Codice: [279] 94pp
Rating:
scheda di Cristian Di Clemente

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Paola Barbato
    Disegni/Copertina:
    Corrado Roi / Angelo Stano
    Lettering:
    Diana Rocchi

    SERIE REGOLARE
    n.202 "Il settimo girone" - 94pp - 2003.07
    (5k)


In due parole. .

Dylan è imprigionato, con quattro sconosciuti, in una zona di Londra in progressivo disfacimento, dalla quale non riescono ad allontanarsi. Sono invisibili agli occhi delle persone del luogo, le quali ripetono continuamente le stesse azioni. Sono, forse, morti senza accorgersene? Oppure il serpente Samael, simbolo del ciclo continuo dei tempi, ha volto lo sguardo su Dylan, spezzando lo scorrere del tempo?


Note e citazioni

  • Alcuni aspetti della storia (il limbo spazio-temporale in cui si trovano i protagonisti ed i cibi senza sapore) richiamano il racconto di Stephen King "I Langolieri", pubblicato nel romanzo "Quattro dopo mezzanotte", dal quale è stato tratto anche una miniserie televisiva.
  • Alla categoria di figure iconografiche conosciute sulle pagine dell'indagatore dell'incubo si aggiungono le parche, vecchie sorelle che filano le vite degli individui. Le parche compaiono in "Insomnia", un altro libro di S.King, ma la citazione, come scriverà Paola Barbato in seguito sull'"Horror Club", non è voluta e deriva dall'amore dell'autrice per la mitologia.
  • L'albo richiama, in parte, anche "Dieci Piccoli Indiani" di Agatha Christhie. Segnalazione di Vincenzo Oliva
  • Non è la prima volta che Dylan si ritrova in un luogo circoscritto con degli sconosciuti (vedere, per esempio, Speciale 6 e n.122).
  • Rarissimo caso di episodio in cui Groucho non compare mai.
  • Il settimo girone dell'inferno (quello degli assassini) che dà il titolo all'albo non ha nulla a che fare, a differenza di quello che si crede per la maggior parte dell'albo, con quello che succede a Dylan e compagni.
  • Dylan, al termine della storia, non ricorda nulla di quanto avvenuto.
  • La scenografia dell'inferno nella copertina di Stano è ispirata al dipinto "I dannati" di Luca Signorelli.
  • Alcune tavole dell'episodio sono state pubblicate in anteprima da uBC.
Incongruenze
  • Per quale motivo, per scappare dal limbo, era necessaria la ricostruzione degli eventi possibili, se poi la leggenda del serpente Samael si rivela un depistaggio delle parche?
  • Le parche tessitrici dei destini degli individui non si incastrano molto bene con le figure di Destino (vedere Speciale 10 oppure Speciale 16) e Morte (vedere n.10, n.125, n.139, n.158 e n.190) sin qui conosciuti nella serie.
La frase
  • Dylan: "Mabel... Cosa ti ha fatta diventare così?"
    Mabel: "In che mondo vivi, Dylan? Io non sono un'eccezione, non sono una rotella fuori posto in un ingranaggio perfetto... Le persone come me sono la maggioranza... A voler ben vedere, l'anormale sei tu."
    Diagolo Dylan-Mabel, pag.53


Personaggi

Dylan McGraff, Malcom [+] assassino del vicolo Rodney [+] studente razzista Mabel [+] cinica infermiera Vecchia [+] del vicolo Sean ragazzo preso di mira da Rodney Cloto, Lachesi e Atropo sorelle parche, tessitrici di destini

Locations

Londra
Vicolo dove si blocca il tempo Casa del mago Casa di Mabel Oltremondo luogo dove sono le Parche

Elementi

Limbo spazio-temporale
Gruppo di persone isolate Leggenda del serpente Samael/Uroboro simbolo del ciclo continuo dei tempi Parche filatrici di destini Leggende sul passaggio nell'aldilà
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §